1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. thestalker

    thestalker Nuovo Iscritto

    Buongiorno a tutti,

    mi sto scontrando con la compilazione del modello F24 per pagare l'acconto della cedolare secca per il 2012. Come codice tributo sto utilizzando 1845, il problema è che non so cosa indicare nel campo "rateazione/regione/prov/mese rif."

    Da una ricerca su internet ho trovato chi diceva di usare il codice "0101" e chi di lasciare il campo in bianco. Entrambe le soluzioni sembrano non andare bene, visto che sia da home banking (con due banche diverse) sia allo sportello della banca, non mi prendono questi codici.
    Probabilmente devo indicare il mese 06?

    Ringrazio in anticipo per il supporto

    Massimo
     
  2. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
  3. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
  4. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Perchè stai versando con il codice 1845? per l'acconto dovuto a seguito di assistenza fiscale?
     
  5. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    :confuso:

    Cedolare secca: sono tre i codici tributo (1840, 1841 e 1842) da utilizzare nel modello F24 per chi han scelto la tassazione semplificata dei canoni d’affitto: le novità sono contenute nella risoluzione 59/E del 25 maggio dell’Agenzia delle Entrate.
    Possono optare per l’agevolazione fiscale i proprietari di immobili posti in affitto per uso abitativo e al di fuori dall’attività di impresa o di lavoro autonomo.
    In questo modo sarà possibile utilizzare l’F24 per versare un’unica imposta sostitutiva (con la stessa scadenza fissata per le imposte sui redditi) dell’IRPEF e delle addizionali comunale e regionale, nonché delle imposte di registro e di bollo, sui canoni di locazione di immobili abitativi.
    Le aliquote applicate sono del 21%, o del 19% in caso di contratti a canone concordato relativi a immobili che si trovano in Comuni con carenze di disponibilità abitative (Dl 551/1988, articolo 1, comma 1, lettere a e b), oppure in quelli ad alta tensione abitativa (individuati dal Cipe).
    I codici tributo vanno inseriti nella “Sezione Erario”, alla colonna “Importi a debito versati” e in particolare “1840” è valido per la prima rata dell’acconto, da usare entro il 6 luglio; “1841” per la seconda rata dell’acconto o per l’acconto in unica soluzione; “1842“, da indicare per il saldo, può essere utilizzato anche nella colonna “Importi a credito compensati”.
    Cedolare secca e locazioni: i codici tributo in F24 - PMI.it
     
  6. thestalker

    thestalker Nuovo Iscritto

    ciao,
    a chiarimento vorrei precisare che devo versare l'anticipo irper per un contratto in essere dal primo giugno del 2012.
    La mia comprensione è che i codici tributo 1840, 1841 e 1842, fanno riferimento al 2011, mentre io dovrei usare quelli 2012.

    A questo punto mi viene il dubbio anche sul codice tributo :confuso:


    Con Risoluzione 14 maggio 2012, n. 49, l’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo per il versamento, tramite modello F24, ed F24EP delle somme di cedolare secca dovute a seguito di assistenza fiscale.
    Per il versamento tramite Mod. F24, i codici tributo sono:
    • “1845″ – denominato “Imposta sostitutiva dell’IRPEF e delle relative addizionali, nonché delle imposte di registro e di bollo, sul canone di locazione relativo ai contratti aventi ad oggetto immobili ad uso abitativo e le relative pertinenze locate congiuntamente all’abitazione – Art. 3, D.Lgs. n. 23/2011 – ASSISTENZA FISCALE – ACCONTO”;
    • “1846″ – denominato “Imposta sostitutiva dell’IRPEF e delle relative addizionali, nonché delle imposte di registro e di bollo, sul canone di locazione relativo ai contratti aventi ad oggetto immobili ad uso abitativo e le relative pertinenze locate congiuntamente all’abitazione – Art. 3, D.Lgs. n. 23/2011 – ASSISTENZA FISCALE – SALDO”.


    grazie, Massimo
     
  7. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
  8. thestalker

    thestalker Nuovo Iscritto

    il punto è sostanzialmente questo: ho affittato l'immobile <b>dopo</b> aver presentato il 730. per cui non mi è chiaro se usare il codice 1840 o 1845. Il secondo fa riferimento a "somme di cedolare secca dovute a seguito di assistenza fiscale".

    grazie, Massimo
     
  9. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Se devi semplicemente versare la prima rata d'acconto della cedolare secca (non a seguito assistenza fiscale) il codice da utilizzare è 1840. Nel campo “rateazione/regione/prov./mese rif.” si devono riportare come primi due numeri il numero della rata in pagamento seguiti da altri due numeri che indicheranno il numero complessivo delle rate.
     
  10. thestalker

    thestalker Nuovo Iscritto

    grazie 1000.
    Se ho capito correttamente, " a seguito di assistenza fiscale" significa che l'importo da pagare emerge a valle del 730, per cui non è il mio caso.
    grazie, Massimo
     
  11. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Il n'y a pas de quoi!
    Saluti
    dolly:fiore:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina