1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag:
  1. essezeta67

    essezeta67 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    L'ultima parola alla fine è quella dell'ufficio tributi del comune.....
    Prima di intraprendere qualsiasi iniziativa meglio sentire loro.....
     
    A christiansem piace questo elemento.
  2. christiansem

    christiansem Membro Junior

    Professionista
    Buonasera a tutti, di nuovo.

    Ho presentato/protocollato nel SUET questa CILA in sanatoria in data 24 gennaio 2017 (di cui non ho fatto la fine lavori sebbene il prospetto nel SUET lo indichi a 3 anni dal 24 gennaio 2017 [!?] ).

    a.jpg
    b.jpg

    All'interno della CILA ho dichiarato che il muro in comunione era stato tirato giù il 7 gennaio 2016.

    Ho fatto passare un po' di tempo prima di proseguire con la presentazione dei 2 DOCFA relativi alla variazione per dichiarazione di porzione di uiu, presentandoli nel SISTER il 9 giugno 2017, pagando solo 50€ ciascuno (senza ravvedimento operoso).
    All'interno dei DOCFA ho dichiarato come "data in cui la variazione si è verificata (ultimazione dei lavori)" il 6 febrbaio 2016 (mia svista).

    NB Ad oggi
    dal SUET non ho ricevuto notizie di alcun tipo;
    dal SISTER mi hanno respinto entrambi i DOCFA per questi motivi:
    primo DOCFA
    -Mancato o errato pagamento dei tributi catastali o errata esenzione da tributi: LA DATA DELLA VARIAZIONE COMPORTA IL PAGAMENTO DELLA SANZIONE.....SNT -Errata rappresentazione dell'esposizione grafica: RIPORTARE GRAFICAMENTE NELLA PARTE TRATTEGGIATA SOLO GLI IDENTIFICATIVI CATATSTALI
    secondo DOCFA
    -Assenza in banca dati dell'unita immobiliare in trattazione o sua incoerenza con la documentazione agli atti: VEDERE SOSPENSIONE FILE CORRELATO......SNT -Errata descrizione dei poligoni per il calcolo delle superfici, in conformita con quanto disposto dal DPR 138/98 - Errato calcolo grafico delle superfici: IL POLIGONO "A" VA BATTUTO UNA SOLA VOLTA PER L'INTERA SUPERFICIE LORDA DELLA U.I.U. TRATTATA

    DOMANDE
    1- devo fare la chiusura lavori nel SUET per la CILA in sanatoria?
    2- nel DOCFA, posso correggere adesso la data e metterla in accordo con quella della CILA?
    3- come si calcola il ravvedimento operoso in base alla data dichiarata nella CILA (7 gennaio 2016)? il SISTER mi dice solo che il castelletto a diposizione non è sufficiente..
    4- capisco che vogliono un unico poligono "A" [io avevo tracciato 6 poligoni "A", (uno per il soggiorno, uno per il bagno ..)

    GRAZIE IN ANTICIPO A TUTTI QUELLI CHE LEGGONO!
     
  3. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Qui potrà risponderti solo un tuo collega.

    Per inciso, ne approfitto per avere da Gianco un chiarimento:
    Questo tuo intervento conferma quanto ho segnalato o lo smentisce?
    Mi pare difficile ci sia una divergenza, visto che non ho fatto altro che indicare la circolare della Agenzia.
     
  4. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Il mio post #12 credo sia molto chiaro.
     
  5. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non ho intenzione di polemizzare, ma visto che ne parliamo possiamo discuterne.
    Può darsi che sia "sufficiente" dichiararle di fatto unite, ma per correttezza sarebbe anche "necessario" che unite di fatto lo fossero. (cosa che non era molto evidente nella dichiarazione del postante)

    Quanto alle modalità di rappresentazione grafica niente da aggiungere, ma credo fosse altrettanto corretto riportare la modalità dettagliata di impostazione e descrizione della doppia procedura da seguire nella elaborazione dei DOCFA, che ho ripreso dalla circolare.

    Comunque questo aspetto è superato: credo invece che a @christiansem adesso serva qualche dritta operativa in più.
     
  6. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Probabilmente non ho capito il problema, ma se è così la soluzione è quella da me prospettata.
     
  7. christiansem

    christiansem Membro Junior

    Professionista
    @Gianco "La condizione "sine qua non" è che le due porzione di unità immobiliare urbana vengano dichiarate di fatto unite e che le planimetrie indichino la porzione dichiarata in linea continua e l'altra tratteggiata."
    dichiarate di fatto unite, intendi che debbano essere fisicamente comunicanti con un varco?
     
  8. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Di fatto unite, non vuol dire che esista un varco, ma che siano unite anche tramite cortile. Il principio da seguire è che le unità immobiliari devono essere in grado di dare reddito proprio, autonomamente.
     
    A christiansem piace questo elemento.
  9. christiansem

    christiansem Membro Junior

    Professionista
    grazie, capito.
     
  10. christiansem

    christiansem Membro Junior

    Professionista
    Qualcun altro può darmi informazioni sul casino riguardo CILA in sanatoria DOCFA, date e ravvedimenti?
     
  11. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Francamente , come privato cittadino, considererei questa ipotesi decisamente tirata per i capelli.
    Cosa significa in questa ipotesi essere in grado di dare reddito proprio, autonomamente?
     
  12. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Vuol dire che ogni unità autonoma deve essere in grado di essere affittata per l'uso per il quale è accatastata. Se le due parti hanno il cortile comune e sono collegate suo tramite, sono complementari. Se però ciascuna parte è dotata di cucina, bagno e camera, costituisce unità autonoma.
     
  13. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La domanda era posta per altri fini: stiamo parlando di dichiarazione di "unione di fatto" di due particelle o due sub di titolarità diversa, ognuno con autonoma rendita.

    Immaginare di unire due sub separati da un cortile mi sembra veramente un espediente moolto bordeline, salvo trovare un funzionario compiacente

    Tutti gli esempi incontrati prevedevano effettivamente l'esistenza di una fusione fisica.
     
  14. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Le condizioni sono quelle che ho elencato, altrimenti sono due unità immobiliari.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina