• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

ralf

Nuovo Iscritto
Se acquisto una casa costruita 12-13 anni fà con le certificazioni elettriche e di riscaldamento di allora ....posso considerarla a norma o devo fare delle modifiche agli impianti per renderli a norma ..... insomma sono in regola secondo le leggi di adesso.?!?!?!?!
Gioia
 

r.dapino

Nuovo Iscritto
Una casa costruita 12-13 anni fa da un punto di vista teorico dovrebbe già disporre di tutte le certificazioni attualemnte vigenti: gli impianti dovtrbbero essere già tutti certificati ai sensi della legge 46/90, la coibentazione termica dovrebbe essere stata realizzata ai sensi della legge 10/91; dovrebbe disporre di collaudo strutturale (se con struttura in ca) ovvero dichiarazione della direzione lavori circa la non applicabilità delle L. 1086, ed essere coerentemente censita in catasto: in assenza di quanto sopra l'edificio non dispone del certificato di abitabilità e gli impianti e/o la struttura non possono essere considerati a norma.
Se dispone di tutto quanto sopra l'edificio è a norma e può tranquillamente essere acquistato.
Attualmente il proprietario deve inoltre mettere a disposizione l'attestato di certificazione energetica: il fatto che un edificio possa ricadere in una classe bassa, non indica necessariamente che non sia a norma, ma più semplicemente che ha una resa energetica bassa ovvero che costa di più riscaldarlo rispetto ad un edificio con classe alta.
 

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
E nel caso di un edificio di quasi 100 anni pertanto costruzione in tufo ecc. e per una eventuale vendita occorrono sempre i certificati di abitabilita e degli impianti a norma?
Grazie
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, io sono cointestatario dell' appartamento in cui vivo, con mia moglie; volendo acquistare un altro appartamento e per usufruire di determinate agevolazioni dovrebbe risultare mia prima casa, pertanto, dovrei lasciare la cointestazione della prima casa. Questa operazione dovrà avvenire tramite atto notarile? ma soprattutto, quanto mi costerà?
Alto