• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
Quindi la richiesta di risarcimento (per ora il condominio non fa causa) deve sempre passare dal giudice?
bisogna vedere se l'assicurazione ha fatto firmare al danneggiato la rinuncia di rivalsa per il maggior costo del danno subito: in sostanza ha transato per una cifra minore del proprio danno. Nel caso questo documento non sia stato firmato il danneggiato deve chiedere la differenza presentando lui, e non il condominio, istanza al Giudice di PAce.
Nel caso deve già' chiedere il 1132?
l'1132 lo devi chiedere tu non il condomino danneggiato.
 

basilico

Membro Attivo
bisogna vedere se l'assicurazione ha fatto firmare al danneggiato la rinuncia di rivalsa per il maggior costo del danno subito: in sostanza ha transato per una cifra minore del proprio danno. Nel caso questo documento non sia stato firmato il danneggiato deve chiedere la differenza presentando lui, e non il condominio, istanza al Giudice di PAce.

l'1132 lo devi chiedere tu non il condomino danneggiato.
OK pero' l'Assemblea ha approvato la richiesta danni quindi io chiedo il 1132 e' corretto?
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
l'Assemblea ha approvato la richiesta danni
ma non hanno sentito un avvocato prima? Il Condominio come tale può avanzare richiesta di risarcimento danni SOLO per i danni riportati alle parti comuni. Per i danni riportati dai privati occorre che l'azione sia promossa dall'insieme dei singoli proprietari: cioè la parte attrice è costituita dall'elenco dei proprietari che sono stati danneggiati. Poi nulla vieta di fare una unica azione legale mettendo insieme il condominio e l'elenco dei condomini danneggiati. Ma mandare avanti il condominio da solo è certo che l'eventuale risarcimento debba essere dato al condominio e non al condomino.
io chiedo il 1132
mi sembra una scelta giusta.
 

basilico

Membro Attivo
ma non hanno sentito un avvocato prima? Il Condominio come tale può avanzare richiesta di risarcimento danni SOLO per i danni riportati alle parti comuni. Per i danni riportati dai privati occorre che l'azione sia promossa dall'insieme dei singoli proprietari: cioè la parte attrice è costituita dall'elenco dei proprietari che sono stati danneggiati. Poi nulla vieta di fare una unica azione legale mettendo insieme il condominio e l'elenco dei condomini danneggiati. Ma mandare avanti il condominio da solo è certo che l'eventuale risarcimento debba essere dato al condominio e non al condomino.

mi sembra una scelta giusta.
dato che è la prima volta come lo dovrei impostare il 1132?
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
dato che è la prima volta come lo dovrei impostare il 1132?
ti sconsiglio il fai da te. Innanzi tutto perché se il condominio deve passare dall' Istituto della mediazione il 1132 non è applicabile. Invece è applicabile in caso di Giudizio davanti ad Giudice (anche di PAce).
Poi puoi mandare una raccomandata con ricevuta di ritorno, per notificare il tuo dissenso entro il termine di 30 giorni dalla data in cui si è deliberato la lite o entro 30 giorno dalla data di ricevimento del verbale della assemblea. Nella raccomandata devi fare riferimento alla delibera approvata, al tuo voto contrario o astenuto, se eri presente, e di conseguenza facendo riferimento all' art. 1132 del c.c. confermi il tuo dissenso a partecipare alla lite contro l'impresa esecutrice dei lavori. Se la lettera la fai scrivere da un avvocato oltre ad essere più precisa nel merito ha più efficacia nei confronti dell'amministratore, nel senso che sei seriamente orientato a non partecipare alla causa al punto tale di spendere soldi per l'avvocato. Poi se andate prima in mediazione la tua volontà è stata espressa nei modi e nei tempi previsti dalla legge, qualora la lite continuasse.
 

basilico

Membro Attivo
ti sconsiglio il fai da te. Innanzi tutto perché se il condominio deve passare dall' Istituto della mediazione il 1132 non è applicabile. Invece è applicabile in caso di Giudizio davanti ad Giudice (anche di PAce).
Poi puoi mandare una raccomandata con ricevuta di ritorno, per notificare il tuo dissenso entro il termine di 30 giorni dalla data in cui si è deliberato la lite o entro 30 giorno dalla data di ricevimento del verbale della assemblea. Nella raccomandata devi fare riferimento alla delibera approvata, al tuo voto contrario o astenuto, se eri presente, e di conseguenza facendo riferimento all' art. 1132 del c.c. confermi il tuo dissenso a partecipare alla lite contro l'impresa esecutrice dei lavori. Se la lettera la fai scrivere da un avvocato oltre ad essere più precisa nel merito ha più efficacia nei confronti dell'amministratore, nel senso che sei seriamente orientato a non partecipare alla causa al punto tale di spendere soldi per l'avvocato. Poi se andate prima in mediazione la tua volontà è stata espressa nei modi e nei tempi previsti dalla legge, qualora la lite continuasse.
La PEC non e' valida?
 

basilico

Membro Attivo
ti sconsiglio il fai da te. Innanzi tutto perché se il condominio deve passare dall' Istituto della mediazione il 1132 non è applicabile. Invece è applicabile in caso di Giudizio davanti ad Giudice (anche di PAce).
Poi puoi mandare una raccomandata con ricevuta di ritorno, per notificare il tuo dissenso entro il termine di 30 giorni dalla data in cui si è deliberato la lite o entro 30 giorno dalla data di ricevimento del verbale della assemblea. Nella raccomandata devi fare riferimento alla delibera approvata, al tuo voto contrario o astenuto, se eri presente, e di conseguenza facendo riferimento all' art. 1132 del c.c. confermi il tuo dissenso a partecipare alla lite contro l'impresa esecutrice dei lavori. Se la lettera la fai scrivere da un avvocato oltre ad essere più precisa nel merito ha più efficacia nei confronti dell'amministratore, nel senso che sei seriamente orientato a non partecipare alla causa al punto tale di spendere soldi per l'avvocato. Poi se andate prima in mediazione la tua volontà è stata espressa nei modi e nei tempi previsti dalla legge, qualora la lite continuasse.
Stavo rileggendo un po' quindi per applicare il 1132 devo aspettare che si vada in causa in quanto solo la richiesta danni non è applicabile giusto?
Il condominio ha promosso la richiesta danni ma l'amministratore non ha fornito nessun preventivo di un'eventuale avvocato è normale?
altra cosa : se la richiesta danni non fosse accettata l'amministratore deve per forza fare una nuova assemblea per promuovere la causa, non vorrei che decidesse lui in autonomia.
 

plutarco

Membro Junior
Proprietario Casa
Lui deve avanzare richiesta di risarcimento perché è un danno privato e allo stesso tempo deve come penso abbia fatto pagare i lavori.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
Stavo rileggendo un po' quindi per applicare il 1132 devo aspettare che si vada in causa in quanto solo la richiesta danni non è applicabile giusto?
non hai capito: la tua volontà di non condividere la delibera condominiale la devi mandare comunque entro 30 giorni dalla data della assemblea se eri tra i presenti ed avevi votato contro o astenuto, oppure dalla data di ricevimento del verbale assembleare, se eri assente.
Poi se andrete in mediazione non ci puoi fare nulla dovrai partecipare alle spese di giudizio e dell'onorario dell'avvocato del condominio. Se la Mediazione non sortisce alcun effetto, il condominio dovrà portare l'impresa davanti ad un giudice. In questo frangente tu ricorderai all'amministratore di aver già mandato in tempo debito il tuo dissenso a partecipare alla lite giudiziale.
Il condominio ha promosso la richiesta danni ma l'amministratore non ha fornito nessun preventivo di un'eventuale avvocato è normale
No; perché
altra cosa : se la richiesta danni non fosse accettata l'amministratore deve per forza fare una nuova assemblea per promuovere la causa, non vorrei che decidesse lui in autonomia.
se dopo aver espletato il tentativo di Mediazione non avrete risolto dovrete portare l'impresa in tribunale.
anche in Mediazione ci si va con l'avvocato.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve,non ricevo piu' le vostre mail . Come mai? Non so quale sia il posto adatto per la segnalazione. Saluti
Come faccio a leggere una risposta al quesito sottoposto
Alto