1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. giramondo77

    giramondo77 Nuovo Iscritto

    Ho un appartamento a Bari, ove ho la residenza, vorrei affittare delle stanze a studenti e vorrei fare un regolare contratto.
    Mi è stato detto che per invogliare i proprietari di casa a fare contratti d'affitto agli studenti ci sono dei contratti agevolati, ovvero con la determinazione del tempo, costi di registrazione ridotti, vantaggi fiscali. Mi sapete indicare dove posso reperire informazioni per questi contratti con appartamento a Bari? ed in sostanza cosa risparmio facendo un regolare contratto?
     
  2. Mariangela Morelli

    Mariangela Morelli Membro dello Staff

    Re: Affitto studenti - patto territoriale

    Puoi stipulare un contratto transitorio per studenti.
    Essendo Bari un comune ad alta tensione abitativa puoi fare il contratto concordato previsto dal DECRETO MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI 30 dicembre 2002 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale N. 85 del 11 Aprile 2003.
    A tale decreto nell'allegato E) vi è il fac-simile del contratto di LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI
    (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2).
    Attenzione però: il canone di locazione DEVE corrispondere a quello determinato per questo tipo di contratto dagli accordi territoriali, che senz'altro potrai reperire presso l'URP o l'Ufficio Casa di Bari.
    Se adotterai questo tipo di contratto che ha una durata complessiva minima di 1 anno (6 mesi + 6mesi) e massima di 6 anni (3 anni + 3 anni) fruirai di una riduzione complessiva dell'IRPEF di circa il 40%, della riduzione dell'imposta di registro del 30% e della riduzione dell'ICI prevista dal Comune di Bari per questo tipo di contratti (in molti comuni italiani NON SI PAGA L'ICI per i contratti concordati!).
    Spero di averti date sufficienti indicazioni. :fiore:
     
  3. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Se adotterai questo tipo di contratto che ha una durata complessiva minima di 6 mesi e massima di 3 anni
    comma2 art.4 : contratti di locazione stipulati ai sensi del comma 3 (quelli convenzionali ordinari 3+2) non possono avere durata inferiore ai tre anni, ad eccezione di quelli di cui all'articolo 5
    art.5-c.1- Il decreto di cui al comma 2 dell'articolo 4 definisce le condizioni e le modalità per la stipula di contratti di locazione di natura transitoria anche di durata INFERIORE ai limiti previsti dalla presente legge per soddisfare particolari esigenze delle parti.

    cordialità
    www.realessandro
     
  4. Mariangela Morelli

    Mariangela Morelli Membro dello Staff

    I contratti TRANSITORI non beneficiano però dei vantaggi fiscali previsti per i concordati per studenti o per i concordati ordinari.
    Quindi attenzione: non benefici della riduzione prevista dell'IRPEF , dell'IMPOSTA DI REGISTRO e dell'ICI (se prevista dal Comune di Bari per i contratti concordati) :fiore:
     
    A gigille piace questo elemento.
  5. elektra88

    elektra88 Nuovo Iscritto

    buon giorno, come faccio a sapere se nel mio comune si può stipulare un contratto per studenti universitari con tutte le agevolazioni che ne derivano?
     
  6. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    La Finanziaria 2007 ha introdotto un grosso vantaggio per gli studenti. Sono detraibili i canoni pagati fino all'importo di 2.633 euro (uno sconto notevole). A certe condizioni, però. La prima è che lo studente sia iscritto a un corso di laurea presso una università ubicata in un comune diverso da quello di residenza, distante da quest'ultimo almeno 100 chilometri e comunque in una provincia diversa. La seconda è che l'unità immobiliare sia situata nello stesso comune in cui ha sede l'università o in comuni limitrofi.. Non è chiaro se sia a vantaggio solo dello studente (che dovrà quindi compilare la propria dichiarazione dei redditi e quindi avere entrate tassabili) o anche per i suoi genitori. Dovrebbe, indirettamente, essere un incentivo a scegliere un'università particolarmente lontana da casa propria .
    :daccordo:
     
    A totu paladini piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina