1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Marcello

    Marcello Nuovo Iscritto

    L'Amministratore del nostro condominio ci ha inviato oggi il conguaglio relativo al 2007.
    Qual'è il limite temporale per i conguagli?Grazie a chi può darmi una risposta,Ciao a tutti.
    Marcello.
     
  2. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    L’amministratore, alla fine di ogni anno, deve rendere il conto della sua gestione (art. 1130, ult. co., c.c.). Può essere revocato dall’autorità giudiziaria, su ricorso di ciascun condòmino, se per due anni non ha reso il conto, ovvero se vi sono fondati sospetti di gravi irregolarità (art. 1129, ult. co., c.c.).
     
    A Marcello piace questo elemento.
  3. ralf

    ralf Nuovo Iscritto

    Mi collego alla risposta di grandeindio, ove un condomino abbia fondati sospetti di una irregolarità da parte dell'amministratore ed autonomamente decida di rivolgersi al giudice nell'interesse dell'intero condominio, ci potranno essere po idue possibilità A) il giudice gli dà ragione B) Il giudice gli dà torto. Nei due casi chi paga le spese legali? in particolare nel caso A
     
    A Marcello piace questo elemento.
  4. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Ex artt. 1129 e 1131, comma 4, c.c.l'amministratore può essere revocato anche dall'Autorità Giudiziaria, su istanza di uno o più condomini, nei seguenti casi:

    * L'amministratore ha ricevuto un atto giudiziario che non rientra nelle sue competenze e non ne ha dato tempestiva notizia all'assemblea (in questo caso è tenuto anche al risarcimento dei danni);
    * Per due anni non ha reso il conto della sua gestione;
    * Vi sono fondati sospetti di gravi irregolarità (ad esempio fatti concreti che denotano che l'amministratore antepone i propri interessi a quelli del condominio).

    Il provvedimento del Tribunale relativo alla istanza di nomina o di revoca dell'amministratore, anche quando (come è naturale) si inserisce in una situazione di conflitto tra condomini, si risolve in un provvedimento di volontaria giurisdizione, e cioè in un intervento sostanzialmente amministrativo, privo degli effetti di una vera e propria sentenza. Non si applicano, pertanto, in tali procedimenti, le regole sulla condanna alle spese, che prevedono di regola il rimborso delle spese in favore del vincitore ed a carico del perdente. Le spese restano dunque a carico delle parti che le hanno anticipate (Cass. 26-09-2005, n. 18730, Cass. 30.3.2001 n. 4706).
     
    A Marcello piace questo elemento.
  5. Marcello

    Marcello Nuovo Iscritto

    Grazie per la risposta Grandeindio,anche se non sò , se conguaglio e consuntivo sono la stessa cosa,fatto stà che lui ha mandato il conguaglio del 2007 nel 2010,e quindi mi pare di capire che è lui a stare in torto.Ciao e grazie ancora.
     
  6. Marcello

    Marcello Nuovo Iscritto

    Grazie anche a Te jacopo per la risposta,ciao Marcello.
     
  7. anand

    anand Nuovo Iscritto

    Salve..io sono inquilino in affitto.
    L'amministratore del condominio quest'anno non ha presentato il consuntivo spese e il preventivo per il prossimo esercizio.Non ha convocato nessuna assemblea.
    1)
    Devo fare eventuali azioni per tutelarmi? Tipo mandare un fax all'amministratore facendo presente che non ho ricevuto il consuntivo spese?
    2)
    E se l'amministratore non stesse paganto i fornitori pubblici (enel, gas, acqua etc) con i soldi anticipati dai condomini? Finirei anch'io in mezzo all'eventuali azioni degli enti? o solo il proprietario dell'appartamento?
    3)
    nel corso dell'anno ci sono stati dei grossi lavori straordinari che sono durati 3 mesi - ristrutturazione zona garage.
    Questi non dovrebbero essere di mia competenza. Hanno detto che per l'uso dell'elettricità condominiale gli operatori avevano istallato un contatore a parte. Così invece non è stato per l'acqua (e di cemento ne è stato fatto un tot).Dal momento che l'amministratore non provvederà a dividere le spese ordinarie (luce, acqua, gas etc) tra proprietario e inquilino, come devo fare per non pagare l'acqua che è stata usata per i lavori straordinari?
    posso detrarre dalla rata mensile di affitto la parte non ritenuta di mia competenza sulla base calcolata sulla base dei costi sostenuti per l'uso acqua negli anni precedenti?
    Grazie
     
  8. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    In merito al primo quesito, essendo tu conduttore, il problema è un onere del proprietario dell'immobile il quale si deve adoperare di farti pervenire il preventivo spese; così in merito al secondo quesito, sarà sempre ed esclusivamente un problema del locatore.
    In relazione del terzo quesito, prima di agire con una riduzione unilaterale ti consiglio di raggiungere un accordo ragionevole, sia con l'amministratore che con il locatore.
     
    A Marcello piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina