• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

antonella.gb

Nuovo Iscritto
Salve a tutti,
desidererei sapere se,l' erede di un terzo di un immobile,può usufruire di agevolazioni prima casa per l' aquisto di un nuovo appartamento ,senza dover per forza vendere la parte di appartamento che ha ereditato assieme ad altri due cointestatari,tralaltro minorenni.grazie
 
L

Loretta Grazia

Ospite
La risposta è sì. Infatti la legge non concede le agevolazioni prima casa nel caso in cui chi le richiede sia già proprietario nello stesso Comune di un altro appartamento al 100%, o al 50% se in comunione di beni col coniuge. Nel tuo caso ne puoi usufruire tranquillamente, a meno che tu non sia già proprietaria di un immobile, anche pro quota, acquistato con le agevolazioni prima casa in qualunque Comune italiano. Ciao
 

eredità

Nuovo Iscritto
Approfitto del messaggio di Antonella per chiedere nuovamente conferma (anche se forse è ridondante...ma dalla banca che sta valutando la mia richiesta di mutuo hanno escluso che io possa accedere ad agevolazioni per acquisto prima casa...)

Dalla morte di nostro padre (1999) sono erede, come mio fratello e mia sorella, di 1/3 del 50% di due immobili (Il restante 50% di entrambi gli immobili è di proprietà di nostra madre):

1- la casa di residenza (Tutti abbiamo la residenza in questa casa)
2- una casa di campagna, che si trova in comune diverso da quello di residenza. La casa è sfitta.

Ora vorrei comprare una casa nello stesso comune in cui si trova la casa di residenza. Posso usufruire dei benefici per acquisto prima casa? L'immobile che sto per acquistare sarebbe intestato solo a me.

Grazie
 

Jrogin

Fondatore
Membro dello Staff
Professionista
cito due "tra i vari requisiti" per usufruire dei benefici, che ci possono interessare.
a) l’acquirente non deve essere titolare, esclusivo o in comunione col coniuge, di diritti di proprietà,
usufrutto, uso e abitazione di altra casa di abitazione nel territorio del Comune dove si trova l’immobile
da acquistare;
b) non bisogna essere titolari, neppure per quote o in comunione legale, su tutto il territorio nazionale,
di diritti di proprietà, uso, usufrutto, abitazione o nuda proprietà, su altra casa di abitazione,
acquistata, anche dal coniuge, usufruendo delle agevolazioni per l’acquisto della prima casa.
Secondo me, se quando hai ereditato la tua "quota" NON hai usufruito dei benefici (b), adesso PUOI usufruirne perchè nel comune dove acquisterai hai solo una QUOTA e non la piena proprietà (a).
 
L

Loretta Grazia

Ospite
Concordo pienamente con Jrogin, puoi senz'altro usufruire delle agevolazioni "prima casa" sul nuovo acquisto. Ciao, buona serata
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho comprato una casa e nel giardino si trova un palo del Enel "morto", nel senso che nessun cavo elettrico è attaccato e secondo me nessun cavo era mai stato attaccato, il precedente proprietario non lo dava fastidio, ed io vorrei togliero ,
vorrei un consiglio a chi devo contattare per rimuoverlo,
al comune o al enel
grazie
Salve ho in comproprietà una strada privata i miei dirimpettai hanno l'accesso pedonale di servizio possono entrarci anche in macchina tengo a precisare che hanno il passo carrabile è l'ingresso principale con numero civico su altra strada
Alto