1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. melacor

    melacor Nuovo Iscritto

    Durante lavori di rifacimento della tubature del bagno (pressochè fatiscenti), c'è stata una perdita d'acqua che ha creato una macchia sul soffitto dell'appartamento al piano inferiore.
    La proprietaria dell'appartamento pretende ESCLUSIVAMENTE un indennizzo in termini economici mentre o sono pronto ad inviare la ditta che ha eseguito i lavori per ritinteggiare la parte danneggiata.
    Posso pretendere il risarcimento "in natura" ? Grazie
     
  2. cautandero

    cautandero Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Penso proprio di si. Però prima vedi quanto chiede, poi fai i tuoi calcoli prevedendo di poter adire l'autorità giudiziaria (con il suo costo) se la signora di sotto insiste non facendo entrare gli operai in casa sua.
     
  3. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    prima interpella l'assicurazione del condominio per la ricerca guasti e puoi avere un contributo, poi fai 2 conti con il condomino sotto, e tira le conclusioni al meglio ciao adimecasa:daccordo:;)
     
  4. mtr

    mtr Membro Attivo

    Certo, interpella il condominio innanzitutto: dovrebbe esserci un'assicurazione.
    Potresti affermare che l'impianto era vetusto e dunque i problemi erano intrinseci, non esclusiva tua volontà di rinnovamento.
    Per capire: hai fatto rifare il bagno e l'idraulico ti ha detto che sarebbe stato meglio cambiare i tubi o si sono rotti durante l'intervento?
    Comunque non so fino a che punto tu possa pretendere di far entrare estranei nell'appartamento danneggiato.
    E non so fino a che punto l'inquilina di sotto possa chiedere un risarcimento senza fatture -o come minimo preventivi- in mano.
    Fai due conti..
     
    A melacor piace questo elemento.
  5. ariel67

    ariel67 Nuovo Iscritto

    Buongiorno! durante i lavori di ristrutturazione dell'appartamento è emerso un danno piuttosto severo al solaio, il ferro delle travi del suddetto solaio è tutto arruginito, probabilmente la causa è da addurre ad infiltrazioni misconosciute nei bagni che poggiano sulla parte di solaio incriminato. In questo caso bisogna comunque chiedere il parere dell'assicurazione o come procedere? :occhi_al_cielo:
     
  6. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se parli di solaio che evidenzia una ruggine nei ferri delle travi, (non mi è chiaro) come che ci sono i bagni nel solaio? non è per caso gli esalatori dei bagni che sfiatano e scaricano nel solaio, chiarisci questo aspetto e ti daremo consigli ciao:daccordo:
     
  7. ariel67

    ariel67 Nuovo Iscritto

    Solaio definizione: costruzione in muratura che separa i piani di un edificio, va dal soffitto del piano inferiore al pavimento di quello superiore. Ovviamente il solaio che divide i due piani è retto da qualcosa questo qualcosa è costituito dalle travi che possono essere in legno o di cemento armato, per capirci il mio soffitto con solaio in cemento armato è infiltrato da acqua proveniente da tubature del bagno che corrono nel solaio (massetto) che fa da pavimento al piano superiore su cui poggiano i bagni. Chiaro adesso?:???:
     
  8. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    no non è chiaro x me forse qualche esperto del forum avra capito di più e ti risponderà in merito ciao:idea:
     
  9. mtr

    mtr Membro Attivo

    Procedi con comunicazione al Condominio (amministratore), meglio se prima ti fai fare una perizia daun tecnico che rilevi e descriva bene i danni. O comunque fai foto in quantità per cetificare -ad oggi- lo stato del solaio.
    Il problema può essere più o meno grave a seconda del tempo che i ferri sono stati 'a bagno'.
    L'impresa ha scrostato l'intonaco dal soffitto perchè deteriorato, evidenziando la situazione? L'area interessata a questo fenomeno è ampia, tanto da far temere 'crolli'?
    Ci sono prodotti validissimi per il risanamento del cemento armato, quindi il problema non è in assoluto catastrofico -ma dipende dallo stato rilevato, ovviamente.
    A parte le disquisizioni tecniche, fai subito una racc. all'Amministratore, foto e una perizia per verificare lo stato di pericolosità.
    Se ritieni sia davvero in pericolo di crollo chiama l'Autorità -vigili, ispettorato edilizio, ASL.., una ditta che metta una struttura di contenimento -insomma, di possibilità ce ne sono diverse..
    Io mi occuperei innanzitutto di metterein sicurezza -previo rilievo fotografico- contemporaneamente chiamando in causa il Condominio per scioprire ed eliminare la causa.
     
    A ariel67 piace questo elemento.
  10. ariel67

    ariel67 Nuovo Iscritto

    La comunicazione all'amministratrice è stata fatta tanto che sono stati già deliberati i lavori di risanamento dei pilastri e delle travi perimetrali; del solaio invece ci è stato riferito che non è un problema condominiale bensì dei condomini o meglio è un problema nostro e del condomino del piano superiore, a riguardo di ciò nutro perplessità visto che si tratta di un argomento che riguarda la stabilità dell'edificio. Cosa pensare? grazie:fiore:
     
  11. mtr

    mtr Membro Attivo

    Penso che sia il caso di contattare un legale che 'spieghi' al condominio COS'E' un condominio, ossia l'edificio tutto intero, non solo l'ossatura puntuale che lo sorregge.
    Mi immagino un eventuale -e non desiderabile tanto meno auspicabile- crollo del soffitto, liquidato con un 'chi se ne frega, risponde l'inquilino' da parte dell'amministratore..
    Può darsi che la mia sia una deformazione professionale, l'abitudine a considerare che non esiste un edificio se non esistono.. i solai, soffitti/pavimenti...
     
    A ariel67 piace questo elemento.
  12. ariel67

    ariel67 Nuovo Iscritto

    Buongiorno, in seguito alla riunione condominiale ove erano presenti ben 3 ingegneri, ognuno rappresentante tecnico dei condomini degli ultimi piani, si è convenuto che sarebbe opportuno apportare delle migliorie sui solai tanto da rendere i carichi orizzontali più validi.L'edificio è costituito da 6 piani di cui i primi tre confinano e sono strettamente attaccati per due lati ad edifici adacenti, gli ultimi 3 piani invece sono liberi su 4 lati, data tale particolarità gli ingegneri trovano opportuno agire soltanto su questi ultimi. Le spese è stato detto saranno a carico dei condomini proprietari dei rispettivi appartamenti e non condominiale. Su questo nutro dei dubbi come sul fatto che non si debba intervenire su tutti i piani ma solo sugli ultimi 3. Sapreste darmi qualche ragguaglio? Grazie e buona giornata!:sorrisone:
     
  13. melacor

    melacor Nuovo Iscritto

    Grazie. Ho parlato con il condomino sottostante e siamo pervenuti ad una conclusione bonaria.
    Grazie comunque

     
  14. mtr

    mtr Membro Attivo

    Bene, è sempre la soluzione migliore.

    Aggiunto dopo 6 minuti :

    Dunque, non vedendo la situazione cerco di immaginare.
    Si ratta di sopraelevazioni successive alla realizzazione del primo volume edilizio?
    Se è così, i tre professionisti potrebbero avere valutato i carichi e visto che il problema non riguarda 'il peso' dei volumisuperiori su quelli inferiori, che sarebbero quindi per tale motivo esclusi dall'intervento di consolidamento.
    Se così, l'intervento sui piani superiori riguarda probabilmente l'inserimento di armatura integrativa -normalmente si inseriscono delle reti ELS che distribuiscono i carichi- e un rifacimento della parte dei pilastri che 'copre i ferri' (cd copriferro) con eventuale risanamento dei ferri ammalorati.
    Tutto quanto ho scritto ha una sufficiente ragione d'essere se -appunto- le strutture sottostanti sono in grado direggere il maggior carico che graverà su di esse.
    Quindi:
    1) che gli ingegneri rilascino una perizia giurata dove motivano la scelta di non intervenire sui piani sottostanti, ritenuti -da loro- idonei a sopportare i maggiori carichi;
    2) io sono del parere che sia un intervento che interessa l'intero stabile, non solo i piani superiori, quindi suggerirei un approfondimento con un legale serio.
     
    A ariel67 piace questo elemento.
  15. ariel67

    ariel67 Nuovo Iscritto

    Sì, si tratta di sopraelevazioni successive; uno degli ingegneri parlava di rinforzare i carichi orizzantali visto che la campata è di circa 5.50 m e che nei solaiin laterentizio semiprefabbricati a piè d'opera, sono presenti tondini di 12 di diam, l'interasse nelle nervature è di circa 45 cm, la sovrapposizione con "gancio" terminale delle armature inferiori si trova in mezzeria della campata. I tondini sono ossidati. parlava dunque di ripristino e di aumentare i carichi orizzontali con "travetti" d'acciaio. Grazie per la precedente e gentile risposta!:fiore:
     
  16. mtr

    mtr Membro Attivo

    D'accordo.
    Non posso entrare nel merito, anche perchè quanto da te riportato mi sembra 'logico', cioè 'va bene' quanto sostengono gli ingegneri; solo mi farei fare la perizia che afferma la NON NECESSITA' di consolidamento delle 'fondazioni' -e con questo intendo -per estensione- la parte sottostante che sarà gravata del maggir peso, visto che aumentare il peso dei solai significa ovviamente aumentare lo sforzo dei pilastri...
     
    A ariel67 piace questo elemento.
  17. ariel67

    ariel67 Nuovo Iscritto

    Grazie, ti farò sapere gli ulteriori sviluppi! ;)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina