1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. elisa86

    elisa86 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a tutti,
    questo è il mio problema:tre anni fa ho affittato la casa che era dei miei a tre studentesse, con contratto transitorio annuale fatto dall'agenzia immobiliare, per un canone tot che loro mi pagavano con bonifico bancario, ciascuna per la propria quota, e che ho rinnovato annualmente. In seguito delle tre ne è rimasta una, provvedendo loro stesse (di comune accordo con me) a trovare un sostituto.
    Ora si verifica che da sei mesi sono rimaste in due, dicono di stare comunque cercando un'altra (anche perché le spese se le pagano in due), ma finora senza risultato. Quindi pagano due quote di canone. Ho sentito dire che qualcuno vincola il pagamento ad un canone globale per i conduttori, in solido. Io sicuramente, data la mia totale inesperienza in materia, ho gestito la cosa in modo sbagliato.
    Ora il loro contratto scade tra breve: Che cosa devo fare?Posso fare un contratto di sei mesi, considerando che a inizio estate è più facile trovare studenti che cercano una casa? Per poi fare un contratto 'migliore' .
    Non voglio mandarle via ( sono brave ragazze e tengono bene la casa, il che oggi non è poco) , ma vorrei avere un affitto adeguato.
    Scusatemi per questo romanzo; se sono riuscita a spiegarmi, spero che qualcuno mi sappia consigliare e ringrazio fin d'ora. :)
     
  2. ada1

    ada1 Nuovo Iscritto

    Il contratto transitorio, secondo la legge 431/98 in vigore ha una durata massima di 18 mesi, non è rinnovabile e la transitorietà deve essere adeguatamente documentata.
    In mancanza dei requisiti di legge, il contratto non sussiste.
    Trattandosi di studenti, sarebbe stato forse preferibile fare un contratto per studenti o allora un normale 4+4 o 3+2 intestato a tutti gli studenti i quali sarebbero tutti stati designati quali conduttori, e quindi tutti solidarmente responsabili del versamento del canone di locazione stipulato.

    In ogni modo, il contratto avrebbe dovuto prevedere il recesso del conduttore, anche per gravi motivi (come predisposto dalla legge) con un preavviso di 3 mesi (=contratto transitorio) che il recedente è obbligato di versare al locatore anche se dovesse partire prima dei 3 mesi.

    Ma se il contratto scade tra qualche mese,e che le inquiline agiscono correttamente, sarebbe preferibile, alla scadenza del contratto in corso, stabilirne un nuovo scelto tra quelli previsti dalla legge
    Esempi di contratti di locazione
     
    A SElena, elisa86 e arianna26 piace questo elemento.
  3. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Risposta x elisa86: i contratti transitori per studenti si possono fare in vari modi purchè siano registrati come tali, unico obbligato la durata per il locatore ma non per i locatari, se sono bravi studenti puntuali con i pagamenti, la casa è ben conservata pagano le spese condominiali, al giorno d'oggi sono rarissime mosche bianche e situazioni tragiche ce ne sono a iosa, non mi preoccuparei tanto per qualche parte di pigione mancante, in giro se guardi bene vedi e ti spaventi quanti insoluti ci sono, porta pazienza e vedrai che qualche altro studente lo troverai, auguri adimecasa bergamo
     
    A elisa86 piace questo elemento.
  4. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Se il contratto è stato stipulto non per quote ma per l'intero canone le conduttrici, siano esse due, una o tre devono provvedere al pagamento dell'intero e non pro quota.
    Il problema, semmai, è un altro, quello del mancato rispetto dei termini della transitorietà, che su istanza delle conduttrici potrebbe trasformarsi in un 4 + 4:

    la legge prevede il contratto d'affitto di natura transitoria, della durata da 1 a 18 mesi e senza vincoli sul canone di locazione.

    Il contratto di natura transitoria prevede una clausola contrattuale che individui l'esigenza transitoria del locatore e dell'inquilino, i quali dovranno confermare il verificarsi della stessa, tramite lettera raccomandata da inviare prima della scadenza del termine stabilito nel contratto. In caso di inadempienza a questa condizione, il contratto di natura transitoria dovrà essere annullato e riformulato in contratto di natura libera (ovvero di durata 4+4 anni).
     
    A elisa86 piace questo elemento.
  5. marcella

    marcella Membro Attivo

    Ho sentito parlare a Pisa, nota città per affitto agli studenti, che hanno diverse possibilità di contratto. Quella che mi pare di ricordare meglio è il contratto 4+4 con clausola "possibilità di subentro", proprio per evitare di fare mille contratti e di obbligare gli studenti ad un contratto di 4 anni, oppure di obbligarli all'invio della disdetta. Saranno invece obbligati all'invio di una lettera raccomandata per il cambio nominativo del conduttore, di volta in volta.
    In pratica il contratto viene intestato alle prime persone conduttrici, le quali passeranno gli stessi diritti e doveri ai successivi conduttori.
    Non sono pratica di questo, magari assicurati meglio da qualcuno più esperto di me senz'altro, su quanto è necessario.
    Credo che sia una formula molto usata per i contratti di locazione proprio con gli studenti.
    un cordiale saluto
     
    A elisa86 piace questo elemento.
  6. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    se hai delle brave ragazze che ti tengono bene la casa e non ti creano problemi con il vicinato cerca di non perderle. a Roma anch'io ho sentito storie di locatori che ci hanno rimesso molto. e visto casa che, usciti gliinquilini, dovavano essere semplicemente "ricostruite".
     
    A elisa86 piace questo elemento.
  7. elisa86

    elisa86 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie per le risposte molto esaurienti. In effetti la transitorietà è ormai superata, come tempi. Delle ragazze una studia e una lavora, ma non so quanto intendano restare a Roma. A questo punto farei un contratto 3+2 o 4+4 per l'intero canone e con la "possibilità di subentro", per non fare contratti e variazioni troppo spesso, ma per il gruppo intero. Ma intanto, in attesa che si trovi un'altra o anche due inquiline, che faccio? Posso fare una serie di contratti mensili o uno breve, considerando che da maggio in poi ci sono più studenti che cercano casa. ne parlerò con loro tra breve, ma intanto vorrei avere le idee chiare su cosa proporre
    Grazie ancora e un saluto cordiale :)
     
  8. marcella

    marcella Membro Attivo

    Il contratto con subentro evita proprio di dover cercare a te, proprietaria, nuove inquiline.
    Nel senso, tu sai di dover percepire per quell'immobile mettiamo 1000 euro, per 4 camere.
    Il contratto di 1000 euro lo fai intestato a 4 inquilini, e poi se la vedono loro per cercare i sostituti, altrimenti il contratto rimane intestato a loro con conseguenti obblighi. Niente vieta anche a te, proprietaria, di dar loro una mano per cercare sostituti, giusto per non mettere in difficoltà le studenti.
    Una cosa certa è che devi dare un prodotto qualità prezzo buono, altrimenti avrai sempre difficoltà a trovare in q uilini. Informati sui prezzi in giro...
     
    A elisa86 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina