1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. parvati

    parvati Nuovo Iscritto

    Salve a tutti, vorrei cortesemente sapere:
    1. quali sono i benefici fiscali se si affitta un appartamento a studenti,
    2.che tipo di contratto bisogna stipulare
    3.se il canone e` libero o calmierato.
    Grazie a tutti
     
  2. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    1) Se aderisci al regime di cedolare secca, l'imposizione sarà al 19% (sul 100% dei canoni) anziché al 21% e non si pagano le imposte di bollo e di registro.
    Se rimani nel regime ordinario, paghi le imposte di bollo e di registro (nel caso da te prospettato 1,4% con minimo 67 Euro il primo anno) e la tassazione applicata sarà quella corrispondente al relativo scaglione IRPEF (sul 59,5% dei canoni).

    2) contratto per studenti (lo schema è fisso ed indicato dalla legge. Qui trovi un fac-simile: Esempio di contratto di locazione per studenti universitari)

    3) per Roma canone concordato. Puoi richiedere in circoscrizione o al Comune copia degli accordi territoriali attualmente vigenti per determinare il valore del canone che puoi applicare, oppure chiedere assistenza alle associazioni dei proprietari di immobili (l'iscrizione è, ovviamente, a pagamento, ma ti possono far risparmiare tempo e mal di testa se non hai voglia o tempo di fare i calcoli da te).
     
  3. parvati

    parvati Nuovo Iscritto

    Grazie mille dell`informazione
     
  4. Pitiuso

    Pitiuso Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Mi risulta che le tabelle per la determinazione del canone concordato sulla base dell'Accordo Territoriale per il Comune di Roma non abbiano subito aggiornamenti rispetto all'originaria stesura del 2004.
    Se è così, volendo stipulare un nuovo contratto nel 2012 quei parametri devono rimanere invariati o possono essere aggiornati ? Nel secondo caso si può utilizzare l'intera variazione dell'indice ISTAT o l'adeguamento va effettuato con il 75% della variazione, in pratica come se si fosse stipulato il contratto nel 2004 ?
     
  5. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    È possibile aggiornare queli canoni al 75% della variazione ISTAT rilevata anno per anno.
    L'indice da utilizzare è quello relativo al mese di stipula degli accordi territoriali.
     
    A Pitiuso piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina