• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

soIcantellyou

Membro Junior
Proprietario Casa
Qual'e' il modo giusto di comportarsi? Se non si riceve il pagamento nel giorno prestabilito, chiamare subito l'avvocato e far partire un altro sfratto? Qual'e' il modo giusto per far capire che il pagamento deve avvenire nel giorno scritto sul contratto?
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Se non si riceve il pagamento nel giorno prestabilito, chiamare subito l'avvocato e far partire un altro sfratto?
L'inquilino è inadempiente per morosità se non effettua il pagamento entro 20 giorni dalla scadenza (art. 5, l. 392/1978).
Se , ad esempio, sul contratto è previsto che il conduttore si obbliga a pagare il canone in rate mensili anticipate scadenti il giorno 5 di ogni mese, ha tempo per pagare fino al giorno 25.
 

soIcantellyou

Membro Junior
Proprietario Casa
L'inquilino è inadempiente per morosità se non effettua il pagamento entro 20 giorni dalla scadenza (art. 5, l. 392/1978).
Se , ad esempio, sul contratto è previsto che il conduttore si obbliga a pagare il canone in rate mensili anticipate scadenti il giorno 5 di ogni mese, ha tempo per pagare fino al giorno 25.
E dopo i 20 giorni? Qual'e' la cosa giusta da fare?
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
E dopo i 20 giorni? Qual'e' la cosa giusta da fare?
Innanzitutto sollecitare l'inquilino affinché sani la morosità.
Un sollecito formale consiste nell'inviare per raccomandata ar una diffida ad adempiere (per conoscenza anche al proprio avvocato) in cui si dice che se non provvede a sanare la morosità entro un determinato termine (io scrivo 15 gg.) si provvederà all'intimazione di sfratto per morosità e recupero coattivo del credito.
Generalmente gli inquilini morosi non ritirano le raccomandate, quindi io gliene metto una copia nella cassetta delle lettere in modo che ne prenda visione.
Se proprio non paga, allora la pratica passa al legale del locatore per lo sfratto.

Ma prima di arrivare ad una pratica legale (purtroppo lunga e costosa) è opportuno valutare la situazione in cui si trova l'inquilino.
Ha interrotto i pagamenti già da qualche mese? Oppure paga abbastanza regolarmente seppure in ritardo? Per quali motivi: ha perso il lavoro? Spese impreviste per problemi reali, tipo familiari o di salute?

Hai scritto che il tuo inquilino ha già subìto uno sfratto, ma ha pagato.
Adesso come si comporta? Ha accumulato già un certo debito oppure riesce a pagare (magari in ritardo) i canoni di locazione e gli oneri accessori?
 

soIcantellyou

Membro Junior
Proprietario Casa
Innanzitutto sollecitare l'inquilino affinché sani la morosità.
Un sollecito formale consiste nell'inviare per raccomandata ar una diffida ad adempiere (per conoscenza anche al proprio avvocato) in cui si dice che se non provvede a sanare la morosità entro un determinato termine (io scrivo 15 gg.) si provvederà all'intimazione di sfratto per morosità e recupero coattivo del credito.
Generalmente gli inquilini morosi non ritirano le raccomandate, quindi io gliene metto una copia nella cassetta delle lettere in modo che ne prenda visione.
Se proprio non paga, allora la pratica passa al legale del locatore per lo sfratto.

Ma prima di arrivare ad una pratica legale (purtroppo lunga e costosa) è opportuno valutare la situazione in cui si trova l'inquilino.
Ha interrotto i pagamenti già da qualche mese? Oppure paga abbastanza regolarmente seppure in ritardo? Per quali motivi: ha perso il lavoro? Spese impreviste per problemi reali, tipo familiari o di salute?

Hai scritto che il tuo inquilino ha già subìto uno sfratto, ma ha pagato.
Adesso come si comporta? Ha accumulato già un certo debito oppure riesce a pagare (magari in ritardo) i canoni di locazione e gli oneri accessori?
Grazie delle informazioni.

Dopo lo sfratto, ha pagato il primo mese. Il secondo mese con quasi un mese di ritardo ed ora si e' volatilizzato per quest'ultimo mese.

Lo sfratto non e' andato in porto perche' l'inquilino ha pagato gli affitti arretrati. Dovendo essere tutto a suo carico, suppongo che abbia pagato pure le spese legali e quant'altro. Le spese legali, dovrebbero quindi essermi risarcite dal mio legale, o sono perse? L'avvocato non mi ha detto nulla. Dovrei contattarlo per farmi restituire tali costi?
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Dovendo essere tutto a suo carico, suppongo che abbia pagato pure le spese legali e quant'altro.
Se l'inquilino ha sanato la morosità in udienza, ha pagato anche le spese legali per la parte liquidata a suo carico dal Giudice. Che forse non copre tutta la parcella del tuo avvocato, al quale puoi chiedere la documentazione se i conteggi non ti sono chiari.
 

soIcantellyou

Membro Junior
Proprietario Casa
Se l'inquilino ha sanato la morosità in udienza, ha pagato anche le spese legali per la parte liquidata a suo carico dal Giudice. Che forse non copre tutta la parcella del tuo avvocato, al quale puoi chiedere la documentazione se i conteggi non ti sono chiari.
Perdona l'ignoranza.
Gli affitti arretrati sono stati pagati direttamente sul mio conto pochi giorni prima (o una settimana prima dell'udienza). E' cio' diverso dal sanare la morosita' in udienza? In questo modo diventa esente da spese legali?
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Gli affitti arretrati sono stati pagati direttamente sul mio conto pochi giorni prima (o una settimana prima dell'udienza).
Devi chiedere al tuo avvocato come si sono svolti i fatti.

In un caso simile (notifica di sfratto ad un inquilino, che appena l'ha ricevuta mi ha pagato spontaneamente tutti gli arretrati) il mio avvocato, su mia richiesta, non ha iscritto a ruolo la causa e non vi sono state udienze.
Mi sono accordata con l'inquilino che mi ha rimborsato la parcella dell'avvocato per le spese sostenute fino a quel punto. Ma si trattava di un accordo stragiudiziale, raggiunto bonariamente tra le parti.

Chiedi al tuo avvocato (che suppongo tu abbia pagato) come si è conclusa la vicenda.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
A volte l'avvocato durante lo svolgimento degli eventi fin dalla lettera di contestazione chiede di essere pagato dal suo cliente, a volte dimenticando di rendertene conto. Poi alla sentenza il giudice liquida tutti gli oneri legali del tuo legale da mettere a carico della parte soccombente. Molto spesso il legale fa finta di niente e pretende gli onorari liquidati, dimenticando di essere stato pagato abbondantemente precedentemente dal suo cliente. A me è capitato e meno male che l'ho sempre pagato con assegni, per cui gli ho fatto le pulci, quando lui ha sostenuto di avere avito qualche, raro, "fondo spese".
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

i miei due figli sono proprietari (50% ciascuno) di una palazzina con 9 appartamenti e 4 negozi, volendo sostituire la caldaia centralizzata come e cosa possono fare per ottenere il 50%? grazie
dolcenera52 ha scritto sul profilo di mapeit.
Sono vittima di uno stalker!
Alto