1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. gianca71

    gianca71 Nuovo Iscritto

    Tizio si occupa quotidianamente da anni di accudire una anziana signora. Ha la delega al fine di eseguire operazioni bancarie e postali. L'anziana signora tempo fa ha chiesto di trasferire il denaro che lei aveva nel suo libretto postale (una cifra quasi a cinque zeri) al conto dello stesso Tizio. Quando la signora non ci sarà più, Tizio dovrà preoccuparsi di eventuali recriminazioni da parte dei parenti della signora? E se si, quali sarebbero gli accorgimenti da adottare oggi?

    Grazie per le risposte
     
  2. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    se Tizio non vuole problemi deve semplicemente lasciar perdere. se trasferisce i soldi sul suo conto può essere accusato di "appropriazione indebita" avendo la gestione del conto della signora. non c'è infatti alcuna ragione seria che possa supportare una simile operazione se non impedire ai familiari di disporre in futuro di queste cifre. ora se è questo l'intento della signora meglio modeste e ripetute donazioni.
     
  3. onesense

    onesense Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Perché appropriazione indebita? Se la signora non è interdetta è libera di fare dei suoi soldi ciò che vuole.
    I problemi sono invece:
    - valutare se c'è da pagare l'imposta sulle donazioni;
    - valutare se c'è lesione di legittima per i parenti.
     
  4. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    perchè sembra che se la faccia da solo. se la signora ha figli e nipoti non credo gradiranno. se non li ha un bel testamento e fa dei suoi soldi ciò che vuole. oppure una bella donazione che però richiede l'intervento di un notaio che verifichi, in primis, la capacità di intendere e volere della signora, e ponga Tizio al riparo da qualunque pretesa di eredi non legittimari.
     
  5. onesense

    onesense Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Arianna, non credo che per donare una somma di denaro sia necessario il notaio (e cmq il pieno possesso delle capacità mentali si presuppone fino a prova contraria).

    Poi potrei anche sbagliarmi
     
  6. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    mah. io sapevo che per cifre consistenti, qui si parla di 5 zeri, serviva. ma non sono un notaio.
     
  7. onesense

    onesense Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Neanche io... purtroppo!!!
     
  8. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    E' NECESSARIA una dichiarazione scritta e registrata da un notaio : senza questo doc i parenti,in occasione della scomparsa dell'assistita,potrebbero incriminarti penalmente : lo stesso dicasi per l'incarico e l'uso delle "carte" : e' necessaria una dichiarazione scritta e convalidata dal notaio o avvocato dove sia presente anche la dichiarazione ,da parte del professionista, che l'assistita e' in grado di "intendere e volere"....stai rischiando MOLTO grosso ! auguri
     
  9. nad

    nad Membro Attivo

    se il libretto è postale e/o bancario con la cifra che indicate deve essere per forza nominativo, quindi la signora anziana deve fare una carta dove dichiara che la somma verrà prelevata dal tizio altrimenti entra il tutto nell'asse ereditario. a meno che il libretto sia cointestato all'anziana e al tizio a quel punto lui può ritirare il tutto anche se lei diparte.
    per la donazione è tutto + complicato mi ha detto il commercialista è successa una cosa analoga prima della morte di mio padre
     
  10. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    nad: comunque resta il fatto sostanziale delle "dichiarazioni notariate" altrimenti,mettiamola come vogliamo, si e' possibili di denuncia per "appropriazione" indebita
     
  11. robertobosco

    robertobosco Nuovo Iscritto

    Le norme di legge prevedono, per donazioni (beni mobili) di modico valore, il non ricorso alla formalizzazione dell'atto donativo, ove il valore della donazione costituisca un moderato e giustificato rapporto con il patrimonio complessivo del donante.
    Pertanto sarebbe necessario rapportare la somma citata "a cinque zeri" con il patrimonio complessivo della donante.
    Suggerisco la consultazione di un notaio.
     
  12. gianca71

    gianca71 Nuovo Iscritto

    Eccomi. Ringrazio, innanzitutto, per le risposte.
    Come dicevo, il trasferimento del danaro è avvenuto tempo fa (circa tre anni) e esisteva già un testamento pubblico in cui Tizio era designato erede universale (non vi sono legittimari, solo cugini e nipoti) e vi era la presenza di un legato. Circa un anno dopo il trasferimento del denaro, il testamento è stato sostituito con un nuovo testamento pubblico, in cui Tizio viene confermato erede universale e viene modificato solo il legato. Quindi, sulla capacità di intendere e di volere non vi sono dubbi, atteso che la transazione finanziaria è avvenuta prima del testamento pubblico. Tizio, peraltro, è in possesso di una dicharazione (non olografa) sottoscritta dall'anziana signora, con la quale lei lo autorizza e delega al trasferimento del denaro. Mi chiedo se tale dichiarazione possa tutelarlo pienamente.
    Che ne pensate?
     
  13. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    è un curioso dibattito: intanto il post #12 precisa una situazione molto più dettagliata ed articolata del post #1.: come dire, da 1 ad 11 abbiamo scherzato.

    Comunque un trasferimento di denaro a 5 zeri da un conto all'altro vanno giustificati. L'onere della prova presenta in pratica due casi

    Il donante ha solo una via legale per procedere legalmente ad una donazione: farla con atto notarile.

    In assenza, il donatario dovrà disporre di documenti e testimonianze tali da dimostrare che non si tratti di appropriazione indebita.

    In tutti e due i casi dovranno essere rispettati gli eventuali diritti legittimi, se esistono.
     
  14. robertobosco

    robertobosco Nuovo Iscritto

    Da quanto evidenziato, devo presumere che la signora non avesse coniuge e figli ed anche eredi legittimi ascendenti, pertanto in presenza di volontà espressa (testamento) aveva il diritto di donare a chiunque. Mentre in assenza di testamento avrebbero vantato diritti anche parenti entro il 6° grado. La responsabilità di decidere se il donante è capace di intendere e di volere, grava sul notaio.
    Ritengo che tizio non debba temere nulla.
     
  15. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non dico che Tizio habbia agito male o debba preoccuparsi, ma forse occorre maggiore prudenza nelle affermazioni.

    1) Tizio ha effettuato il trasferimento 3 anni fa, essendo a conoscenza di un testamento pubblico in suo favore. Ora il testamento diventa operante dopo la morte del de-cuius che invece ad oggi è felicemente in vita .....! A che titolo ha effettuato il trasferimento a suo favore?
    2) Tizio è in possesso di una autorizzazione a trasferire il denaro: è specificato l'importo, la motivazione e la data? E' antecedente o posteriore alla data del movimento del denaro? Può dimostrare la data certa?
    3) La responsabilità del notaio di dichiarare la capacità di intendere e volere, è limitata alla validità dell'atto che sta redigendo: ma di quale atto? Il primo, il secondo testamento o la donazione che non è mai stata rogitata?
    4) L'accertamento a posteriori della capacità di intendere e volere, a fronte di una contestazione, rimane, presumo, in capo ad un giudice chiamato a valutare se sussistano i termini per contestare l'operazione.

    I dati sono questi: il resto sono parole a ruota libera.
     
  16. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    c'e' una piccola ma grande falla : la' dove si afferma che "...quindi sulla capacita' di intendere e volere non ci sono dubbi..."la stessa NON e' valida se non in presenza di una documentazione e riconopscimento MEDICO....LEGALE ! (non e' sufficiente un medico qualunque) ...tutto il resto puo' essere impugnato e condurre ad una LUNGA causa civile che,se persa,porterebbe automaticamente alla "circonvezione di incapace ed appropriazione indebita"....in piu' anche i "testamenti" non servono se non ad una contestazione et impugnazione : i documenti validi e probanti sono unicamente quelli indicati sopra e specificati come "attestati di volonta' "...
     
  17. gianca71

    gianca71 Nuovo Iscritto

    Ribadisco quanto su detto: il trasferimento di danaro è antecedente di un anno circa all'ultimo testamento pubblico. L'autorizzazione scritta è antecedente al trasferimento (non può dimostrare la data certa) e reca l'importo da trasferire. Non vi è una causale nel trasferimento.
     
  18. robertobosco

    robertobosco Nuovo Iscritto

    BASTY, nella mia delle ore 18 non rispondevo a Lei, ed in verità non ho neanche letto le Sue precedenti osservazioni, pertanto, mi creda, ho solo dato un mio parere sulle ultime notizie fornite da Gianca71, solo sulla base di quanto è a mia conoscenza in ordine alla materia trattata.
     
  19. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    E quindi, a mio modesto parere non mi sentirei esattamente in una botte di ferro, a meno che uno non intenda quella di attilio regolo....



    Vorrei precisare che normalmente sui forum ci si dà del tu: credo anche qui viga la stessa regola.
    Poi vorrei precisare che a mia volta non ho niente di personale con nessuno e con le risposte e pareri di ciascuno. Faccio solo, se riesco, riferimento al tema, e scrivo le mie osservazioni solo per dare un contributo che credo necessario o utile: a volte esprime una visione diversa, a volte suggerisce una correzione rispetto a quanto letto in precedenza, senza alcuna pretesa. :daccordo:
     
  20. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    basty : e' ok : e' calzante l'allusione alla botte famosa
    gianca : l'autorizzazione e' ok ma DOVEVA essere notariata : cosi' e' un semplice pezzo di carta e niente piu' : che poi NON riporti data et importi e' ancora peggio....:disappunto:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina