• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Snowflake

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
No.

La cosa più semplice è che tuo padre faccia i lavori di ristrutturazione sue spese, e poi ti permetta di andarci a vivere in comodato.
Alla sua morte, potrebbe lasciare a te quell'immobile, e a tuo fratello altro.
Quando morirà tua madre "pareggerete" i conti.

Penso sia meglio non si "impicci" delle questioni economiche che non la riguardano.

Non ci sono soluzioni "magiche"; il passaggio di proprietà d un immobile è sempre costoso, e le scelte si fanno non solo in base ai costi necessari, ma agli obiettivi presenti e futuri.
Ti ringrazio.
Mio padre ha 76anni..ci spiacerebbe non poter farci ritornare l'eventuale investimento..

Potremmo agire pensando al comodato, mentre al notaio per l'investimento per la somma di denaro.

Ce ne siamo accorti...non ci aspettavamo tali costi...
 

Snowflake

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Così è gia più chiaro; donazione da tuo padre a voi figli di un immobile, donazione da vostra madre a voi figli dell'altro immobile, e poi una permuta tra di voi, in modo che ognuno diventi proprietario esclusivo di un immobile.
Se casa di tua madre vale di più, ci rimetti ( non capisco perché non sarebbe importante).
Secondo me sbagli a considerare la cosa dal punto di vista dei costi e basta, perché vanno considerate le conseguenze future , e le altre implicazioni.
Se non intendi vivere in quella casa lungo, e magari venderla , la donazione la eviterei.
Spero che il notaio ti chiarisca bene le cose.
Rileggendo potremmo eventualmente iscrivere nell'atto piu costoso ma di cui ignoro il nome tecnico che nella valutazione degli immobili essendo quello di mia madre di maggior prestigio e quello di mio padre di minore..vengono aggiunti il denaro per equipararli?

Poi in questo caso..potrei eventualmente venderla o le banche nonostante un atto ben definito potrebbe sfruculiarmi la mazzarella?
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Rileggendo potremmo eventualmente iscrivere nell'atto piu costoso ma di cui ignoro il nome tecnico che nella valutazione degli immobili essendo quello di mia madre di maggior prestigio e quello di mio padre di minore..vengono aggiunti il denaro per equipararli?
E’ sicuramente possibile, parlane con il notaio.
Poi in questo caso..potrei eventualmente venderla o le banche nonostante un atto ben definito potrebbe sfruculiarmi la mazzarella?
Le banche si tutelano , giustamente.
Il problema nel vendere casa riguarda tutti i casi di immobili che hanno una donazione alle spalle: quindi prima o seconda ipotesi, il problema resta.
Ma onestamente farsi donare una casa , sapendo per certo che la si venderà nel medio periodo , mi pare sconveniente.
 

Snowflake

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
E’ sicuramente possibile, parlane con il notaio.

Le banche si tutelano , giustamente.
Il problema nel vendere casa riguarda tutti i casi di immobili che hanno una donazione alle spalle: quindi prima o seconda ipotesi, il problema resta.
Ma onestamente farsi donare una casa , sapendo per certo che la si venderà nel medio periodo , mi pare sconveniente.
10anni si puo considerare medio periodo?
Il problema è che nell'atto dovrei appuntate essere unico e legittimo proprietario..

Francamente non ci sono molte altre scelte a quanto pare..
 

Snowflake

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Si può allora effettuare un acquisto immobile proveniente da donazione in tutta sicurezza?

La prima forma di tutela, a garanzia di chi compra casa, è la rinuncia da parte dei eredi legittimari pretermessi o lesi, all’azione di riduzione loro riconosciuta dalla legge, da effettuarsi tramite dichiarazione scritta. Si ricorda che detto atto di rinuncia può essere effettuato solo dopo la morte del donante.
Seguito rinuncia ad agire da parte degli eredi si potrà vendere e acquistare tranquillamente un immobile ricevuto in donazione, senza che siano necessariamente trascorsi 20 anni dalla trascrizione della donazione.

Quanto cè di vero?
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, ho una questione da porvi per chi mi può aiutare : nel condominio, l'impianto citofonico è stato sostituito da un cellulare. Tutte le comunicazioni dei portieri arrivano o tramite WhatsApp o per chiamata vocale. A questo punto, bisogna comunque versare indennità per conduzione di citofono o no? Grazie anticipatamente
perchè non ricevo più propit.it la mattina da almeno 10 giorni? , cosa è successo al mio collegamento? non so a chi rivolgermi , ho provato a reiscrivermi ma , poichè già lo sono , mi hanno risposto che non è possibile, chiedo al gestore del gruppo di ripristinarmi nei collegamenti che avevo prima con propit.it.
Alto