1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Erika18

    Erika18 Nuovo Iscritto

    Ciao a tutti!
    Espongo la mia situazione visto che ho pareri contrastanti.
    Nel 2005 acquisto la nuda proprietà di un immobile e mia madre l'usufrutto, infatti ci abita lei.
    Presi subito la residenza li per le agevolazioni prima casa nonostante abitassi in affitto in altro comune.
    Il mutuo è intestato a me per cui detraggo il tutto.
    Nel 2010 cambio residenza, in altro comune. Ma tutt'ora scarico gli interessi del mutuo..e l'affitto.
    E' vero che cambiando la residenza ho perso il diritto alla detrazione degli interessi passivi???

    A febbraio 2013 andrò a rogito per l'acquisto di altro immobile(al 10% mio e 90% mio compagno)in altro comune rispetto alla prima casa.Ovviamente ho detto al costruttore che avendo già la prima casa dovrò pagare l'IVA al 10% e non al 4%.
    Ma per il mutuo che sarà cointestato, posso detrarre gli interessi al posto di quelli della casa precedente??
    Quindi dichiarare gli interessi passivi del secondo mutuo e non più del primo??
    In quali altre sanzioni potrei incorrere??
    Grazie mille!!
     
  2. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Benvenuta in Propit Erika18,
    premettendo che non ne ho la certezza ti do il mio parere:
    Secondo me è vero.

    Secondo me si ad entrambe le domande.

    Ad ogni modo attendiamo insieme fiduciosi il parere degli esperti.
     
  3. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    A Erika18 piace questo elemento.
  4. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    E' ammessa la detrazione degli interessi anche se ci vive un familiare del proprietario: infatti ci vive la madre....Saluti.
     
  5. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Domanda per Erika18: la tua attuale abitazione, quella del 2010, è di tua proprietà?
    Perchè se tu fossi in affitto, la detrazione per "prima casa" ti aspetterebbe di nuovo avendo comperato nel 2005 (quindi, oltre 5 anni fa) una casa e pure in altro comune diverso da quello dove rogiterai l'anno prossimo.
     
    A Erika18 piace questo elemento.
  6. Erika18

    Erika18 Nuovo Iscritto

    Si sono in affitto, sempre stata in affitto.Anche quando nel 2005 ho cambiato residenza per la prima casa, ma ci ha sempre abitato solo mia madre.


    I comuni sono diversi però non ho venduto ancora la prima casa(anche se è in vendita non credo riuscirò entro febbraio coi tempi che corrono!!)ed il mutuo è ancora in essere!
     
  7. Erika18

    Erika18 Nuovo Iscritto

    grazie..mi metto a studiare la faccenda :)
     
  8. Erika18

    Erika18 Nuovo Iscritto

    Quindi anche se ho cambiato residenza 2 anni fa e ho fatto la dichiarazione detraendo interessi....non ho fatto una cavolata eh?!
     
  9. Erika18

    Erika18 Nuovo Iscritto

    si sono in affitto e sono sempre stata in affitto anche se nel 2005 ho cambiato residenza ma nella casa ci ha sempre abitato solo mia madre.


    La casa del 2005 non è venduta però ed il mutuo è ancora in essere, quindi io son sempre propietaria della nuda proprietà ed intestatatria del mutuo ma ho altra residenza in altro comune, al momento in affitto e da febbraio comprerò.
     
  10. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Leggo testualmente dalle istruzioni del mod. UNICO:
    una definizione generale di abitazione principale è data dall'art. 10 TUIR, in base al quale per abitazione principale si intende quella in cui il contribuente "o" i suoi familiari dimorano abitualmente.
    Pertanto la detrazione spetta al contribuente acquirente ed intestatario del contratto di mutuo, anche se l'immobile è adibito ad abitazione principale di un suo familiare (coniuge, parenti entro il terzo grado ed affini entro il secondo grado).
    Non è quindi richiesto che sia il proprietario in prima persona a dimorarvi abitualmente.

    Penso sia il tuo caso......Saluti.
     
    A Erika18 piace questo elemento.
  11. Erika18

    Erika18 Nuovo Iscritto

    Grazie stavo leggendo una cosa simile...infatti direi sia il mio caso...quindi il mio primo quesito è stato risolto :D
     
  12. Erika18

    Erika18 Nuovo Iscritto

    no sono in affitto!
    quindi posso diciamo "sostituire"gli interessi del primo mutuo(ancora in essere)con quelli del secondo che andrò a fare?
     
  13. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Questo non lo so. Ma mi sembra che altri abbiano già risposto in tal senso. Ciò che è certo, è che hai di nuovo diritto alle agevolazioni per l'acquisto come prima casa.
     
  14. Erika18

    Erika18 Nuovo Iscritto

    Quello che non capisco è come mai ho di nuovo diritto all'agevolazione se non ho venduto la prima..solo per il fatto che è in un altro comune e che sarà la mia abitazione principale??
    Cmq grazie mille!
     
  15. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ooooops: scusa, avevo capito che l'altra casa l'avresti venduta per acquistare la nuova.
     
  16. Erika18

    Erika18 Nuovo Iscritto

    Guarda è in vendita ma non credo che per febbraio riuscirò..coi tempi che corrono!!..per questo avevo il dubbio!!
    Mi sa che non ho speranze :triste:
     
  17. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Comunque, sappi che dal momento del rogito, che mi pare hai detto si farà l'anno prossimo, hai tempo 18 mesi per trasferire la residenza e quindi usufruire delle agevolazioni "prima casa". Inoltre, recenti pronunciamenti della Corte Costituzionale hanno dato la possibilità di allungare ulteriormente tale termine. Naviga e vedrai che troverai le conferme. Auguri.
     
  18. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Per poter usufruire nuovamente delle agevolazioni prima casa in fase di acquisto, è INDISPENSABILE aver stipulato il rogito di vendita dell'attuale casa acquistata con i benefici.

    Una volta effettuato tale rogito, non esiste limite di tempo per poter usufruire nuovamente dei benefici prima casa (possedendo gli altri noti requisiti).

    I REQUISITI PER FRUIRE DELLE AGEVOLAZIONI PRIMA CASA


    1) L’abitazione deve essere nel Comune in cui l’acquirente ha la residenza o intende stabilirla entro 18 mesi dalla stipula dell’atto di acquisto o nel Comune dove l’acquirente svolge la propria attività.
    2) l’acquirente non deve essere proprietario o in comunione col coniuge, di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione di altra casa di abitazione nel territorio del Comune dove si trova l’immobile da acquistare.
    3) non bisogna essere titolari, neppure per quote o in comunione legale, su tutto il territorio nazionale, di diritti di proprietà, su altra abitazione, acquistata, anche dal coniuge, usufruendo delle agevolazioni per l’acquisto della prima casa.
    Per coloro che intendono stabilire la residenza entro i 18 mesi l’acquirente deve attestarlo con apposita dichiarazione, ante Notaio, da inserire nell’atto di compravendita.

    Altro requisito riguarda l’immobile che non abbia caratteristiche “di lusso”. Per verificare se un immobile è considerato di lusso, occorre utilizzare i criteri individuati dal Decreto del Ministero del Lavori Pubblici 2 agosto 1969 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale nr. 218 del 27 agosto 1969).
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina