1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Scarabizerec

    Scarabizerec Membro Junior

    Buon giorno! Dovendo locare un appartamento composto di 3 camere grandi (con due letti) a ben 6 studenti universitari, in località non compresa fra i comuni ad alta densità abitativa, avrei due quesiti da sottoporre agli amici di propit.it:
    • si può fruire delle agevolazioni riservate ai contratti concordati?
      • per optare alla cedolare secca occorre per forza fare il mod. 69?
      Sarei proprio grato a chi volesse darmi una mano!

     
  2. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La risposta, secondo me, potrebbe essere affermativa ad entrambi i quesiti.
    Art. 5 comma 3, L. 431/98 (disciplina delle locazioni): «È facoltà dei comuni sede di università o di corsi universitari distaccati, eventualmente d'intesa con comuni limitrofi, promuovere specifici accordi locali per la definizione, sulla base dei criteri stabiliti ai sensi del comma 2 dell'articolo 4, dei canoni di locazione di immobili ad uso abitativo per studenti universitari. Agli accordi partecipano, oltre alle organizzazioni di cui al comma 3 dell'articolo 2, le aziende per il diritto allo studio e le associazioni degli studenti, nonché cooperative ed enti non lucrativi operanti nel settore».
    Perugia è sede universitaria e presso il Comune dovresti poter reperire copia degli accordi territoriali vigenti, in base ai quali poter calcolare il canone da applicare ai tuoi inquilini.

    Poiché ci sono più di tre inquilini è d'obbligo la compilazione del mod. 69
     
  3. Scarabizerec

    Scarabizerec Membro Junior

    Ti sono grato tovrm, ma la situazione è più complessa. Infatti il comune implicato è Camerino (MC), sede universitaria priva di quegli accordi locali cui far riferimento per il canone concordato, forse proprio perché comune a bassa densità abitativa (solo 7000 abitanti), che dopo il terremoto del 1997 ha un'offerta di abitazioni ristrutturate in affitto superiore alla domanda. C'è in verità una norma che consentirebbe di far riferimento ad accordi vigenti in comuni con analoghe caratteristiche; ma, per quanto abbia cercato, non esistono sedi universitarie in comuni a bassa densità abitativa.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina