• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

elisa1

Nuovo Iscritto
ho acquistato l'immobile di mio suocero lasciando lui come usufruttuario per aiutarlo nei suoi problemi .oggi lui ha acquistato una seconda casa e volevo sapere se e in che modo posso togliergli l'usofrutto visto la presa IN GIRO grazie aspetto vostre notizie
 

donatello3

Membro Attivo
Ciao Elisa, personalmente non conosco nessun modo per toglierli la usufrutto ma ti posso confermare che ha fatto un gesto che non ci sono parole per definire. Tuo marito cosa ne pensa? Donatello
 

Ennio Alessandro Rossi

Membro dello Staff
Professionista
Dipende quanto ha pagato: se Lei ha pagato il valore pieno dell' abitazione ( esempio 100.000) evidentemente ha fatto un pessimo affare, ma se Lei ha pagato il valore reale della Nuda proprietà ( esempio 70.000)., lasciando l'usufrutto ( valore 30.000) a suo suocero , ha fatto un 'operazione normale e non è una "presa in giro" . Quando Suo suocero morirà Lei diventerà piena proprietaria. L'importante che i valori in campo rispecchino congruità. Per saperlo dovrebbe fare fare i calcoli ad un esperto
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto