1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. carlat47

    carlat47 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Buonasera, spero di avere da qualcuno qualche delucidazione.... e ringrazio tutti quelli che vorranno rispondere al mio quesito.
    Mio figlio, lavora in Olanda presso una società , percepisce lo stipendio, li' e lì paga le tasse alla fonte è cittadino italiano, iscritto all'AIRE, quindi residente in Olanda. In Italia possiede un appartamento che dal primo di gennaio 2015 ha dato in affitto con opzione di cedolare secca.
    Quest'anno dovrebbe quindi pagare le tasse relative al 2015 piu' acconto 2016.
    Come pagare? semplicemente facendo f24? o deve comunque fare modello Unico, dichiarare quanto percepisce di reddito estero e quante tasse già paga alla fonte in Olanda e poi aggiungere anche il reddito dell'affitto immobile in Italia?
    Sono andata all'Agenzia delle entrate, ma nonostante la buona volontà dell'impiegata , alla fine mi ha detto di rivolgermi ad un commercialista....!!!!! ma vorrei capire anch'io cosa c'è da fare e quale strada intraprendere!
    Grazie mille a chi vorrà chiarirmi le idee.
     
  2. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Quindi suo figlio ha residenza fiscale in Olanda; in quanto soggetto non residente che percepisce reddito prodotto in Italia, è tenuto alla dichiarazione con Unico 2016 al quadro redditi fondiari.
    Avendo residenza fiscale in Olanda dovrebbe sottoporre tal reddito anche alle imposte ivi previste; per evitare la doppia imposizione dello stesso reddito, dovrà far riferimento alla convenzione Aja 08.05.1990 ratificata con L. 26.07.1993, n. 305.
     
    Ultima modifica: 28 Aprile 2016
  3. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Convenzione Aja 08.05.1990 ratificata con L. 26.07.1993, n. 305

    Art. 6 Redditi immobiliari

    1. I redditi che un residente di uno degli Stati ritrae da beni
    immobili (compresi i redditi delle attivita' agricole e forestali)
    situati nell'altro Stato, sono imponibili in questo altro Stato.
    2. L'espressione "beni immobili" ha il significato che ad essa
    attribuisce il diritto dello Stato in cui i beni stessi sono situati.
    L'espressione comprende in ogni caso gli accessori, le scorte morte o
    vive delle imprese agricole e forestali, nonche' i diritti ai quali
    si applicano le disposizioni del diritto privato riguardanti la
    proprieta' fondiaria. Si considerano altresi' "beni immobili"
    l'usufrutto dei beni immobili e i diritti relativi a pagamenti
    variabili o fissi per lo sfruttamento o la concessione dello
    sfruttamento di giacimenti minerari, sorgenti ed altre risorse
    naturali. Le navi e gli aeromobili non sono considerati beni
    immobili.
    3. Le disposizioni del paragrafo 1, si applicano ai redditi derivanti
    dalla utilizzazione diretta, dalla locazione o dall'affitto, nonche'
    da ogni altra forma di utilizzazione di beni immobili.
    4. Le disposizioni dei paragrafi 1 e 3 si applicano anche ai redditi
    derivanti da beni immobili di un'impresa nonche' ai redditi dei beni
    immobili utilizzati per l'esercizio di una professione indipendente
     

    Files Allegati:

  4. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Olly sai anche per gli UAE (Dubai) come funziona ?
     
  5. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
  6. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    No. Dovrà presentare il Mod. Unico, con cui dichiarerà il solo reddito prodotto in Italia.
     
    A barbarico piace questo elemento.
  7. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Confermo. Come qui indicato:
     
  8. carlat47

    carlat47 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    GRAZIE!!!! mi avete tolti tanti dubbi, provero' a fare da sola il modello Unico dichiarando i soli redditi prodotti in Italia.
    Questo forum è fantastico! E' sempre molto interessante.....e c'è sempre molto da imparare.
    Grazie ancora e buon fine settimana!
     
  9. matei constanta

    matei constanta Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Allora lo stato italiano ha violato questa convenzione quando ha fatto la legge che i cittadini stranieri residenti in Italia devono pagare le tasse anche per le proprieta che hanno negli paesi di origine.
     
  10. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Assolutamente no, dato che non è legge italiana quella che impone di pagar le imposte nello Stato di residenza fiscale.
    Spetta al Cittadino straniero versare le tasse nello Stato di residenza fiscale (eventualmente in modo diverso e come deciso nella convenzione contro la doppia imposizione). La convenzione non è una ma molteplici sono i trattati bilaterali (tanti quanti son gli Stati con cui gli accordi son conclusi).
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  11. happysmileone

    happysmileone Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    A proposito della residenza fiscale, come tutti gli anni anche questo compilerò ed invierò la denuncia dei redditi di mio figlio che possiede un appartamento in affitto in Italia e che l'anno scorso e' stato iscritto all'AIRE risiedendo negli UAE.
    Nel modello Unico che utilizzerò quale indirizzo dovrò indicare ? Potrò lasciare quello della mia abitazione anche se ormai non risiede più con noi? Mi farebbe comodo che eventuali comunicazioni fiscali pervenissero direttamente alla mia abitazione. L'iscrizione all'AIRE è esaustiva o andranno fatte altre comunicazioni in Italia? ... per il referendum non ha votato perché non gli hanno fatto pervenire la scheda elettorale e l'altro giorno è arrivata a casa mia la sua nuova tessera sanitaria .....
     
  12. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
  13. matei constanta

    matei constanta Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    I redditi che un residente di uno degli Stati ritrae da beni
    immobili (compresi i redditi delle attivita' agricole e forestali)
    situati nell'altro Stato, sono imponibili in questo altro Stato.
    Quindi io residente in Italia, pago tasse da lavoro in Italia. Se ho una casa nel paese di origine, secondo la convenzione di Aja dovrei pagare le tasse relative alla casa nel paese di origine, secondo la legge italiana dovrei pagare in Italia, facendo dei calcoli che devo incaricare un professionista per sicurezza. Poi devo portare dei documenti, che poi devo tradurre, perche se li pago piu di quello che dovrei pagare in Italia allora non pago più niente ma intanto hai già speso soldi per la traduzione, per il professionista che ti fa i conti. Bisogna essere scienziati per capire le leggi italiane,, ma non sono sicura se basta.
     
  14. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La Convenzione non dice che devi pagare in Italia le imposte relative all'immobile che hai in Romania:
    - Le imposte da lavoro, prodotto in Italia, le paghi in Italia
    - Le imposte della casa che possiedi in Italia le paghi in Italia;
    - Le imposte della casa che hai in Romania le paghi in Romania.

    P.S. Le convenzioni sono OCSE.
    Il testo della Convenzione è lo stesso per entrambi i paese contraenti, scritto in 3 lingue diverse: inglese, italiano e, nel tuo caso, in rumeno.
     
  15. matei constanta

    matei constanta Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    No, il governo Monti ha fatto la legge che i cittadini stranieri residenti in Italia devono pagare per le proprieta che hanno negli paesi di origine. C'è un conteggio tutto strano da fare e se la cifra che ti viene è più bassa di quello che paghi, io in Romania, allora in Italia non paghi più niente, se invece la cifra è più alta paghi la differenza in Italia. Ovviamente che per dimostrare quanto pago in Romania devo portare dei documenti da li che poi qua li devo tradurre. La regola vale anche per i cittadini italiani che hanno proprietà al estero.
     
  16. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Lei si confonde con la IVIE che è ben altra cosa (rispetto all'IRPEF su cui si stava discutendo) e che pagano non solo gli stranieri ma anche gli italiani che posseggano immobili all'estero.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  17. barbarico

    barbarico Membro Junior

    Proprietario di Casa
    le "_azzate" di monti sono TERRIBILI!
     
  18. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Eravamo in default! In altri paesi e da noi stessi qualche anno fa andò assai peggio... Non vedo colpe di Monti (con cancrena in atto puoi solo amputare e non tergiversare), ma dei Molti, noi cittadini compresi, che han contribuito al dissesto del Paese.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  19. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Le convenzioni sono trattati bilaterali, che entrano a far parte dell’ordinamento giuridico all'esito di un procedimento di ratifica da parte del Parlamento seguito con legge ordinaria, che conferisce piena e integrale esecuzione al trattato.
    Si basano, principalmente, sul modello di Convenzione elaborato in sede OCSE.
    Un ulteriore modello di riferimento, è quello elaborato in ambito ONU.
    Le lingue variano a seconda dello Stato estero interessato. Per esempio, quella con l'Algeria è stato redatta in italiano e in francese.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina