1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. nadietta

    nadietta Nuovo Iscritto

    Ciao a tutti!
    A Gennaio 2009 ho firmato il compromesso per l'acquisto di una casa e la data prevista per il rogito era ENTRO il 31 gennaio 2010. Il notaio mi ha fissato la data per il 30 dicembre 2009 e a me, per vari motivi :soldi: , va benissimo. I venditori invece sostengono che il rogito deve essere fatto il 31 gennaio 2010 o al massimo qualche giorno prima.
    Secondo voi, loro possono rifiutarsi di anticipare il rogito?
    Grazie mille a tutti!
     
  2. carlo.b

    carlo.b Membro Attivo

    Ciao nadietta,
    se come dici la data del 31 gennaio 2010 è quella entro la quale deve essere stipulato il rogito, va intesa come data ultima per la stipula. Nulla vieta che le parti possano perfezionare l'atto anche prima di tale data. Bisognerebbe capire quali sono le motivazioni per cui i venditori tendono a posticipare visto che sono la parte che prende i soldi.
    Saluti.
    Carlo
     
  3. ralf

    ralf Nuovo Iscritto

    ciao nadietta,certamente possono rifiutarsi,avranno certamente motivi a te "oscuri" ma un motivo è sicuro.Lo occupano loro?
     
  4. Alessandro Cagnoni

    Alessandro Cagnoni Nuovo Iscritto

    ha ragione il supporter :disappunto: :disappunto:
     
  5. michelemichela

    michelemichela Nuovo Iscritto

    Come venditore anch'io ho fatto il compromesso lo scorso ottobre con data rogito entro il prossimo 30 giugno. I miei compratori vorrebbero andare a rogito anche subito. Io invece ancora in fase di trattativa, ho dichiarato la motivazione di tale data. Nel mio caso semplicemente far finire l'anno scolastico al bambino di 8 anni.
     
  6. nadietta

    nadietta Nuovo Iscritto

    Grazie a tutti quelli che mi hanno risposto.
    Effettivamente i venditori vogliono restare nell'appartamento fino all'ultimo perché non riescono a traslocare prima.
    Noi invece dobbiamo assolutamente rogitare entro la fine dell'anno per avere la possibilità di accedere ad un mutuo a tasso agevolato.
    Noi compratori siamo anche disposti a rogitare a dicembre e poi entrare quando la casa si libera ma qui sorge un altro problema.. Come potremmo fare per "formalizzare" questo accordo: nel senso che a noi va bene che i venditori rimangano nell'appartamento senza doverci assolutamente nulla (tranne i loro consumi relativi alle varie utenze)ma é possibile stipulare una scrittura privata per regolarizzare questa situazione un pò inusuale in modo da sollevarci da eventuali responsabilità?
    Uff... che stress questa compravendita!
     
  7. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Se i venditori son d'accordo potresti rogitare entro dicembre, diventare formalmente proprietaria, e prendere in consegna l'immobile a fine gennaio. Questa soluzione però comporta il rischio che poi non se ne vadano e che devi fare azione giudiziale per mandarli via. Potresti tutelarti non pagando l'intero importo della compravendita ma lasciare una cifra tda pagare alla consegna con eventuali penali giornaliere se non vanno via. Naturalmente tutto ciòvale solo se i venditori sono in accordo (sei tu che vuoi anticipare il rogito e non loro che vogliono posticipare la consegna). Inoltre mi sembra di aver capito che vuoi anticipare per avere delle condizioni di mutuo più vantaggiose. In questo caso non so se la soluzione da me proposta va bene anche alla banca.
    Spero di non averti confusa e ... in bocca al lupo.
    PS: cambiare casa è un po' cambiare vita (di solito in meglio)
    Jrogin
     
  8. andreac

    andreac Nuovo Iscritto

    Ciao a tutti,

    l'ipotesi di rogitare l'immobile e contestualmente al rogito sottoscrivere un contratto di comodato gratuito che consenta ai venditori di restare nella loro "vecchia" abitazione regge secondo voi?
    altrimenti come dice Jrogin "..Potresti tutelarti non pagando l'intero importo della compravendita ma lasciare una cifra da pagare alla consegna con eventuali penali giornaliere se non vanno via.." questa sembra una buona soluzione..
     
  9. pantaleo

    pantaleo Nuovo Iscritto

    :disappunto: cara nadietta io capisco che tu abbia necessità di rogitare un mese prima della data stabilita nel compromesso per avere un tasso agevolato dalla banca ma se il venditore si rifiuta con ragione non proporle di rogitare e lasciarlo dentro perchè potresti avere delle brutte sorprese io parlo per diretta esperienza non finisci più con gli avvocati auguri.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina