1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. rommel1970

    rommel1970 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    salve, nel caso di cambio di destinazione d'uso di una cantina (c/2) in civile abitazione (senza necessità alcuna di opere murarie in quanto i requisiti sono soddisfatti), quanto potrebbe costare l'operazione? (professionista, monetizzazione del posto auto, oneri, ecc?)
     
  2. RCasarelli

    RCasarelli Nuovo Iscritto

    Si presume che essendo un C/2 magazzino cantina, sia sprovvisto di cucina e/o bagno pertanto un minimo di lavori toccherà considerarli.

    Per i costi in generale bisogna valutare tanti aspetti, difficile fare un 'preventivo' con i pochi dati a disposizione.

    Se mi dai altre info provo a risponderti.
     
  3. rommel1970

    rommel1970 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    innanzittutto grazie. mi spiego: la lungimiranza del costruttore (o l'arguzia, secondo i punti di vista) ha installato placcaggi e scarichi per i servizi, quindi la cucina c'è, il bagno pure. a parte il fatto che il 70% della cantina è contro terra e il 30% è fuori terra, tutto il resto si configura come un appartamento vero e proprio.

    solo che: analizzando il progetto depositato (ho richiesto l'accesso agli atti in comune) c'è una differenza di 15 cm sulla quota del soffitto. il progetto parla di 250 cm, il realizzato ha 265 cm.
    è abuso? quali mosse devo fare prima di procedere all'approntamento del piano casa?
    grazie
     
  4. RCasarelli

    RCasarelli Nuovo Iscritto

    un "dazio" lo dovrai comunque pagare alla Pubblica Amministrazione.

    Per quanto riguarda l'h interna.... dovresti avere almeno 2,70 m x effettuare il CDU...
     
  5. rommel1970

    rommel1970 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    applicherò il PIANO CASA che come disegno di legge, attualmente in discussione in consiglio regionale (sardegna) prevede esplicitamente 240 cm minimi per il recupero degli scantinati e/o sottotetti. da questo punto di vista ci sono.

    ma ciò che mi sta preoccupando, sottolineo, è questo abuso di 15 cm di altezza in più rispetto al progetto depositato in comune (per il quale ho già richiesto accesso agli atti).
    oppure devo chiedere se c'è in corso una variante all'opera e/o un accertamento di conformità?
    in tal caso chi deve richiedere l'accertamento di conformità?
    1. direttamente io al comune?
    2. direttamente io all'impresa?
    3. devo fare un esposto a quale ente?

    non vorrei essere sanzionato, anche perchè, se non fosse stato per il piano casa, non me ne sarei potuto mai accorgere...
     
  6. RCasarelli

    RCasarelli Nuovo Iscritto

    ma è una costruzione recente?
     
  7. rommel1970

    rommel1970 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    concessione edilizia 2007
    anno di costruzione e fine lavori 2009
    rogito dicembre 2009
    scoperta abuso settembre 2011
     
  8. RCasarelli

    RCasarelli Nuovo Iscritto

    beh io una domandina alla ditta esecutrice glie la porrei.. :rabbia:
     
    A rommel1970 piace questo elemento.
  9. rommel1970

    rommel1970 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    sono stato da un tecnico geometra che esercita nel comune dove possiedo l'immobile.
    tra l'altro, è colui che ha accatastato lo stesso.
    quindi: l'accatastamento della cantina è congruente al realizzato = 265 cm
    il progetto architettonico depositato in comune (che mi è stato dato a seguito della richiesta d'accesso agli atti) però, indica 250 cm, ovvero non è veritiero.

    il tecnico non si prende la responsabilità di dichiarare il falso per il conseguimento di una concessione edilizia per il cambio destinazione d'uso, giustamente, e anche lui mi ha rimandato all'impresa (con la quale sono anche in causa per degli allagamenti).

    ho sentito l'avvocato per chiedergli se fosse possibile annullare il rogito (vista anche la mancata consegna dell'ACE e della certificazione degli impianti)

    sono semplicemente confuso!
     
  10. RCasarelli

    RCasarelli Nuovo Iscritto

    come immaginavo...
    fammi sapere cosa ti dice l'avvocato.

    ciao
     
  11. rommel1970

    rommel1970 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    l'avvocato vuole incontrarmi di persona. ovvio. nel mentre ho confrontato quanto ti ho scritto con altri periti, geometri o ingegneri, uno che lavora anche all'urbanistica, ed il verdetto è lo stesso. abuso.

    sinceramente, io non me ne sarei mai accorto sino alla richiesta di accesso agli atti, ovvero chiedendo copia conforme del progetto, ma se volessi fare un accertamento, rischio pure io una sanzione? vorrei farglielo, uno scherzetto, al tizio dell'impresa!
     
  12. RCasarelli

    RCasarelli Nuovo Iscritto

    situazione complessa...
     
  13. geomtupputi

    geomtupputi Membro Attivo

    Professionista
    essendo una cantina parliamo di interrato...o no?
     
  14. rommel1970

    rommel1970 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    è un seminterrato con un metro fuori terra e il resto (165 cm) contro terra...

    Aggiunto dopo 4 minuti ....

    in ogni caso, mercoledì incontro l'avvocato che da quanto ho capito invierà una ennesima lettera al disonesto impresario appellandosi all'art. 134 del testo unico n. 380 ovvero delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia.
    cito testualmente: qualora l'acquirente o il conduttore dell'immobile riscontra difformità dalle norme del presente testo unico, anche non emerse da eventuali precedenti verifiche, deve farne denuncia al comune entro un anno dalla constatazione, a pena di decadenza dal diritto di risarcimento del danno da parte del committente o del proprietario.

    secondo te @geomtupputi, potrebbe essere verosimile?
    se non sistema entro 10 giorni (improbabile) si riprenda la cantina, visto che non potrò convertirla in abitazione per via del piano casa. considerata l'umidità che sale per capillarità e che non mi ha dato certificazione degli impianti e ACE vorrei risolvere il contratto e annullarlo
     
  15. geomtupputi

    geomtupputi Membro Attivo

    Professionista
    l'abuso di cm 15 in più rispetto a quanto dichiarato sul progetto non implica difficoltà se nel progetto originario era previsto un metro fuori terra, in quanto ai fini della volumetria realizzabile quelle interrate non si computano.
    per quanto riguarda la carenza o la mancata consegna dell'ACE e/o della certificazione degli impianti DEVI sollecitare. Ricordo che se hai l'agibilità quella comprende la certificazione degli impianti, l'ACE è a parte
     
  16. rommel1970

    rommel1970 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    sì, ma cosa debbo fare per regolarizzare il tutto? non credo sia ammissibile che, se io fossi minatore, scavassi altri due metri sotto terra realizzandomi una ghiacciaia...
    devo forse provvedere ad un accertamento di conformità?
     
  17. geomtupputi

    geomtupputi Membro Attivo

    Professionista
    beh ti consiglio di scrivere all'impresa esecutrice, al progettista e al direttore dei lavori xkè non hanno rilevato la difformità e quindi devono procedere loro senza alcuna spesa a Tuo carico, prima ke passi molto tempo e possono insinuare ke la variazione dell'altezza l'ha fatta Lei :D L'esempio del minatore è errato xkè x qualsiasi costruzione anche interrata va richiesta l'autorizzazione...
    Più di questo non riesco a dirLe, servirebbe vedere la documentazione agli atti.
     
  18. rommel1970

    rommel1970 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    concludendo. mercoledì sarò dall'avvocato col quale redigerò una lettera i cui estremi possono essere riassunti in questi estremi: a fronte della casuale constatazione della difformità tra progettato e realizzato in merito all'altezza del locale cantina, ecc, (250 cm progettato, 265 realizzato ed accatastato) si attende una risposta su cosa l'impresa da voi rappresentata intende fare per la regolarizzazione di quanto rilevato difforme.
    dopodichè, trascorsi dieci giorni dal ricevimento della presente, si intende procedere secondo quanto recita l'art. Art. 134 (L) - Irregolarità rilevate dall'acquirente o dal conduttore
    (Legge 9 gennaio 1991, n. 10, art. 36)
    Qualora l'acquirente o il conduttore dell'immobile riscontra difformità dalle norme del presente testo unico,
    anche non emerse da eventuali precedenti verifiche, deve farne denuncia al comune entro un anno dalla
    constatazione, a pena di decadenza dal diritto di risarcimento del danno da parte del committente o del
    proprietario.

    che ne dici?

    in questo caso gli metterei il sale sulla coda ma regolarizzerei la mia posizione nei confronti del comune.

    riguardo ACE e 37/2008 altro che richiesti: c'è già una causa in corso!
     
  19. geomtupputi

    geomtupputi Membro Attivo

    Professionista
    quindi il fuoco è già bello caldo!!!
    facci sapere come va a finire!
    saluti
     
  20. rommel1970

    rommel1970 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    oggi è partita la lettera dell'avvocato rivolta all'impresa: descrizione della situazione / abuso e quindici giorni di tempo per "sanare" la questione. dopodichè, si procederà ai sensi dell'art 134 del testo unico per l'edilizia, ecc ecc..
    ovviamente io procederò, a meno che si riprenda la cantina e mi offra degna controfferta
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina