• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

pepgia

Membro Junior
Proprietario Casa
Un immobile condonato nell'86 di cui agli atti non esistono fotografie, la cui planimetria non riporta una parete portante che è rappresentata chiaramente nella vista della sezione nella documentazione del condono ma non nella planimetria catastale depositata al comune è legittima oppure no?
Il comune potrebbe dire che la rappresentazione della sezione dell'86 è un errore e quindi a fronte di pratica di SCIA in cui si rappresenta la parete nell'ante operam rifiutare di accettare la presenza di quella parete?
Grazie
 

Jan80

Membro Attivo
Professionista
Di norma sulle parti strutturali é più facile pensare a una loro mancata rappresentazione che a una successiva costruzione. Non ho poi ben capito cosa riguardi l'errore: nella sezione dell'elaborato grafico del condono compare la parere ma non ve n'è traccia nella planimetria catastale; ma nella pianta del condono compare oppure no?
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Non c'è dubbio che il tecnico che ha seguito la pratica di condono abbia problemi di vista. Sarà lui a chiarire ed eventualmente integrare e/o rettificare con una sua dichiarazione gli elaborati presenti nella pratica del condono edilizio. Sperando, visto il tempo trascorso, che sia ancora in attività. Comunque andrebbe esaminata tutta la pratica, anche la relazione tecnica che potrebbe chiarire l'arcano.
 

pepgia

Membro Junior
Proprietario Casa
mi domando se ormai essendo stata approvata, anche se non è presente nello stato dei luoghi con una scia in sanatoria posso alzare la parete.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
la cui planimetria non riporta una parete portante che è rappresentata chiaramente nella vista della sezione nella documentazione del condono ma non nella planimetria catastale depositata al comune è legittima oppure no?
Come fa ad essere una parete portante, se non esiste ed addirittura vorresti realizzarla?
La muratura deve apparire nelle piante dell'elaborato grafico del condono edilizio, la sezione potresti averla interpretata male. La sua assenza verrebbe confermata dalla planimetria catastale.
Comunque se la realizzassi oggi commetteresti un abuso edilizio. Ti consiglio di rivolgerti ad un tecnico professionista.
 

griz

Membro Storico
Professionista
se al condono è stato allegato un grafico corretto, questo fa fede, si aggiorna il catasto e tutto è a posto, certo che redigere due planimetrie diverse come documentazione di un condono, dimostra una certa distrazione
 

Jan80

Membro Attivo
Professionista
Il problema della scia in sanatoria (vorrebbe sanare la parete portante e non realizzarla) é che servirebbe anche una pratica sismica in sanatoria. Sarebbe meglio una dichiarazione/asseverazione di un tecnico dell'errore di rappresentazione ma prima è bene interpellare il tecnico per capirci di più. Aspetto ancora una risposta alla mia precedente domanda.
 

griz

Membro Storico
Professionista
secondo me non è necessaria una sanatoria, semplicemente: la planimetria catastale non rappresenta lo stato di fatto reale che è rappresentato invece nel grafico depositato in comune, il catasto si aggiorna e basta
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Certamente quello che conta è l'autorizzazione urbanistica. La pratica catastale è una conseguenza ed ha esclusivamente scopi fiscali.
 

Jan80

Membro Attivo
Professionista
Però io non ho ancora capito se la mancata rappresentazione riguarda solo la planimetria catastale o anche la pianta presente nel condono.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Comunque sia la planimetria catastale deve corrispondere allo stato di fatto, che potrebbe non corrispondere all'autorizzazione urbanistica. In tal caso il titolare è perseguibile per abusivismo edilizio.
 

griz

Membro Storico
Professionista
in effetti l'esposizione del postante non è molto chiara però scrive che nella documantazione del condono la parete è rappresentata ma non è così nella planimetria catastale, da qui le mie risposte
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

angelamura ha scritto sul profilo di elisabetta giachini.
sono proprietaria al 50% di un appartamento di una casa bifamiliare. L'altro 50% e di proprietà del mio ex marito,L'altro appartamento che si trova al piano di sotto e' di proprieta' al 50% sempre del mio ex marito e 50% di mia figlia. Ora ci sono delle spese da sostenere per il tetto della casa. Per quanto io devo partecipare ? grazie
Alto