1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. kkyy

    kkyy Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ciao, poniamo il caso di una classica tomba posata su terreno concesso in uso dal cimitero, che s'inclina in modo evidente causa falda acquifera (non dovuta a un momentaneo periodo di forti piogge, ma all'insufficiente drenaggio strutturale del sottosuolo).

    La tomba (il manufatto è indipendente) è in perfette condizioni, ma è visibilmente inclinata in quanto i 4 piedini in cemento sulla quale è poggiata si sono mossi per la presenza di acqua nel suolo.

    Alla richiesta del privato - concessionario del diritto d'uso della piccola area di terreno sul quale poggia la tomba - di intervenire, il comune prende visione del problema e risponde che spetta al privato chiamare un marmista e ripristinare il manufatto.

    Secondo voi, chi e come dovrebbe intervenire? Grazie a tutti
     
  2. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Logica vuole che l'area che ti è stata assegnata deve essere idonea allo scopo, come lo sono le altre concessioni. D'altronde tu paghi come gli altri e se c'è un problema di portanza, quanto meno te lo avrebbero dovuto far presente al momento della concessione. In sostanza il terreno non ha le caratteristiche richieste nel rispetto della sua destinazione.
     
  3. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    premesso che per un motivo igienico sanitario la falda acquifera con la sua frangia capillare non dovrebbe arrivare a contatto con le bare (lo aveva capito già Napoleone che impose il posizionamento dei cimiteri fuori dai centri abitati).
    Mi sembra strano che in questa situazione di dissesto idrogeologico generalizzato solo il monumento funebre del postante si sia inclinato.
    Non è che la tomba è un vero e proprio monumento funebre che non poggia su una adeguata soletta? infatti è scritto:
     
  4. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Sarà il caso che il postante faccia fare una verifica da un tecnico che sia in grado di individuare a cosa sia dovuto il difetto lamentato.
     
  5. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    Luigi Criscuolo scrive bene, ci mancherebbe altro che la falda, anche del tipo sospesa, lambisse le tombe con conseguente inquinamento della stessa.
     
  6. kkyy

    kkyy Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Mi riferisco ai marmi, alla lapide (di normali dimensioni, diciamo circa cm 80 x 170, non è un monumento bensì una comunissima lapide)...che è stata posata in un'area del cimitero che anni fa è stata oggetto di ampliamento...in quegli anni la terra di quell'area - oggetto di ampliamento - non fu smossa preventivamente allo scopo di realizzare un adeguato drenaggio dell'acqua...non vennero messi sotto dei sassi o della ghiaia per favorire lo scolo/drenaggio dell'acqua (in pratica non fecero nulla), e questi sono i risultati.Non credo che debba intervenire il privato a sistemare i marmi...che tra l'altro ad oggi sono ancora in perfette condizioni, anche se di questo passo l'inclinazione laterale della lapide potre causare la rottura dei marmi della stessa.
     
  7. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    ma, la tomba, lo spazio dive c'è la bara, è un manufatto in cemento o è una sepoltura in terra?
     
  8. kkyy

    kkyy Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    è una sepoltura in terra
     
  9. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ... fosse anche come dice il postante, con la solita carenza di fondi del comune, mi chiedo se valga la pena di intentare una causa o provvedere, prima che si creino anche lesioni sui marmi.
     
  10. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    in qualità del concessionario il comune potrebbe essere chiamato ad intervenire ma sicuramente declinerebbe le responsabilità, se volete sistemare la cosa vi conviane intervenire, comunque è normale che i manufatti lapidei posati sulla semplice terra si inclinino, se ne vedono dovunque, stabilirne la causa e la responsabilità del fatti è difficile. Potrebbe anche essere che il manufatto appoggi per un lato sulla terra che non è stata scavata e per il resto sulla terra smossa per l'interramento, è inevitabile che si assesti, oppure che quanto sepolto abbia ceduto nel tempo e creato un vuoto, il terreno si muove come vuole e la responsabilità non esiste
     
    A kkyy piace questo elemento.
  11. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Sarebbe stato sufficiente eliminare il terreno di riporto e realizzare una solettina con nervatura metallica, magari con l'impiego di doppia rete elettro-saldata.
     
    A kkyy piace questo elemento.
  12. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    chi viene sepolto in terra di solito viene autorizzato a fare un"giardinetto" della durata di 6/8 mesi proprio perché il terreno si deve assestare naturalmente con le piogge. Poi dopo si va dal marmista il quale installa le lapidi. Se il marmista è un abituè del cimitero sa come deve fare la tomba: in genere si assicura che il terreno sia ben compattato, anche osservando le tombe vicine, se il terreno non è ancora stabilizzato da solo con le piogge, il marmista avvisa il cliente che è meglio aspettare qualche altro mese prima di coprire definitivamente con una lapide. Ovviamente la soletta di magrone con affogata la rete elettrosaldata è comunque una struttura raccomandata dalla buona pratica dell'installatore di tombe.
    Giracchiando per i campi dei cimiteri è facile vedere, sopratutto nei campi di recentissime inumazioni, qualche tomba come la torre di Pisa; ma questo fatto è dovuto al fatto che i parenti hanno spinto per installare la lapide in tempi brevi oppure è dovuto al fatto che il marmista non ha fatto bene la soletta.
     
  13. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Chiunque abbia un minimo di cognizione tecnica, non può cadere in certi errori. Evidentemente chi è intervenuto era un profano.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina