1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Sean

    Sean Membro Junior

    Egr.Signori, stiamo per dividere l eredità che ci ha lasciato nostra madre tra noi 4 fratelli. Ad Ognuno di noi è stato assegnato un bene tempo fa, in tutto sono 2 terreni e 2 appartamenti, e un paio di anni fa mio fratello si occupò della successione. Il notaio ora mi dice che devo trovare i confini e chi sono i confinanti dei terreni e degli appartamenti, e in più, di una vecchia abitazione creata su per giù negli anni 40 , vuol sapere con esattezza quando è stata edificata e quando son stati fatti i lavori di ampliamento, che ricordo risalgono a fine anni 60, ma ricordo che i lavori di ampliamento son stati fatti dai miei in modo abusivo. Ma scusate, non dovrebbe essere proprio il Notaio, o meglio i suoi collaboratori, dato che si avvale della collaborazione di più geometri e ingegnere, a fare queste ricerche, magari al catasto o agenzia del territorio credo? Gli ho chiesto come dovrei fare, se devo chiedere ai confinanti stessi le generalità, e lui ha detto di far cosi, sarebbe opportuno. Ma secondo me qui qualcosa non torna. Come la pensate?
     
    A possessore piace questo elemento.
  2. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Alla Conservatoria del Catasto potete sempre andarci, in occasione di un giorno di ferie che dovete prendere per almeno un altro motivo valido.

    Gli ampliamenti in abuso non so proprio come li gestirei.

    I confinanti servono perché vanno trascritti nell'atto che nomina gli eredi. In tutti gli atti si scrive sempre con quali proprietà confina un immobile.

    Il catasto è stato informatizzato dal 1987 se non sbaglio, quindi per date precedenti resta solo la conservatoria e i polverosi vecchi volumi cartacei, non c'è altra strada.

    Da ultimo, vi suggerisco di sentire almeno un altro studio notarile se è disposto a farvi trovare la pappa pronta (a pagamento s'intende).

    Sull'esattezza della data di edificazione mi trovo d'accordo, ci dovrebbe essere anche il numero e la data di una concessione o autorizzazione edilizia.
     
  3. Sean

    Sean Membro Junior

    possessore, le ho mandato messaggio privato, ma non risulta tra i miei messaggi inviati. ha ricevuto nulla?
     
  4. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Alla conservatoria dovrai indicare almeno i dati catastali: FOGLIO N° ___, PARTICELLA N° ___, SUBALTERNO N° ___.

    Prova anche a dire al notaio di fare lui queste ricerche perché tu sei impossibilitato per motivi di lavoro e non hai assolutamente tempo. Non la mettere sull'incompetenza, mettila sul fatto che non hai tempo, già è una cosa diversa. Se discute, digli che viene pagato per questo, però PRIMA DI DARGLI MANDATO DI FARE QUESTE RICERCHE chiedigli un preventivo SCRITTO. Sennò resti fregato, perché dopo che ha fatto le ricerche magari ti chiede ventimila euro. Se non se ne viene a capo col notaio biennale, dovrai cambiarlo, anche se già sono passati due anni. Dal successivo notaio fatti fare un preventivo scritto che preveda anche I TEMPI in cui la prestazione notarile dovrà essere espletata.
     
    A Franca68 piace questo elemento.
  5. Franca68

    Franca68 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Io credo che devi cambiare notaio :)
    Io ho una casa costruita nel 59 e mi ricordo che non ho avuto tutti questi problemi. Ma quando mai devi andare dai confinanti, ormai è tutto online, il tuo notaio potrebbe fare delle ricerche e visure perchè penso abbia gli strumenti per farlo.
    io credo che dovresti seguire il consiglio di possessore e chiedere il preventivo scritto da un altro notaio possibilmente.
    Saluti :daccordo:
     
    A possessore piace questo elemento.
  6. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    Mentre quanto il notaio chiede relativamente alle costruzioni è legittimo, infatti gli eventuali abusi, dei quali oggi siete tutti responsabili, andrebbero a gravare sull'unico futuro proprietario, Non capisco la necessità di conoscere i confinanti dei terreni, in effetti si tratta di semplici cessioni di quote di proprietà fra coeredi, non è possibile che i vicini cinfinanti possano avere un diritto di prelazione (credo sia a questo che il notaio vuole arrivare)
    secondo me non ha inquadrato bene le cose
     
    A possessore piace questo elemento.
  7. Sean

    Sean Membro Junior

    grazie a tutti per le informazioni. Ieri ho trovato un foglio autentico risalente al 1961 in cui è scritto che mia madre riceveva in eredità dal padre( solo lui in vita all epoca) quella famosa casa di cui oggi il notaio vuol sapere quando è stata acquistata e quando son stati fatti lavori di ampliamento. Su quel foglio è scritto che mia madre riceve in eredità la casa in via ..... foglio....particella.....subalterni......, ma certo non è mica scritto quando è stata comprata o forse costruita da mio nonno prima della seconda guerra mondiale. Ecco perchè la richiesta del notaio la trovo assurda, inoltre i lavori di ampliamento son stati fatti a metà anni 60 all interno dell abitazione, il perimetro è rimasto tale, da cielo a terra, quindi non capisco la richiesta del notaio, che vuol sapere con esattezza la data dei lavori. Basterebbe menzionare che i lavori son stati fatti dai genitori di noi germani negli anni 60 , ed è vero che mio padre, essendo muratore, li fece all epoca senza ricevere i permessi, ma son passati quasi 50 anni. I miei non si appropriarono nè di terra altrui ne di terra comunale, quindi tutto ciò mi pare una buffonata. Il fatto è che ciò che era una stalla diventarono 2 garage al piano terra e di sopra, che son 2 piani, al primo ci vivevamo noi e il secondo era veramente in condizioni pietose, cadeva letteralmente a pezzi ed era difficoltoso persino accedere sul terrazzo, quindi quelle "rovine" diventarono il secondo piano col lavoro di mio padre e mio zio.
     
    A possessore piace questo elemento.
  8. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    allora...
    ribadisco il concetto per quanto riguarda le costruzioni, il notaio ha il dovere di specificare quando i lavori sono stati realizzati e le eventuali pratiche edilizie, a questo punto dovrebbe bastare dichiarare che sono stati realizzati ante 1967 e siete a posto, l'errore è stato dire al notaio che i lavori sono stati realizzati abusivamente dai vostri genitori :sorrisone:
    importante è che il catasto sia allineato alla situazione
     
    A possessore piace questo elemento.
  9. Franca68

    Franca68 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    esatto, tutto ciò dovrebbe semplificare le cose.
    In bocca al lupo :)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina