• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

mega

Membro Attivo
#1
Buongiorno, vorrei porre una domanda;
avendo diversi beni che non vorrei venissero "spezzettati" in caso di mia morte tra mio marito e i miei 2 figli (miei 3 eredi legittimi) ho pensato di redigere un testamento olografo ove destinare ad ognuno di loro un determinato bene. Si puo' fare? questo comporta comunque l'apertura e soprattutto il pagamento della successione?
In buona sostanza il mio scopo sarebbe quello di dare ad ognuno 1 bene cosicche' non debba essere diviso in quote abbattendo il piu' possibile le spese registrando, dopo la mia morte, il testamento olografo da un notaio senza onerose spese di successione ma non so se e' giusta la procedura.
grazie Monica
 
#2
ciao mega certo che si può fare, il mio consiglio è redigi un testamento olografo rispettando tutti i requisiti che prevede e sopratutto rispettato le quote di legittima, depositalo presso un notaio ad un costo non molto eccessivo oppure conservalo in un luogo dove alla tua morte qualcuno possa trovarlo, alla tua morte gli eredi dovranno semplicemente farlo pubblicare da un notaio e procedere poi alla denuncia di sucessione ed infine alle relative volture.
 

Nemesis

Membro Storico
#3
Certamente sì.
questo comporta comunque l'apertura e soprattutto il pagamento della successione?
L'apertura della successione avviene in ogni caso sempre, con la morte!
Le spese, oltre a quelle necessarie per la pubblicazione del testamento, saranno quelle normalmente dovute all'atto della presentazione della dichiarazione di successione.
 

Franci63

Membro Assiduo
#6
Quindi l' unico vantaggio e quello di non dividere i singoli beni in quote ma le spese sono più alte...giusto.?
Ni.
L’unica spesa in più è quella del notaio per la pubblicazione del testamento.
Le altre spese sono le stesse che si affrontano in una successione senza testamento.
Ma in questo modo i tuoi eredi risparmiano le spese di divisione della comunione ereditaria, che dovrebbero affrontare qualora volessero raggiungere lo stesso risultato (un bene per ognuno) dopo una successione senza testamento.
 
Ultima modifica:

mega

Membro Attivo
#9
ciao moralista, in realta' e' solo una sensazione….al di la' di questo io sono separata da tempo….ho ottimi rapporti con mio marito…..non mi piace definirlo ex perche' a e' come dire che un rapporto e' definitivamente chiuso mentre avendo 2 meravigliosi figli come si fa a dire chiuso??? E' pur vero che non e' stata una separazione traumatica….tutto si e' svolto, fortunatamente, in maniera civile e consensuale pertanto entrambi stiamo riflettendo su come destinare reciprocamente i nostri beni solo ai figli cosi' come si e' fatto nella separazione….io ho tenuto il mio e lui il suo….
Oltre, pero', a destinare i nostri beni solo ai figli io vorrei, avendo 2 case, darne 1 ciascuno senza che vengano divise e destinare una piccola rendita al papa'...
 

Gianco

Membro Storico
#11
Non sembra che questo sia il caso, però con il testamento si può destinare una porzione di un immobile ad uno e l'altra all'altro, senza per questo passare dal notaio. Difatti è sufficiente predisporre la relativa documentazione catastale ed indicare nella dichiarazione di successione testata gli immobili direttamente ai destinatari come indicato nel testamento.
 

mega

Membro Attivo
#12
Buongiorno Gianco, perche' dici che non e' questo il caso? e cosa vuol dire predisporre la doc. catastale senza il notaio?
Non sembra che questo sia il caso, però con il testamento si può destinare una porzione di un immobile ad uno e l'altra all'altro, senza per questo passare dal notaio. Difatti è sufficiente predisporre la relativa documentazione catastale ed indicare nella dichiarazione di successione testata gli immobili direttamente ai destinatari come indicato nel testamento.
 

Gianco

Membro Storico
#13
perche' dici che non e' questo il caso? e cosa vuol dire predisporre la doc. catastale senza il notaio?
Intendevo dire che il consiglio che ho indicato successivamente non sembra che sia applicabile al tuo caso. La soluzione proposta prevede che se indicata nel testamento, il tecnico incaricato provvederà a presentare al catasto terreni il tipo di frazionamento se interessa un terreno, mentre se riguarda il frazionamento di un fabbricato, deve presentare il progetto al comune e le planimetrie catastali al catasto fabbricati. Così facendo si esegue soltanto la dichiarazione di successione e le conseguenti domande di voltura: non occorre rivolgersi al notaio per la divisione.
 

Franci63

Membro Assiduo
#14
Intendevo dire che il consiglio che ho indicato successivamente non sembra che sia applicabile al tuo caso. La soluzione proposta prevede che se indicata nel testamento, il tecnico incaricato provvederà a presentare al catasto terreni il tipo di frazionamento se interessa un terreno, mentre se riguarda il frazionamento di un fabbricato, deve presentare il progetto al comune e le planimetrie catastali al catasto fabbricati. Così facendo si esegue soltanto la dichiarazione di successione e le conseguenti domande di voltura: non occorre rivolgersi al notaio per la divisione.
Scusa @Gianco, non ti seguo neanch’io.
Non c’è nessun frazionamento da fare.
Ci sono due immobili da destinare per testamento ai due figli, proprio per evitare che (senza testamento) ognuno erediti metà immobile in comunione con l’altro.
 

mega

Membro Attivo
#15
in effetti non credo mi riguardi….ho 2 case e vorrei darne 1 ciascuna ai miei figli cosi' come anche loro desiderano….quindi faccio un testamento olografo e alla mia morte si fara' registrare immediatamente prima di aprire la successione….stop! pagheranno se non erro 1300 euro x registrare il testamento e poi cio' che necessita per la successione..GIUSTO?
 

Gianco

Membro Storico
#17
Se invece gli immobili fossero di differente valore uno potrebbe essere frazionato e la porzione unita all'altro evitando l'atto di divisione, semplicemente prevedendo la ripartizione nel testamento. Spero di essere stato chiaro.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve,dal 20 settembre 2017 sono venuto ad abitare con una famiglia a cui ho prestato la mia opera di badante per un loro cugino gravemente ammalato, che è deceduto dopo un mese,la famiglia di sua spontanea volontà mi fece la proposta di rimanere a vivere con loro fin quando non avrei trovato un'altra lavoro ma non mi avrebbero pagato per dare una mano in casa,mi dovevo accontentare di vitto e alloggio
moralista ha scritto sul profilo di luciano155.
ma non c'è neanche il profilo di luciano155
tanti auguri a tutti buone feste e tante belle cose lella
anche x marinarita grazie della comprensione ...comunque c'e' legge nuova x tutelare proprietari case ….noi alla fine da 1 giugno 2013 a 7 luglio 2017 mai pagato affitto 4 anni piu' spese tribunale avvocati tasse ...ecc. se pagava onestamente l'affitto tutti i mesi non sarebbe in questa situazione le lasciano meta' stipendio….tanti anni ...non so se ne valeva la pena non pagare l'affitto ….giustizia e' fatta
x uva ---finalmente finita con sentenza tribunale milano dato che la nostra inquilina aveva fatto 2 finanziarie …???? il 29 novmbre tribunale milano ci ha messo primi creditori sul quinto dello stipendio ...tutto specificato debiti avvocato 4 anni affitto mai pagato ….la tipa si e' presentata urlando ...la giudice ci ha inserito primi creditori prenderemo tutto da subito con quinto dello stipendo .finita bene kiss
Alto