• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Maddy

Nuovo Iscritto
avrei una domanda simile...io sto acquistando casa, l'appartamento in questione è posto in un condominio degli anni 60, il proprietario ha sempre sostenuto di avere impianti funzionanti e a norma, in maniera generica, senza mai dimostrare nulla, e di aver provveduto alla certificazione energetica (puntualizzando sempre sull'onerosita' di tale operazione..) in quanto obbligato a farlo; considerate che le trattative sono iniziate a luglio, e che per motivi di sanatoria stiamo ancora attendendo di poter fare l'atto notarile.
io ed il mio fidanzato abbiamo sempre ricordato al proprietario che in sede di atto notarile dovra' poi portare, oltre alla documentazione riguardante la certificazione energetica, anche il libretto della caldaia..ma oggi l'agenzia immobiliare che ha curato la trattativa ha candidamente affermato che non e' obbligato a farlo.
la domanda e'...e' vero?com'e' possibile che io in quanto nuovo proprietario non abbia il diritto di avere il libretto della caldaia, e di verificare che siano sempre stati fatti i dovuti controlli?
visto che ci sono gia' state spese impreviste, e che il proprietario con una scusa o con un'altra continua a volere altri soldi...ci sta sorgendo il grosso dubbio che lui non porti la documentazione concordata, e che venga fuori in seguito che dobbiamo pagare altri soldi per la messa a norma della caldaia...
insomma..a livello impiantistico, cosa dobbiamo pretendere?
grazie
 

Il Custode

Custode del Forum
Membro dello Staff
Proprietario Casa
Re: Può essere compravenduta una casa priva del libretto di cald

Forza ragazzi una manina a Maddy! :ok:
 

Maddy

Nuovo Iscritto
;) ho fatto il rogito pochi giorni fa...
senza libretto....e vabè...mi è stato spiegato che comunque (anche se ci fosse stato, o il proprietario lo avesse fatto per l'occasione) avrei dovuto rifarlo personalmente in quanto nuova proprietaria dell'immobile...
quindi per il momento sto aspettando che venga un tecnico così farò anche controllare la caldaia :D

meglio risolversela da soli :fico:
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto