• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Più che la consuetudine, vanno valutati attentamente i titoli di proprietà e la descrizione a parole di quanto si è acquistato a suo tempo.
Il lastrico sovrasta l'alloggio del nostro OP, e non è stato descritto nè di suo uso esclusivo nè di sua proprietà: quindi questa tua osservazione non ha alcun impatto sulla domanda della nostra postante.
 

possessore

Membro Senior
Proprietario Casa
Il lastrico sovrasta l'alloggio del nostro OP, e non è stato descritto nè di suo uso esclusivo nè di sua proprietà: quindi questa tua osservazione non ha alcun impatto sulla domanda della nostra postante.
Se non hai letto attentamente i rogiti, non puoi affermare con certezza alcunché.
Saprai senz'altro che il testo dei rogiti predomina anche sulle planimetrie, ad esempio per la definizione dei confini.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Se non hai letto attentamente i rogiti, non puoi affermare con certezza alcunché.
Saprai senz'altro che il testo dei rogiti predomina anche sulle planimetrie, ad esempio per la definizione dei confini.
Non è mia intenzione fare polemica. Sto ai dati del postante:
- intervento di manutenzione sul tetto a falde, che insiste solo parzialmente sulla verticale dell'alloggio del postante. Il resto dell'alloggio sta sotto la verticale del lastrico.
Ammesso che la realtà corrisponda alla descrizione, la domanda posta si limita a chiedere in quale misura la spesa per il tetto a falde debba essere addebitata al postante.

Il resto è fuori tema.
 

marcanto

Membro Ordinario
Professionista
Che si lasci perdere il lastrico semplicemente perchè non è oggetto del quesito.

Indubbiamente è un contesto singolare: unità abitativa coperta da due sistemi, lastrico e copertura a falde.

Mettiamola in questi termini > se per il tetto a falda la postante dovesse pagare / contribuire integralmente con i suoi millesimi .......allora dell'intero condominio sarebbe anche la sola a pagare di più per i 2 sistemi di copertura.

Per questo motivo concordo che per il tetto a falda, nel suo caso, si debba fare riferimento all'art. 1123 com. 2
" Se si tratta di cose destinate a servire i condomini in misura diversa, le spese sono ripartite in proporzione dell'uso che ciascuno può' farne. "
Mentre, Per il lastrico solare già è competente il 1126
 
Ultima modifica:

arcore

Membro Attivo
Proprietario Casa
Infatti 2 anni fa è successo che il lastrico ha subito bisogno di essre sistemato quindi la spesa è stata attribuita solo a noi tre condomini coperti dal lastrico/terrazzo.ora se il tetto ci tocca ancora pagare su tutti i millesimi mi sembra sbagliato.vedremo!!!Grazie agli intervenuti!!
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
2 anni fa è successo che il lastrico ha
Come scrivevamo sopra, molto dipende appunto dalla consuetudine instauratasi nel condominio: se ci sono questi precedenti, è doveroso applicarli anche nel caso del tetto a falde: resta comunque il dubbio sul calcolo della percentuale con cui devi contribuire.

Non so giuridicamente, ma per logica sarebbe ragionevole arrivare ad accordarsi su una quota , anche approssimativa: tu hai accennato ad una copertura equivalente ad un terzo.
 

marcanto

Membro Ordinario
Professionista
Come scrivevamo sopra, molto dipende appunto dalla consuetudine instauratasi nel condominio: se ci sono questi precedenti, è doveroso applicarli anche nel caso del tetto a falde:
Non sono molto d'accordo, le ripartizioni delle spese non avvengono secondo consuetudine.
Vi sono le norme che vanno applicate e se queste sono disattese o le si vuol ignorare, allora in questi casi sarà il giudice a stabilire l'ordine delle cose.

resta comunque il dubbio sul calcolo della percentuale con cui devi contribuire.
Nessun dubbio, il richiamato articolo 1123 com. 2 è chiaro, la sua contribuzione è proporzionale alla superficie che il tetto a falda copre della sua unità.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Tirando le somme: la manutenzione del tetto a falde va ripartito proporzionalmente fra i proprietari sottostanti, mentre per il lastrico, 1/3 è a carico del proprietario che ne gode, ed il resto fra i proprietari sottostanti compreso quello dell'ultimo piano, proprietario del lastrico.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
per il lastrico, 1/3 è a carico del proprietario che ne gode, ed il resto fra i proprietari sottostanti compreso quello dell'ultimo piano, proprietario del lastrico.
Solamente nel caso che colui che abbia l’uso esclusivo del lastrico sia anche proprietario di una delle unità a esso sottostanti, si verifica l’obbligo della doppia contribuzione alla spesa: per un terzo, quale utente esclusivo del lastrico, e per i rimanenti due terzi, in proporzione del valore millesimale dell’unità compresa nella colonna sottostante al lastrico.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
per un terzo, quale utente esclusivo del lastrico, e per i rimanenti due terzi, in proporzione del valore millesimale dell’unità compresa nella colonna sottostante al lastrico.
mentre per il lastrico, 1/3 è a carico del proprietario che ne gode, ed il resto fra i proprietari sottostanti compreso quello dell'ultimo piano, proprietario del lastrico.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Premesso che per me il senso dell'art. 1126 è sempre stato quello precisato da Nemesis, anche in passato, nessuno qui lo aveva finora messo in discussione. Nemmeno la postante.

Nessuno ha invece argomentato e risposto al dubbio di arcore : poichè la sua proprietà sottostà solo parzialmente sotto la porzione di tetto a falde, il suo coinvolgimento nella spesa sarà per l'intero dei suoi millesimi o solo per una frazione di esso? Di questo si stava parlando. Esistono precedenti giuridici in proposito?
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Nessuno ha invece argomentato e risposto al dubbio di arcore : poichè la sua proprietà sottostà solo parzialmente sotto la porzione di tetto a falde, il suo coinvolgimento nella spesa sarà per l'intero dei suoi millesimi o solo per una frazione di esso?
In un caso capitatomi nel quale sono intervenuto in qualità di CTP, le proprietà sottostanti sono intervenute per la sola proiezione della copertura oggetto di intervento sul loro immobile.
 

marcanto

Membro Ordinario
Professionista
Nessuno ha invece argomentato e risposto al dubbio di arcore : poichè la sua proprietà sottostà solo parzialmente sotto la porzione di tetto a falde, il suo coinvolgimento nella spesa sarà per l'intero dei suoi millesimi o solo per una frazione di esso? Di questo si stava parlando. Esistono precedenti giuridici in proposito?
Mi sa che ti sei perso il #29 i 4 righi finali, e altri interventi della stessa linea
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Mi sa che ti sei perso il #29 i 4 righi finali, e altri interventi della stessa linea
Non fare l'analisi grammaticale, al massimo quella del periodo.....😄
Non farmi rileggere tutto al cellulare: se non ricordo male la tua prima risposta è stata: dato che sottostai anche solo in parte sotto il tetto, contribuisci per millesimi.
Solo in finale abbiamo convenuto che logica vorrebbe pagasse solo per 1/3 dei millesimi. Non per niente siamo arrivati ad una 30ina di interventi
 

marcanto

Membro Ordinario
Professionista
Ricordi male...........Dal #25 e in riferimento al Tetto a falde :

< Per questo motivo concordo che per il tetto a falda, nel suo caso, si debba fare riferimento all'art. 1123 com. 2 >

ove con concordo rimarcavo la tua linea del #19.
E la mia posizione non è cambiata, ne prima era differente
 
Ultima modifica:

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

rpi
Buonasera, un fondo parte magazzino e parte garage è stato adibito ad abitazione, tramite CILA, avendo denunciato l'abuso al comune, questo ci ha dato ragione mantenendo le originarie categorie C/6 e C/2. Nonostante ciò il proprietario lo ha affittato ad una famiglia. A chi dobbiamo rivolgerci, Vigili urbani o denunciare il proprietario alla Magistratura?. Grazie, cordiali saluti.
buongiorno a tutti ho stipulato un contratto preliminare per l acquisto di un immobile definito chiavi in mano con scritto che sarebbe stato finito il giorno 31 maggio 2019 ovviamente d accordo con l imprenditore.Ad oggi 22 giugno 2019 la casa non e ancora finita ed ora l'imprenditore vuole una proroga del contratto a fine luglio 2019 qualcuno sa cosa mi comporta questa proroga?cioè dovrei firmarla?e perché la vuole?
Alto