• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

andyada

Nuovo Iscritto
Salve a tutti, ho un quesito: vorrei prendere un appartamento in affitto, ho letto, tra le varie tipologie di contratto, che esiste una particolare forma di contratto cosiddetto "agevolato".

Che requisiti bisogna avere per poter usufruire di tale agevolazione?
Premetto, la zona è Fiumicino, provincia di Roma, e non sono uno studente...
Grazie in anticipo a quanti coloro correranno in mio aiuto!

Andrea
 

Mariangela Morelli

Membro dello Staff
Fiumicino è comune ad alta tensione abitativa.
Puoi fare quindi un contratto concordato (o agevolato).
Il locatore dovrà praticarti un canone "calmierato" in quanto usufruisce di sgravi fiscali notevoli (30% in meno dell'IRPEF e dell'imposta di registro e la riduzione o eventuale azzeramento dell'ICI - dipende dalla delibera comunale sui tributi).
Ti consiglio di individuare l'immobile che ti interessa e poi di rivolgerti ad una associazione (proprietari o inquilini) per farti fare il calcolo del canone agevolato da applicare.
La durata del contratto minima è 3 anni + 2 (in quanto non sei studente), eventualmene elevabile fino a 6 anni + 2.
Anche tu come inquilino avrai i benefici fiscali ( euro 495,80 annuali di sgravio fiscale se il tuo reddito è contenuto entro 15.493,71 euro annui lordi: euro 247,98 se il tuo reddito è contenuto entro euro 39.987,41 lordi).
Ciò significa che ogni mese recupererai circa 40 o 20 euro di affitto a seconda dei due casi.
Naturalmente per fare il recupero occorre che ogni anno faccia regolamente la denuncia dei redditi .:fiore:
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto