1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Nerone

    Nerone Membro Attivo

    Avrei bisogno di sapere in che modo agire verso un vicino di casa che tramite infiltrazioni d'acqua sta causando danni alla mia proprietà.
    Come costringerlo ad eseguire lavori di riparazione?
     
  2. 00luna

    00luna Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Ciao a me è successa la stessa cosa, intanto non hai precisato se c'è 1 amministratore, se è 1 condominio di una certa dimensione, ecc. ecc.
    Comunque, noi abbiamo l'assicurazione condominiale e tramite amministratore è stata fatta la denuncia ed ho ottenuto il risarcimento.
    Se nel tuo caso non esiste questa situazione, non rimane altro che rivolgersi ad 1 legale, ma prima ti conviene scrivere 1 raccomandata al tuo vicino con tante foto del danno ricevuto, intimandogli di provvedere alla riparazione ed al risarcimento, e se trascorsi i giorni che darai con la stessa non vedi nessun intervento gli comunichi che ti rivolgerai ad 1 legale.
    Di solito è questa la procedura.
    Ciao
    ;)
     
  3. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    A mio parere Lei deve contattare un geometra che sommariamente e presumibilmente Le sappia indicare se l'inconveniente proviene da una parte comune ( e allora la responsabilità ricade sul condominio tramite l'amministratore) o dalla proprietà esclusiva sovrastante ( e allora il condominio e l'amministratore risulteranno indenni da responsabilità) .

    Contestualmente evidenzierà a entrambe le parti la Sua disponibilità a far loro verificare il danno accedendo all'interno della Sua unità ; alla proprietà sovrastante dovrà chiedere pari disponibilità per accedere ai Loro locali per l'accertamento del caso.
    Raccolta la piccola relazione da parte del geometra , molte fotografie, qualche testimone
    ( le spese del tecnico le addebiterà a consuntivo al responsabile, una volta individuato) dovrà scrivere all'uno ( proprietà) e all'altro (amministratore cui compete il dovere generico di essere parte attiva -vedi contratto di mandato e il conseguente dovere di adeperarsi con la diligenza del "buon padre di famiglia") per riassumere e chiedere un contradditorio e confronto evidenziando la riserva di addebito di tutte le spese anche morali.
    Il tutto ovviamente previo raccomandate RR. .
    Se non otterrà fattiva collaborazione
    1-ammonirà le parti che, in mancanza di collaborazione rapida, per ragioni di salute dovrà procedere a sostenere inevitabilmente alcune spese (albergo? custodire in un magazzino privato il mobilio previo rimessaggio ?) che si riserverà di addebitare a colui cui verranno accertate a consuntivo le responsabilità.
    2-Potrà contestualmente recarsi personalmente dal Giudice di Pace per istruire la Causa. Basta spiegare il caso a voce. In genere il Giudice di Pace prima di coltivare la causa invita le parti a trovare un accordo. In caso contrario il Giudice imporrà l'accesso alla sua unità ed a quella sovrastante ad un tecnico indipedente per il sicuro accertamento delle cause.
    Una volta stabilita a chi compete la responsabilità a questa graveranno tutte le spese fra le quali quelle da Lei già sostenute che avrà cura di riassumere con documenti contabili ineccepibili.
    In sintesi i suoi problemi si risolveranno a suo favore:
    -se Lei prima di fare qualsiasi cosa metterà in mora tutte e due le parti dando loro preventivamente l'opportunità di verificare i danni all'interno della sua unità e ammonendole sulla indifferibilità di sostenimento di alcune spese. Se le stesse non intervenissero, un domani sarà provata la negligenza e non potranno essere accampate scuse.
    -se Lei avrà l'accortezza di raccogliere piu' prove documentali possibili anche tese a dimostrare la sua diligenza e la Sua disponibilità
     
    A maria55 piace questo elemento.
  4. Nerone

    Nerone Membro Attivo

    Ti ringrazio per il tuo consiglio, però come giustamente dici non ho specificato alcune cose: gli inviai una raccomandata R/R oltre due mesi or sono, poi lo fece l'amministratore (esiste un condomio anche se nel caseggiato esistono tre appartamenti ed un garage) sottolineando il bisogno di risistemare l'impiantito del loro terrazzo che , avendo perso l'impermeabilizzazione,causa problemi al mio soffitto che sta perdendo l'intonaco. Non ha risposto a nessuno! Ci sono forto che scatto anche l'amministratore in cui si vedono i danni suoi e miei! Che faccio? Azzurra
     
  5. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    tentare conciliazione presso la camera di commercio
     
  6. Nerone

    Nerone Membro Attivo

    Probabilmente non ho reso l'idea di che razza di individuo è il mio vicino. Basti considerare che quando inviai la raccomandata il danno all'intonaco era circoscritto e sarebbe bastato un piccolo intervento per sistemare il tutt:shock:ggi l'area in cui manca l'intonaco è quadruplicato e sembra goderne non rispondendo nemmeno alla raccomandata dell'Amministratore.. Ora poichè per quest'ultimo sembra un problema fra noi due e non del "condominio"e avendo fallito egli stesso il tentativo di accordo si nega al telefono...che faccio? E poi chiedo se la mia raccomandata fu inviata quando il danno era all'inizio, sono ora costretta alle spese maggiorate anche qualorail vicino (è quello che ha cercato sin dall'inizio) mi obbligasse l' applicazione della legge 1126(?) Grazie per l'aiuto.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina