• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
lo "stato di salute" del costruttore.
Il Dlgs 14/2019 ha rafforzato le tutele per l'acquirente, anche per quanto riguarda la correttezza della fidejussione.

Copio e incollo dalla Guida del Notariato:

La nuova legge (dlgs n.14/2019) prevede l’obbligo di stipulare il contratto preliminare (mediante atto pubblico o scrittura privata autenticata) con l’intervento del notaio, al quale impone di verificare ed attestare la correttezza della fidejussione (che deve essere conforme ad un modello ministeriale).
Il notaio non stipulerà l’atto in assenza di fidejussione.
Inoltre, in base alle nuove norme, la fidejussione garantisce il rimborso delle somme versate dal futuro acquirente anche in caso di mancato rilascio della polizza indennitaria decennale postuma in occasione dell’atto di compravendita dell’immobile.


 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Lo so che la fidejussione è una garanzia ma non capisco l'oggetto della fidejussione la buona esecuzione dell'immobile?
La fideiussione garantisce le somme versate a titolo di caparra o acconto prezzo.
Se il costruttore è inadempiente ( non finisce la costruzione, non può vendere, fallisce ,o altro),
chi ha rilasciato la fideiussione pagherà il debito nei confronti del promissario acquirente ,al posto del costruttore.
La fideiussione è obbligatoria per legge, per le case in costruzione.
L’obbligo di stipulare il preliminare per atto pubblico (quindi trascritto), vale per i contratti preliminari aventi ad oggetto immobili abitativi per i quali il titolo abilitativo (licenza, permesso,scia, dia) sia successivo al 16/3/2019.
 
Ultima modifica:

plutarco

Membro Ordinario
Proprietario Casa
Io consiglio di puntare sull'usato. I costi sono minori e quindi è possibile trovare appartamenti con metrature più ampie e in zone di maggior pregio.
 

alberto bianchi

Membro Storico
Proprietario Casa
Non conosco la differenza.
Le Assicurazioni , per esperienza, tirano fuori tanti di quei cavilli per non pagare o pagare in ritardo tanto che in certi settori non vengono nemmeno interpellate per un preventivo, pur avendo dei costi (commissioni) inferiori a quelli bancari. Ho lavorato per più di 30 anni con delle aziende appartenenti a dei gruppi internazionali, settore impiantistica industriale e fornitura di interi stabilimenti chiavi in mano, e posso dire di non aver mai visto o avuto a che fare con una fideiussione (attiva o passiva) assicurativa. Era semplicemente interdetto per politica aziendale.
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Le Assicurazioni , per esperienza, tirano fuori tanti di quei cavilli per non pagare o pagare in ritardo
Ma se nel caso di cui stiamo parlando la fidejussione deve essere conforme ad un modello ministeriale e viene controllata dal notaio come previsto dal Dlgs 14/2019, allora anche le Assicurazioni devono adeguarsi.
Suppongo non possano inserire altre clausole o condizioni poco chiare per riservarsi la possibilità di non pagare!
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Diversi anni fa ho acquistato dal comune dove risiedo, un lotto a destinazione commerciale, assieme ad altri acquirenti per differenti lotti di diversa estensione. E' stato regolarmente stipulato l'atto dal segretario comunale con il versamento contestuale di una certa somma. Per la cifra restante è stata presentata una fidejussione di una società assicuratrice con la quale avevo in corso diverse assicurazioni, sia di auto, che personali. Alla stessa assicurazione ho indirizzato un altro conoscente, che ha acquistato un altro lotto, che ha concluso regolarmente. Ovviamente l'onere della polizza è stata regolarmente saldata sul momento. Trascorso oltre un anno ho rivisto il conoscente citato e parlando dei nostri lotti, mi ha esternato una sua perplessità: la società assicuratrice gli aveva chiesto e lui aveva pagato, il rinnovo della polizza. Dopo qualche tempo sono stato contattato anch'io per lo stesso motivo. A quel punto ho contestato il fatto che quella polizza garantiva il pagamento del debito residuo qualora io non l'avessi saldato. E l'impegno non era limitato all'anno o ad un tempo determinato, ma solo in rapporto alla cifra. Sebbene non fossero dello stesso parere non ho mai corrisposto alcunché. Mentre il conoscente ha dovuto (voluto) pagare ogni anno fino al saldo del suo impegno con il comune. Ho sempre pensato che l'assicurazione abbia approfittato della mancanza di carattere del conoscente.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

dove è il tasto invio per mandare il messaggio che ho scritto
Alto