1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. pellizzoni giuseppe

    pellizzoni giuseppe Membro Attivo

    Professionista
    buon giorno a tutti, so che avrete risposto 1000 volte a questa mia domanda, ma non ho trovato l'argomento sul forum o forse non l'ho visto io. Comunque vorrei sapere, se il promissario acquirente non rispettasse il giono prefissato per il rogito perderebbe la caparra ? e il promittente venditore sarebbe libero di vendere a altre persone l'immobile? grazie 1000
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Il promissario potrebbe anche far pervenire un certificato medico, come causa per il mancato rispetto del giorno prefissato.
    Pertanto è preferibile inviare una diffida, tramite racomandata A/R, ad adempiere entro 15 gg. trascorsi i quali il contratto si intende risolto.
    Quindi perdita della caparra e libertà di vendere a terzi.
     
    A Daniele 78 e alberto bianchi piace questo messaggio.
  3. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Bravu Jerry, aici si narad !
     
    A JERRY48 piace questo elemento.
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Nosu narausu narada.
     
  5. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Manzoni si buttò nell'Arno per purificare la Sua lingua !
    Tu dove potresti buttarti ? Nel Rio Mannu ?
     
    A bolognaprogramme piace questo elemento.
  6. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    L'Arno esti prus mannu del Rio Mannu ed io son prus mannu del Rio Mannu.:triste:
     
  7. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La Lingua ebraica prima di diventare Lingua Ufficiale dello Stato di Israele venne "depurata" da tante parole dialettali e dalla morfologia lontanissima dal classico.
    Lo stesso fenomeno è avvenuto in Romania che nel corso del secolo XVIII venne depurata da tante storture di origine contadina ed influenze russe e turche, per lungo tempo paesi dominatori.
    La Lingua Inglese ebbe analogo lavoro di pulizia con l'oriundo siciliano Guglielmo Scrolla-Lanza , massimo commediografo albionico, e con il Re Giacomo con la traduzione della Bibbia.
     
  8. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non è una questione di grandezza, ma una questione di purezza e riconoscimento da parte della maggioranza del popolo e degli studiosi.
    Mi pare che anche in Sardegna prima di dichiarare il dialetto nuorese lingua ufficiale abbiano fatto un'opera di pulizia soprattutto nella morfologia e nella sintassi creando un rapporto più stretto con il Latino.
    Il campidanese, pur essendo parlato dalla maggioranza dei sardi, viene considerato subalterno.
     
  9. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Il fatto è che quì in Sardegna la nostra lingua non potrà essere mai purificata, depurata e unificata assolutamente, in quanto, e immagino lo sappia anche tu, che anche parole di Morgongiori cambiano ad Ales che dista 6 Km e così S. N. Arcidano e Terralba quasi stessa distanza.
    Insomma la nostra lingua è un guazzabuglio di dialetti indescrivibili e si fa fatica a comprendersi l'un l'altro. Immagina un Campidanese come me che parla con un logudorese o Sassarese o Carlofortino (che di sardo poi non ha niente).
     
    A bolognaprogramme piace questo elemento.
  10. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Citami un vocabolario italiano - sardo che non abbia almeno 5 o 6 varianti e pronunce di un qualsiasi vocabolo.
    Dimmi dove posso comprare il vocabolario italiano - nuorese e corro subito a comprarlo.
     
  11. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Io molte parole, apparentemente strane, le conosco e le capisco attraverso la conoscenza di altre lingue, come il catalano, il castigliano, gallego, francese, e dialetti del Nord Italia data l'affinità con il Provenzale.
    Certe parole si trovano in America latina ma non in Spagna, altre le trovi nelle Novelle di Garcia Marquez (in lingua originale).
    Mi sapresti spiegare, per te, cosa significa, lindiroso (parola sentita in Ecuador) che dovrebbe esistere anche nel sardo ma con significato differente ?
     
  12. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Mia moglie ed io facciamo parte di una Compagnia teatrale sarda, sai quanta fatica facciamo alla prima lettura di una qualsiasi commedia di Antonio Garau di Oristano.
     
  13. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    sai che Garau è un tipico cognome catalano ? Ti sembrerà strano ma è originario di Perpignan, Francia sud occidentale, un tempo terra catalana. Il fotografo ufficiale della casa Reale di Spagna si chiama appunto Garau.
    Come pure Mereu è catalano.[DOUBLEPOST=1397145785,1397145598][/DOUBLEPOST]Bé, ara vaig arreu per la ciutat !
    A si liggi a crasi !
     
  14. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Sì.
    Forse volevi scrivere Lendinoso, nel meridione lindirosu, pieno di lindiri.
    Bè, immoi bai e anda arreu me in sa bidda
    Giustu ....a si liggi ecc...
     
  15. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Da noi Piras Cortes Salvatore. Lampante l'origine.
    E' chiaro che abbiamo subito molte influenze linguistiche, ad iniziare dal neolitico...all'odierno campidanese storpiato dagli emigrati ritornati in Sardegna con sulla lingua qualche parola torinese dove lavoravano nella Fiat o da Roma a fare le badanti, serbidorasa ed altro.
     
  16. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Più corretto il termine tzeraccas (pronuncia di Valencia) o
    tzaraccas (pronuncia di Barcellona).

    Piras non è iberico ma puro sardo derivato dal latino. Cortés o Cortéz, sì.
     
  17. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Stavo ascoltando David Barret col suo violino e ho visto la tua notifica.
    Piras Cortes Salvatore era il nonno di mia moglie, volevo solo rimarcare Cortes e quelli che avevano questi cognomi erano anche, sentito dire discendenti di casate nobili.
    Tzaraccasa è dire serbidorasa, ma si usava in senso un pò più negativo non vorrei dire dispregiativo, era più umiliante per loro essere etichettate così.
    Ascolta su youtube David Garret, è fenomenale.
     
  18. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Molto Bravo David Garrett, si discosta molto dal violino classico, assomiglia, almeno all'inizio, alla Milonga Porteña
    Nel complesso, bravo.
     
  19. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Noi, nel circondario di Cagliari, abbiamo un caso particolare. A Sinnai, che dista circa 8 km da Cagliari, nel parlare raddoppiano la "l" e la "n". I paesi circostanti che distano 1, 2 km non risentono di questa caratteristica. Per intenderci, Solone diventa Sollonne.
     
  20. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Questi bontemponi di pensionati super, una ne pensano cento ne fanno
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina