• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

valerio1982livorno

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Buongiorno a tutti
Nel 2012 ho acquistato un appartamento (come abitazione principale) in a/2 con due pertinenze ossia 2 ripostigli esterni che erano stati autorizzati previa regolare concessione del comune nel 1991:
la particolarità è che leggendo la concessione si parla di 2 ripostigli ma nello stato reale ne è stato edificato solo 1 mentre l’altro (che è subito attaccato) non è mai stato creato ma cè solo il terreno e per quanto ne so il precedente proprietario non ha mai avuto l’interesse a crearlo.
Inoltre ci tengo a precisare che possiedo di entrambi i ripostigli (uno di 7 e l’altro di 8 metri) anche le planimetrie e le visure catastali e qui mi sorge un altro dubbio perche dalle visure si vede che il ripostiglio esistente è in c/2 mentre l’altro (ossia quello dove cè solo il terreno) è in c/6 ma forse perche essendo quello piu esterno è subito prossimo al vialetto di accesso e quindi probabilmente hanno considerato il passo carrabile anche se le auto non possono accedervi ma solo le bici e moto oppure per questioni fiscali.
In conclusione vorrei chiedervi visto che secondo la documentazione in mio possesso il secondo ripostiglio risulta (ma non è cosi) posso crearlo senza chiedere permessi a nessuno ?
Secondo voi perche è stato messo in c/6 ?
un altro dubbio che mi sorge è se dalle planimetrie del comune ci sia coerenza con quelle del catasto ma visto che cè una concessione comunale mi verrebbe da pensare che anche in quelle risultano entrambi i ripostigli.
Grazie e saluti
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
C/2 Magazzini, locali di deposito, C/6, autorimesse.
Evidentemente il tecnico che ha redatto le planimetrie ha indicato le suddette destinazioni. L'assenza di un locale potrebbe dipendere:
- dall'accatastamento in corso dei lavori, mai portati a termine, con conseguente grave errore del tecnico per dichiarazione mendace;
- demolizione dell'immobile senza la conseguente comunicazione in catasto.
Evidentemente la situazione urbanistica e catastale devono coincidere: o presenti la pratica di demolizione in comune ed in catasto, o regolarizzi soltanto in catasto.
 

valerio1982livorno

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
sig. gianco
la ringrazio per la risposta
dato che il mio interesse sarebbe quello di creare il ripostiglio mancante se come dice lei la situazione urbanistica e catastale coincidono nel nel senso che su entrambe risulta sto benedetto ripostiglio lo posso edificare senza permessi vari ?
 

Daniele 78

Membro Storico
Professionista
C’è gia stato un problema per il fatto che è stato acquistato un immobile nel 2012 non completamente corrispondente a catasto è permessi edilizi e tecnicamente l’atto sarebbe stato NULLO, a meno che fosse stato citato in atto la presenza di un solo ripostiglio al posto di due.
 

valerio1982livorno

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
nessuno ha ancora risposto alla mia domanda e cioè:
se sulle planimetrie del catasto e del comune risultano 2 ripostigli ma nello stato reale ce ne solo uno è corretto creare il secondo per mettere le cose in regola ?
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Contatta un tecnico , e fagli verificare per bene la situazione attuale.
Ti dirà cosa puoi, o devi, fare.
Potresti anche chiedere al precedente proprietario le spiegazioni che, sbagliando, non hai richiesto all’epoca del tuo acquisto.
In ogni caso se il secondo “vano” autorizzato è un c/6, non è un ripostiglio, ma un box auto.
probabilmente hanno considerato il passo carrabile anche se le auto non possono accedervi ma solo le bici e moto oppure per questioni fiscali.
Direi per questioni fiscali, visto che sono esenti da IMU le pertinenze della prima casa, ma solo una per categoria; quindi il secondo vano , se accatastato sempre come c/2, sarebbe stato soggetto alle normali imposte.

Parli di “appartamento”, quindi non è chiaro se sei in condominio.
Direi che devi approfondire , prima di intraprendere qualunque iniziativa.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Vista l'irregolarità, noi possiamo solo prospettarti i problemi ai quali andrai incontro. Un tecnico locale avrà la possibilità di esaminare attentamente la documentazione e consigliarti la soluzione di conseguenza, addossandosi le relative responsabilità.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
nessuno ha ancora risposto alla mia domanda e cioè:
se sulle planimetrie del catasto e del comune risultano 2 ripostigli ma nello stato reale ce ne solo uno è corretto creare il secondo per mettere le cose in regola ?
se, come hai scritto tu, il locale ha la concessione edilizia dal 1991 secondo me puoi costruire. Se dovessero venire i vigili dell'abusivismo edilizio gli fai vedere le concessioni e le risultanze catastali. Puoi anche sostene che stai ricostruendo per coibentare il locale.
 

Aidualc

Membro Junior
Professionista
Magari il C/6 esistente identifica il tuo posto auto scoperto (e non un locale deposito), quindi la situazione reale sarebbe già coerente con le carte.
 

valerio1982livorno

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
grazie aidualc
è quello che ho pensato anche io ma il fatto è che questa pertinenza non da la possibilita alle auto di accedere in quanto il vialetto di accesso è molto stretto e da la possibilita di accedere solo a pedoni e bici e motocicicli:
puo un parcheggio per bici e motocicli essere considerato un c/6 ?
se si allora sarebbe tutto in regola
 

valerio1982livorno

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
un saluto a tutti
oggi sono stato dal tecnico e mi ha dato queste informazioni:
secondo lui è una pratica fattibile senza grossi problemi e per procedere si deve per prima cosa richiedere la scia e nel frattempo si puo procedere all'edificazione del ripostiglio;
una volta terminata l'opera meraria prima di chiudere la scia si procede a presentare un accatastamento mappale facendo risultare che da due unita (una c/6 e una c/2) diventa un vano unico che probabilmente verra identificato in C/6 in quanto è la categoriA con rendita maggiore.
per questa operazione c'è da affrontare una spesa complessiva di circa 900 euro di cui 300 di scia e 700 di mappale e in teoria non dovrebbero esserci spese comunali.
l'unico dubbio che aveva è se eventualmente c'era da presentare una pratica al genio civile in quanto la zona interessata è sismica e se fosse occorrerebbero altri 1000 euro.
voi cosa ne pensate ?
vi sembrano prezzi corretti per questo tipo di pratica ?
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Non capisco perché vorrebbe presentare C/6 per entrambi i locali a meno che non siano necessari.
 

valerio1982livorno

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
sinceramente non lo capisco neanche io mi ha detto perche è la categoria con rendita maggiore ma a parte questo per il resto le sembra tutto in regola ?
piu che altro la parte che concerne la pratica al genio civile non le sembra eccessiva ?
 

valerio1982livorno

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
ho fatto alune ricerche in comune e catasto e i risultati sono i seguenti:
in comune risulta regolarmente denunciato come ripostiglio in muratura regolarmente edificato secondo la concessione del 91 e anche sulla planimetria è presente.
secondo il catasto invece secondo la visura e la planimetria risulta ma come c/6 ossia posto auto scoperto e sull'estratto mappale non risulta niente e quando dico niente intendo che non solo non risulta il mio ma neanche li altri 42 ripostigli risultano:
ho provato consultare un paio di tecninci che mi indicano 2 soluzioni:
il piu semplice mi suggerisce di edificare il ripostiglio secondo la planimetria del comune e una volta terminato fare il docfa e mappale in modo da cambiare la destinazione da c/6 a c/2 e inserirlo sul mappale.
il secondo mi suggerisce di edificarlo sempre secondo la planimetria comunale ma per quanto riguarda il catasto mi da un indicazione diversa ossia il docfa lo si puo fare regolarmente ma per quanto riguarda il mappale lo dovrei fare insieme a tutti li altri proprietari degli altri ripostigli in modo da regolarizzare il mappale per tutti perche se lo dovessi fare soltanto io potrebbe avere delle contestazione dall agenzia delle entrate
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Ti consiglio di richiedere l'elaborato planimetrico del mappale interessato e l'elenco dei subalterni. Li vedrai se anche gli altri ripostigli o posti auto sono stati accatastati.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Scusate l'ignoranza , ma a seguito di una richiesta mutuo e di attesa delibera, oggi il direttore mi ha detto che il mutuo è in delibera ... sapete esattamente cosa significa
Claudia85 ha scritto sul profilo di Gianco.
Scusi Gianco, cosi siamo in privato? Non vorrei allegare pubblicamente per privacy
Alto