• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

nikitaus

Membro Junior
Proprietario Casa
ciao a tutti, vi leggo spesso e ho deciso di chiedervi un parere su una situazione che mi sembra alquanto strana!!ho ereditato la casa dei miei genitori, la casa aveva nel muro e ha ancora incastonata (non come un diamante)una cassettina di smistamento elettrico chiusa con un coperchio di plastica grigio, ora poiché dovrei fare dei lavori di ristrutturazione di cui anche la facciata fronte strada, ho mandato a Enel una comunicazione dove chiedevo se era possibile toglierla, loro mi hanno risposto che ci vigliono 100 euro per fare il preventivo dei lavori che loro devono fare ,uno dell' ufficio mi ha anche detto che se la hanno messa vuol dire che qualcuno ha firmato? ma ai miei genitori questo nn risultava, quindi io vorrei vedere questo foglio dove ci sonke firme ,mi chiedo perché devo io accollarmi questa spesa per una cosa loro messa nel mio muro ??
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Essendo proprietario può fare una richiesta all'ENEL per accesso agli atti chiedendo di poter vedere il documento che li autorizzava ad eseguire quei lavori. Ovviamente, qualora dovesse eseguire l'intervento, se vi è alloggiato il suo contatore deve provvedere a trovare, concordando con lo stesso ente, un'altra sistemazione provvisoria o definitiva.
 

nikitaus

Membro Junior
Proprietario Casa
salve ,non è una cabina con vari contatori dentro,il mio contatore si trova dentro casa,mentre questo e una scatola quadrata con fili elettrici Enel , solitamente queste cabine si trovano staccate dalle abitazione ,mentre in questo caso io c'è l ho proprio nel muro, ma con una richiesta di accesso agli atti cosa succede,che vado all' Enel , e cercano loro i documenti ?
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Certamente! Li cercano e te li devono far vedere e se lo vuoi te ne devono dare una copia.
Comunque, se non è a tuo servizio puoi chiedere che venga eliminato o spostato senza spendere un euro, specie se non è mai stato autorizzato da te o dai tuoi danti causa.
 

nikitaus

Membro Junior
Proprietario Casa
eppure loro in maniera molto sicura vogliono i soldi.... cmq ora richiederò accesso agli atti, certo che intraprendere una causa con Enel
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
eppure loro in maniera molto sicura vogliono i soldi.... cmq ora richiederò accesso agli atti, certo che intraprendere una causa con Enel
Sarebbe una causa quasi certamente "persa".
Che loro abbiano un documento firmato o che la "scatola" sia infissa da almeno 20 anni... per spostarla devi pagare.
 

nikitaus

Membro Junior
Proprietario Casa
Sarebbe una causa quasi certamente "persa".
Che loro abbiano un documento firmato o che la "scatola" sia infissa da almeno 20 anni... per spostarla devi pagare.
si anche questo e un mio sospetto la scatola in questione , c'è da 20 anni ,ho sentito di persone con dei pali nel giardino che Enel non sposterà mainon mi sembra corretto
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Che loro abbiano un documento firmato o che la "scatola" sia infissa da almeno 20 anni... per spostarla devi pagare.
si anche questo e un mio sospetto la scatola in questione , c'è da 20 anni ,ho sentito di persone con dei pali nel giardino che Enel non sposterà mainon mi sembra corretto
Non sono d'accordo, perché trattasi di tolleranza, Nel caso del palo, se non c'è stato in accordo firmato e non c'è stato un indennizzo con regolare ricevuta, in caso di necessità devono intervenire, magari con i loro tempi e traslare le loro linee. In particolare mi riferisco alle linee elettriche sistemate su pali interni ad aree edificabili o su condotte, zancate alle pareti di fabbricati da demolire.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Alcuni anni fa ho progettato e diretto l'esecuzione di un fabbricato su tre piani sul fronte strada. Precedentemente il lotto era recintato sul fronte strada con un grosso muro in ladiri, vecchi mattoni in terra cruda e paglia, all'estremità era sistemato un armadio a muro dove la condotta dell'ENEl derivava altre linee per alimentare gli appartamenti di due palazzi vicini. Dovendo realizzare il nostro fabbricato abbiamo fatto richiesta per eliminare e spostare l'armadio. Sebbene sollecitati, come prevedibile il loro intervento era previsto sempre con la classica frase "la settimana prossima". Il mio cliente, ha pensato bene di lesionare la muratura rendendo potenzialmente accessibile l'armadio. E' bastata una telefonata, lamentando il rischio che si stava verificando, che nel giro di mezz'ora sono arrivati a controllare per rendersi conto del rischio lamentato. Il giorno dopo sono intervenuti ed hanno traslato la linea sul palazzo affianco. Risolto il problema!
 

nikitaus

Membro Junior
Proprietario Casa
Alcuni anni fa ho progettato e diretto l'esecuzione di un fabbricato su tre piani sul fronte strada. Precedentemente il lotto era recintato sul fronte strada con un grosso muro in ladiri, vecchi mattoni in terra cruda e paglia, all'estremità era sistemato un armadio a muro dove la condotta dell'ENEl derivava altre linee per alimentare gli appartamenti di due palazzi vicini. Dovendo realizzare il nostro fabbricato abbiamo fatto richiesta per eliminare e spostare l'armadio. Sebbene sollecitati, come prevedibile il loro intervento era previsto sempre con la classica frase "la settimana prossima". Il mio cliente, ha pensato bene di lesionare la muratura rendendo potenzialmente accessibile l'armadio. E' bastata una telefonata, lamentando il rischio che si stava verificando, che nel giro di mezz'ora sono arrivati a controllare per rendersi conto del rischio lamentato. Il giorno dopo sono intervenuti ed hanno traslato la linea sul palazzo affianco. Risolto il problema!
in pratica. nella mia stessa situazione, solo che a me hanno chiesto direttamente soldi solo per il preventivo
 

nikitaus

Membro Junior
Proprietario Casa
io nn posso lesionare la muratura perché quella muratura , è il muro della casache e in pietra proprio da quel lato e in ladiri negli altri, ma il tuo cliente quindi non ha ricevuto una richiesta di 100 euri per il preventivo dei lavori sempre a carico Mio , sempre secondo loro
 

Jan80

Membro Attivo
Professionista
Già ci sono passato diverse volte con dei pali in giardino: ENEL la richiesta dei 100 euro per il preventivo la manda sempre specificando che nel caso i lavori di spostamento risultino a loro carico (nel mio caso un palo pericolante poiché su fronte franoso) saranno rimborsati; cosa che non avverrà se i lavori saranno a suo carico.

Per lo spostamento serve anche la localizzazione di un luogo idoneo nelle vicinanze (questa volta possibilmente al di fuori dalla sua proprietà).
 

nikitaus

Membro Junior
Proprietario Casa
guarda questa e la comunicazione,ma ora che mi ci fai pensare però ,qui c'è scritto anticipo contributi spostamento impianti di rete o presa nn attiva... non avranno capito che viglio spostare il contatore?no dai non penso
 

Allegati

Gianco

Membro Storico
Professionista
Solo ora mi accorgo che siamo "vicini di casa". Comunque devi prima verificare se esiste l'autorizzazione altrimenti li dovresti diffidare perché avrebbero imposto un vincolo senza autorizzazione. La richiesta del versamento, posto che è stata emessa quando l'IVA era al 21% e quindi potrebbe essere cambiato qualcosa era per un intervento a carico tuo, non dovrebbe essere il caso tuo.
 

Salvatore varriale

Membro Junior
Proprietario Casa
salve ,non è una cabina con vari contatori dentro,il mio contatore si trova dentro casa,mentre questo e una scatola quadrata con fili elettrici Enel , solitamente queste cabine si trovano staccate dalle abitazione ,mentre in questo caso io c'è l ho proprio nel muro, ma con una richiesta di accesso agli atti cosa succede,che vado all' Enel , e cercano loro i documenti ?
Non sono d'accordo, perché trattasi di tolleranza, Nel caso del palo, se non c'è stato in accordo firmato e non c'è stato un indennizzo con regolare ricevuta, in caso di necessità devono intervenire, magari con i loro tempi e traslare le loro linee. In particolare mi riferisco alle linee elettriche sistemate su pali interni ad aree edificabili o su condotte, zancate alle pareti di fabbricati da demolire.
L'ENEL e la TELECOM pretendono di sfruttare la proprietà privata senza pagare nulla. Nel mio giardino è stato installato un palo che, comunque, costituisce un limite al mio diritto di proprietà. Ho scritto chiedendo un indennizzo. La risposta è stata che per lo spostamento avrei dovuto sopportare una spesa di un migliaio di euro. Io non ho chiesto di spostare il palo ma di risarcirmi per la limitazione del mio diritto. Dovrei fare causa, ma, con quello che costa la giustizia, è meglio che mi sto zitto.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Non ti consiglio di chiedere indennizzi, perché se un domani avrai necessità di occupare quel sito con un'opera, l'ENEL, forte del fatto che ha acquisito un diritto, non si sposterà.
 

nikitaus

Membro Junior
Proprietario Casa
Solo ora mi accorgo che siamo "vicini di casa". Comunque devi prima verificare se esiste l'autorizzazione altrimenti li dovresti diffidare perché avrebbero imposto un vincolo senza autorizzazione. La richiesta del versamento, posto che è stata emessa quando l'IVA era al 21% e quindi potrebbe essere cambiato qualcosa era per un intervento a carico tuo, non dovrebbe essere il caso o

sì siamo Vicini☺, mi sono arrecata all' ufficio Enel stamattina, e mi hanno consigliato di lasciar perdere, che si spendono un sacco di soldi, il problema e che io li devo aprire una finestra che risulterebbe proprio attaccata alla cassetta Enel... bho non so cosa fare
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
L'ENEL e la TELECOM pretendono di sfruttare la proprietà privata senza pagare nulla.
Non è proprio così "imperativa" la cosa.
Di certo però non si può pretendere di avere certi servizi e poi non accettare le conseguenze.

Te conta che per "pubblica utilità" o ti possono espropriare (comunque con pagamento).
 

griz

Membro Storico
Professionista
esistono dovunque situazioni di strutture dei servizi (Elettrico e telefonico) appese ai muri delle case, solitamente risalgono a molti anni addietro e sono state posate quando avere il servizio era talmente importante che il fatto che i cavi fossero appesi alla casa senza alcuna autorizzazione non era oggetto di considerazione, poi che appendeva i cavi era LO STATO quindi nessuno si sognava di pensare che dovesse essere espressamente concesso.
In forza a questo chi lo ha fatto ha ormai un diritto acquisito e lo considera tale, far spostare questi cavi ha un costo che se si desidera che avvenga è necessario sopportare, loro fanno orecchio da mercante fino a quando non si fa capire che queste strutture costituiscono un problema e lo spostarle è un'esigenza, fortunato è stato Gianco con la sua operazione che ha fatto perchè le condizioni lo hanno permesso
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

dove è il tasto invio per mandare il messaggio che ho scritto
Alto