• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Giulyetta

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
#1
Grazie per l'aiuto che riuscirete a fornirmi.
Sono stata contattata 10 giorni fa dall'amm.re condominiale del palazzo dove abito per avvisarmi che l'appartamento sotto al mio era completamente allagato e danneggiato da infiltrazioni d'acqua provenienti dal mio appartamento e che l'acqua era arrivata finanche al piano sottostante ancora.
Io sono proprietaria del terzo piano e sono stati coinvolti secondo e primo piano.
Premetto che l'appartamento del terzo piano è arredato ma completamente disabitato non c'è luce e non ci sono utenze attive e i proprietari passano a distanza di mesi e mesi per verificare lo stato dell'appartamento.
Io appena sono venuta a conoscenza del danno ( tra l'altro da parte del proprietario del primo piano e non da loro) ho tempestivamente chiuso l'acqua di casa, adesso chiedono i danni che l'acqua filtrata per mesi ha ovviamente procurato all'arredo e alle porte.
Ma mi chiedo per una loro negligenza è corretto che io paghi tutto questo? Minacciano azioni legali.
 

Franci63

Membro Assiduo
Proprietario Casa
#2
Premetto che l'appartamento del terzo piano è arredato ma completamente disabitato non c'è luce e non ci sono utenze attive e i proprietari passano a distanza di mesi e mesi per verificare lo stato dell'appartamento.
Immagino che ti riferisca al secondo piano, non al terzo, di cui hai detto sopra essere tu la proprietaria.
Ma mi chiedo per una loro negligenza è corretto che io paghi tutto questo?
Quale negligenza ? Non c'è dovere di controllare che altri non facciano danni.
Purtroppo tu hai creato un danno (se davvero dipende dall’acqua del tuo impianto), e sei responsabile per i danni prodotti.
La negligenza non è del danneggiato .
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#3
E purtroppo sono dalla parte della ragione, perché dei problemi legati al tuo immobile solo tu sei responsabile. Loro possono solamente lamentarsi e sollecitarti perché tu intervenga a rimediare. I danni causati dal tuo immobile sono imputabili solamente a te.
 

Giulyetta

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
#4
Se io fossi stata avvisata tempestivamente il danno sarebbe stato minore ovviamente, ecco perché dico negligenza, io come faccio a sapere che un tubo sotto il pavimento si rompe, non si è allagato il mio bagno.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#5
La tua proprietà la devi gestire tu. Non puoi imputare agli altri se un problema che sorge per una carenza di manutenzione del tuo immobile, provoca danni a tua insaputa.
 

Giulyetta

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
#7
Ripeto io non nego la mia responsabilità nel risarcire i danni della tinteggiatura, ma i danni dei mobili sono stati procurati dall'acqua che è filtrata per mesi e mesi senza che nessuno ne venisse a conoscenza, c'è la muffa alle pareti dall'umidità prodotta.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#8
Prima che l'acqua zampilli, generalmente manifesta perdite che lasciano la traccia sull'intradosso del solaio sottostante, per cui c'era la possibilità di intervenire immediatamente. Sarebbe bastato essere previdenti, chiudendo la saracinesca principale. Purtroppo questi pensieri vengono quando è ormai troppo tardi!
 

Franci63

Membro Assiduo
Proprietario Casa
#9
Se io fossi stata avvisata tempestivamente il danno sarebbe stato minore ovviamente, ecco perché dico negligenza, io come faccio a sapere che un tubo sotto il pavimento si rompe, non si è allagato il mio bagno.
Capisco il tuo disappunto, ma non puoi imputare nessuna negligenza ad altri.
Di solito, per evitare questi problemi, si stipulano apposite assicurazioni.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
#10
Ripeto io non nego la mia responsabilità nel risarcire i danni della tinteggiatura, ma i danni dei mobili sono stati procurati dall'acqua che è filtrata per mesi e mesi senza che nessuno ne venisse a conoscenza, c'è la muffa alle pareti dall'umidità prodotta.
Non puoi pretendere che qualcuno abiti dove non ha residenza... e i mobili si danneggiano ben prima dei muri
Se la perdita è stata così rilevante avresti dovuto accorgerti dei consumi anomalii.

Spieghi che immobile ed impianti sono nuovi... tu sei responsabile in prima battuta ma puoi tentare di coinvolgere chi ha eseguito i lavori.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
#13
Non sempre la quantità degli interventi coincide con la qualità, specie se non si leggono con un minimo di attenzione e discernimento le domande.
Cara @Giulyetta , hai tutta la mia comprensione: non si tratta di tua negligenza. Questa si chiama ... scalogna.
Come suggeriva Franci, questi sono i casi dove è opportuno stipulare una assicurazione
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
#15
La mancata cura per tanto tempo e l'adozione delle necessarie precauzioni.
Manutenzione di cosa l'appartamento è di nuova costruzione
A casa mia "nuova costruzione" significa terminato da poco e quantomeno entro i tempi di validità della garanzia.

Ps.
Esistono delle "precauzioni"...ma quale "cura" hanno inventato per tubature sottotraccia???
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
#16
Scusa Gianco, ma cosa non è ammissibile è perseverare nel voler non capire
Spero non capiti a te un incidente come questo descritto
Costruzione recente, quindi degrado impianti non possibile
Perdita occulta verosimilmente sotto pavimento ( tu hai una sorta di radar?)
Alloggio sottostante disabitato

Ma aggiungo di più: Poteva benissimo essere stata originata a livello di colonne di distribuzione riscaldamento, nel qual caso sarebbe stata imputabile al condominio. (Non è detto che chiudendo la sua acqua si sia interrotto il processo: salvo al piano sottostante piovesse letteralmente acqua)
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
#17
Una svista è sempre possibile in una lettura veloce...ma se chi fa tanto la morale poi commette lo stesso errore la gaffe diventa madornale..
Io appena sono venuta a conoscenza del danno ( tra l'altro da parte del proprietario del primo piano e non da loro) ho tempestivamente chiuso l'acqua di casa
Se chiudendo l'acqua lo "stillicidio/innondazione" è terminato significa che non è una perdita condominiale.
Poi negli edifici moderni di piccole dimensioni gli impianti sono separati ...tanto più se sono "termoautonomi".
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
#18
Un conto è una svista, un conto reiterare nell'errore

Quanto a a chi ha l'abitudine di rifare la punta agli spilli, commette spesso anche lui il medesimo errore di superficialità nel non voler leggere o capire ciò che è scritto in inciso.
(Non è detto che chiudendo la sua acqua si sia interrotto il processo: salvo al piano sottostante piovesse letteralmente acqua)
Ognuno poi è libero di fare le proprie ipotesi: ma visto che contesti la mia (per altro ipotetica) , spieghi cosa ti faceva pensare che l'edificio fosse di piccole dimensioni, con impianti separati, ... e termo autonomi?
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
#19
Scusa Gianco, ma cosa non è ammissibile è perseverare nel voler non capire
Non ho condannato a morte nessuno: ho semplicemente detto che l'impresario interverrà per rimediare, ma non accetterà certamente di pagare i danni subiti dagli inquilini dei due piani inferiori protratti nel tempo, che si sarebbero certamente limitati se avesse adottato le opportune precauzioni.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
#20
Sempre perchè ci si basa su quanto scrive @Giulyetta:

1-se chiudendo l'acqua non si fosse interrotto l'allagamento sarebbe stato palese che non dipendeva dal suo impianto. Vi è nulla da "capire" nell'inciso perchè è una ipèotesi ridicola. Se la perdita non fosse stata "rilevante" (sostanziale) i danni si sarebbero limitati all'unico eventuale mobile sotto il punto di rottura o immediate vicinanze.
Dubito che si preoccupi del costo di un solo mobile.

2-ipotizzo per deduzione che l'immobile non conti molte unità sempre perchè scrive che è proprietaria del 3° piano. Sempre una ipotesi ma molto più probabile.
Attendiamo le precisazioni dell'interessata...se vorrà fornirle e vediamo chi ha dedotto la realtà.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Buonasera, volevo dirvi che è in dirittura di arrivo l'acquisto dell'appartamentino attiguo a quello in cui abita mia figlia. dovendo procedere alla fusione mi chiedevo se fosse possibile aprire una porta tra i due balconi piuttosto che all'interno degli appartamenti. Grazie a chi mi darà una risposta circostanziata.
moralista ha scritto sul profilo di Tiziano71.
Avete steso un verbale della situazione dell'immobile, cosa avete concordato al momento della consegna?
Alto