1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. roxybar

    roxybar Membro Junior

    Salve, scusate se apro un nuovo post con questo testo, quando lo avevo già inserito in un altro post precedente, ma avendo causato un errore nell; immissione dell'altro post ho pensato che fosse passato inosservato. Vi chiedo scusa anticipatamente se sto facendo un errore nel riscrivere qua.

    Il pezzo di terra di cui è proprietaria mia nonna e su cui sono costruiti due appartamenti uno sopra l'altro (sempre di sua proprietà), ha un'area esterna (piazzale?) di circa 250mq di fatto solo di cemento "grezzo" e si pensava su consigio di un professionista di metterci sopra delle piastrelle "piasentina" e assicurandoci che sopra poi ci può passare anche un camion (qualcosa sa dirmi se ci ha detto il vero?).

    Ora poichè il costo almeno per noi non è da poco (si parla di circa 12000/13000 euro) si voleva intanto acquistare le piastrelle e fargli fare la sistemazione della terrazza dove deve essere messa una guaina in una area di circa 150 mq per via di infiltrazione di acqua in casa (altri 3500 euro).
    Ora per l'acquisto mattonelle e posatura guaina intanto io posso chiedere una fattura a nome della nonna pagando con bonifico e poi avvalermi delle detrazione del 50%? Se si sul bonifico che dovrei metterci come causale?

    In primavera si pensa poi di iniziare la posatura delle mattonelle che non so quanto andrà avanti, ma se fosse fatta a fine giugno (mese ultimo per richiedere la detrazione al 50%) e si finisse a luglio, sarei ancora in tempo per chjiedere la detrazione? Anche qui visto che in questa seconda parte sarebbe da segnalare "solo" il lavoro si avrebbe ancora diritto all'esenzione? E sempre sul bonifico cosa dovrei mettere come causale?

    Oppure sarebbe meglio farsi fare una fattura totale finale? E in questo caso visto che mi verrebbe richiesto un anticipo e poi qualcos'altro a metà dei lavoro e il saldo finale ad lavoro ultimato, nel fare i vari bonifici (che avrebbero date diverse) che dovrei mettere come causale?

    Scusare le tante domande ma sto cercando di capirci qualcosa da una settimana e mi danno informazioni contrastanti. Un'ultima domanda: per posare tutte le mattonelle mi dicono che dovrei richiedere in comune una DIA, qualcuno sa dirmi se ha dei costi questa richiesta?
    Grazie di tutto.

    Francesco
     
  2. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    La pavimentazione esterna è soggetta a DIA.
    Naturalmente sarà intestata alla nonna essendo proprietaria del fabbricato.
    Tu risulti sullo stato di famiglia della nonna come familiare convivente??
    Le detrazioni spettano al proprietario oppure ai familiari conviventi che sostengono materialmente le spese.
    Naturalmente se questi ultimi si accollano le spese sia le fatture che i bonifici devono essere a loro intestati.
    Saluti.
     
  3. roxybar

    roxybar Membro Junior

    Salve e grazie. No, io non risulto sul suo stato di famiglia. In un precedente post mi era stato chiarito tuto in modo molto preciso, ma poi certe cose non sono più andate in porto.
    A me rimane il dubbio del pagamento per chiedere le detrazioni: si deve fare tutta un'unica fattura finale di 12000 euro e un bonifico finale di 12000 euro, oppure se si vuole frazionare la spesa in 3 o 4 rate, io devo pagare lo stesso tramite bonifico e chi mi fa i lavori deve rilasciarmi una pseudo fattuta (scusate se parlo così semplicisticamente) che poi io andrò cmq ad inserire nel bonifico di ogni "rata"? E tutto deve essere fatto entro e non oltre il giugno 2013 pr la detrazione al 50%?
    Come sempre grazie di tutto, questo forum è una meraviglia.
    Ciao
     
  4. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se usi un appartamento a titolo di comodato gratuito ti conviene fare un contratto di comodato e registrarlo.
    Una volte che hai in mano le fatture a te intestate non importa se le paghi a rate oppure in soluzione unica.
    La detrazione spetta per principio di cassa.
    Se inizi a pagare quest'anno e finisci l'anno prossimo, i bonifici fatti nel 2012 daranno agevolazioni già a partire dal 2013 mentre per quelli fatti nel 2013 si inizierà dal 2014.
    Ovviamente se vuoi godere dell'agevolazione massima dovrai pagare entro il 30/06/13 altrimenti ricadrai nel 36%.
    Se paghi a rate puoi farti fare le fatture per ogni acconto oppure anche una unica fattura e sui vari bonifici indicherai nella causale "acconto ft n. del " fino alla fattura di saldo (la fattura può essere del 2012 e il saldo del 2013)
    Dipende dalla tua disponibilità economica.
    Saluti
     
    A roxybar, celefini e possessore piace questo elemento.
  5. roxybar

    roxybar Membro Junior

    Grazie esaurientissimo. Posso un'ultima domanda fatta per curiosità: ma il diritto di detrazione già in essere ed esercitato quando è in vita una persona, alla morte di questa, può essere "ereditato" dagli eventuali eredi o unico erede (nel nostro caso) all'interno dei 10 anni di tempo di detrazione?
    Grazie. Saluti.
     
  6. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    In caso di decesso dell'avente diritto, la fruizione del beneficio fiscale si trasmete per intero, esclusivamente all'erede che conserva la detenzione materiale e diretta dell'immobile.
    Ricordati che sulla causale del bonifico, oltre che al c.f. del pagante, al c.f. della ditta che riceve il pagamento, il riferimento della fattura (n. e data) dovrai indicare anche il nuovo riferimento normativo (ex. legge 449/97) e cioè DPR 917/86 NUOVO ART. 16 BIS. Saluti.
     
    A roxybar e possessore piace questo messaggio.
  7. roxybar

    roxybar Membro Junior

    Risalve, per il momento con la ditta ci siamo messi d'accordo per l'acquisto di mattonelle/piastrelle per circa 270 mq di area esterna e per la fornitura e la posatura di guaina catrama da mettere su una terrazza di circa 150 mq dove filtra dell'acqua.
    Tutto questo riguarderà una prima fattura.
    È venuto fuori che la dtta non sa che voci mettere (e come indicarle) esattamente per fare la fattura per poi avere la detrazione (mi hanno fatto dei discorsi confusi): posso chiedere che tipo di diciture dovrebbero mettere. Eventualmente ci sarebbe una facsimile di fattura da cui prendere spunto?

    Un'altra domanda: per il lavoro della terrazz si tratterebbe di rimettere/rattoppare una guaina catramata già esistente ma vecchia di tot anni.. quindi suppongo un lavoro di normale manutenzione.. devo chiedere anche qui qualche autorizzazione al comune?
    Grazie.


    P.s.: se sei dalle parti di TV dimmelo che almeno uno sprit
     
  8. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Acquisti le piastrelle presso un magazzino edile o presso il posatore??
    Se acquisti le piastrelle presso il magazzino non deve essere fatta alcuna fattura particolare ma una fattura di vendita normalissima, ad aliquota ordinaria, senza alcuna dicitura specifica.
    Sei tu che con il bonifico attivi la procedura per ottenere le agevolazioni.
    Se acquisti le piastrelle dal posatore e poi il lavoro lo fai molto più avanti, non ti conviene. Se ancora non hai la dia in mano le piastrelle adesso te le dovrebbe vendere ad aliquota 21% e più avanti (con dia in mano) farti la fattura di posa con aliquota agevolata 10%. Se invece piu avanti fattura le piastrelle in contemporanea alla posa (con dia in mano) godi su tutto il lavoro del 10%. Anche in questo caso le fatture non devono avere alcuna dicitura particolare ma soltanto citare che è stata applicata l'aliquota IVA agevolata 10% in base alla tua dichiarazione (si deve rilasciare richiesta di aliquota IVA ridotta) e in base alla dia rilasciata dal comune ...........in data.....
    Anche in questo caso l'agevolazione fiscale viene attivata con il bonifico bancario con i dati prescritti dalla legge. La banca provvederà ad applicare la ritenuta 4% di legge, ma è una cosa che a te non interessa (interesserà però al fornitore).
    Per il rattoppo della guaina della terrazza non servono autorizzazioni comunali ma se viene fatto prima di avere la dia rientra nella manutenzione ordinaria che su singola abitazione non può godere di agevolazione fiscale (ma solo di aliquota IVA 10% sempre su rilascio di richiesta di IVA ridotta)
    Per l'aperitivo grazie per il pensiero, sono corregionale ma abito a VR.
     
  9. roxybar

    roxybar Membro Junior

    Grazie della risposta. Quindi per mettere la guaina sul terrazzo non ho bisogno di DIA. MA se io ad esempio vado in comune e chiedo questa DIA al 19 settembre e poi ad esempio i lavori veri e propri terminano il primo giugno... è una cosa che si può fare? o la DIA ha una tempistica limitata?

    Le piastrelle le acquisto dalla ditta che mi farà il lavoro di posatura.

    Un'altra domanda: avevo letto da qualche parte che nella fattura deve essere indicata una voce per l'acquisto del materiale e una voce a parte per la monodopera. Mi ricordo male?

    Grazie. Veramente
     
  10. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    La dia dura 3 anni dalla data del rilascio, puoi certamente iniziare i lavori nel 2013.
    La divisione tra manodopera e materiali era in vigore fino all'anno scorso ma da più di un anno è stata abolita così come l'invio a Pescara della domanda di agevolazioni.
    Saluti.
     
  11. roxybar

    roxybar Membro Junior

    Ottimo, quidni potrei già domani andare in comune e chiedere questa DIA!! Sembra quasi Natale!!! :)))

    C'è una cosa che volevo chiederti di più specifico in una risposta qua sopra dove dici "è stata applicata l'aliquota IVA agevolata 10% in base alla tua dichiarazione (si deve rilasciare richiesta di aliquota IVA ridotta)"... cioè io questa aliquota ridotta è una cosa che richiesto a chi mi fa i lavori, oppure la devo richiedere in comune o a quacun'altro?
    Grazie 1000 e saluti anche a te!!!
     
  12. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Per la dia di solito ci si rivolge ad un tecnico ma se riesci a compilare i dati da solo... risparmi il compenso (ma se sei un profano del settore mi sa che sarà un pò difficile che ti possa arrangiare).
    Scarica il modulo dalla modulistica dell'ufficio tecnico sul sito del tuo comune. Poi una volta presentata la richiesta di dia (i tempi non sono brevissimi come credi tu - io l'ho avuta dopo un anno -) ci sono gli oneri da pagare per il ritiro.........
    Se riuscirai ad avere la dia a breve ti do un consiglio per avere l'IVA agevolata sull'acquisto di piastrelle da posatore.
    Quanto fra poco comprerai le piastrelle fatti fare la fattura con la seguente dicitura:
    Acconto per la fornitura e posa in opera esterna di piastrelle presso l'immobile sito in .................Trattasi di manutenzione straordinaria come da dia del ........rilasciata dal comune di .................
    Applicazione dell'aliquota IVA ridotta come da Vs richiesta del ....
    (e consegni al fornitore la dichiarazione di IVA ridotta 10%).
    Nella fattura di acconto sarà indicato il prezzo delle piastrelle che acquisti nel 2012 (nel ddt del fornitore i mq delle piastrelle).
    Nel 2013 quando il lavoro sarà finito farai fare la stessa fattura con la dicitura "saldo" al posto di "acconto" e nell'importo ovviamente il saldo dei lavori.(per la dichiarazione IVA ridotta basta la prima che hai consegnato). Spero che il tutto ti torni utile. Saluti.

    La dichiarazione IVA 10% la devi fare tu e consegnare al fornitore
    poi il fornitore ti farà fattura con applicazione dell'IVA ridotta anzichè quella ordinaria del 21%.
    Cerca un fac simile in internet e scegli quello che riporta le leggi riguardanti le manutenzioni straordinarie(esistono parecchi tipi di dichiarazioni ma adesso non sono in ufficio e quindi non ho le leggi sotto mano)
    Magari se ti interessa posso mandarti i riferimenti legislativi domani....

    Anche la ditta che sistemerà la guaina dovrà avere una dichiarazione per applicare l'IVA ridotta 10% ma non essendoci dia dovrai cercare un fac simile di dichiarazione per manutenzione ordinaria.
    (in questo caso come accennato precedentemente non godrai di avevolazioni fiscali).
    Intanto ti saluto...
     
  13. roxybar

    roxybar Membro Junior

  14. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Yes!!!
    Vedi che su questo sito si imparano tante cose....
     
    A sergio gattinara piace questo elemento.
  15. roxybar

    roxybar Membro Junior

    Alla faccia!!!
    Si impara?!?!? Qui soprattutto si impara a sopravvivere!!!
    Ho appena dato un'occhio alla modulistica online della DIA del mio comune... forse è più facile fare un 730!! io mi chiedo come un povero mortale potrebbe farcela senza aiuti così preziosi come questo sito.
    Domani pom cmq vado in comune e inizio a fare domande (se poi mi becco l'impiegata antipatica è la volta buona che ci litigo)... grazie di tutti i consigli datemi finora, non sn preziosi ma di più... senza contare tutto il tempo che mi hai dedicato... grazie, grazie grazie.
    Buona serata.
     
  16. roxybar

    roxybar Membro Junior

    Che cosa buffa: chi mi emetterà le varie fatture mi ha detto che applicherà automaticamente l'IVA al 10% perchè dal 2010-2011 si fa così in quanto le Agezie delle entrate ha equiparato alla stessa IVA i lavori ordinari e straordinarii, basta che sia su edifici e pertinenze ad uso abitativo... o mi conviene sempre firmare quella dichiarazione di agevolazione IVA al 10%?!?!?!?
    Come sempre grazie e buona giornata.
     
  17. gugu

    gugu Membro Ordinario

    Inquilino/Conduttore
    Io vorrei un chiarimento su questa affermazione:
    "l'agevolazione fiscale viene attivata con il bonifico bancario con i dati prescritti dalla legge. La banca provvederà ad applicare la ritenuta 4% di legge".
    Io sono solito fare i bonifici online (non ho una banca fisica). Come faccio ad applicare la ritenuta del 4%?
    E poi cosa significa? Se devo fare un bonifico al fornitore di 1000 euro (IVA compresa) devo pagare altri 40 euro a chi? Oppure del 1000 euro ne vanno solo 960 al fornitore?
    Grazie
     
  18. roxybar

    roxybar Membro Junior

    Non so se ti possa aiutare ma su un sito ho trovato qusto: • "sui bonifici effettuati per pagare lavori la banca applica una ritenuta fiscale del 4% anziché del 10% (per il contribuente non cambia nulla, la novità riguarda le imprese edili che si vedranno accreditata una somma con una minore decurtazione);"...
    in pratica se non ho capito male, tu pagi 10, la banca si trattiene il 4% come ritenuta fiscale (che non è per te, ma per chi riceve i soldi e che ti ha fatto i lavori) e a chi ti fa i lavori arrivano 9.6... quindi secondo me riprendendendo il tuo post: "del 1000 euro ne vanno solo 960 al fornitore".
    Ciao
    ciao
     
  19. trionfale

    trionfale Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ho un problema abbastanza analogo e non credo sia il caso di aprire un nuovo post.
    La parte esterna della mia proprietà è in parte lastrico solare su porzioni condominiali e in parte giardino. Ho commissionato un progetto di arredo esterno ad un professionista in quanto intendo spostare le grandi fioriere e il giardino pensile modificando geometria e dimensioni della pavimentazione.
    Per superare ripensamenti e lungaggini per l’approvazione condominiale dei lavori, ho proposto, e il condominio ha accettato con delibera assembleare, di assumermi tutti gli oneri che per legge spetterebbero agli altri condomini. Tuttavia, proprio per mitigare la spesa che dovrò sostenere, sono interessato ad usufruire di tutte le detrazioni fiscali recentemente introdotte.
    Da una prima lettura, la guida dell’Agenzia delle Entrate sulle ristrutturazioni edilizie sembrerebbe non contemplare il mio caso. Il rifacimento della pavimentazione rientra nelle opere di ordinaria manutenzione e chi commissiona il lavoro non è il condominio. Tuttavia i lavori che intendo commissionare modificheranno geometria e dimensioni della pavimentazione (circa 30mq in più).

    Come persuadere il comune ad accettare una DIA per lavori di straordinaria manutenzione?
    Qualora il comune mi costringa a classificare i miei lavori come ordinaria manutenzione, come presentare la documentazione all’Agenzia delle Entrate con una certa sicurezza che l’istanza non venga respinta? Come ripartire le quote per il lastrico solare? e quelle per il resto della proprietà? Mi sono perso!
     
  20. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se i lavori che intendi fare sono di utilità per tutto il condominio (in quanto il lastrico solare magari rappresenta il tetto di un condomino sottostante) postresti far passare le spese come eseguite sulle parti condominiali. In questo caso sono ammesse alle agevolazioni anche le spese di ordinaria manutenzione e quindi senza abilitazione comunale.
    Per la pavimentazione esterna di piccole dimensioni come la tua (è solo 30 mq), anche se di tua esclusiva utilità, in genere non vengono smossi gli uffici tecnici dei comuni, che hanno in genere questioni ben più importanti da risolvere, è preferibile mandare una semplice comunicazione al comune in cui lo si avvisa che verranno intrapresi i citati lavori. In questo caso la sostituzione dei pavimenti verrebbe inquadrata come manutenzione ordinaria, ma da elenco degli interventi che trovi sulla guida alle agevolazioni fiscali agosto 2012 pubblicata dall'agenzia delle entrate, la PAVIMENTAZIONE ESTERNA eseguita su singole unità abitative può godere ugualmente di agevolazioni.
    Saluti.

    Eh roxibar, lavoro da un commercialista, 'ste cose le so da parecchio tempo! La ritenuta effettuata dalle banche sarà poi certificata a chi l'ha subita e quest'ultimo dovrà inserire la certificazione in dichiarazione dei redditi in diminuzione di quanto dovrà pagare ai fini IRPEF. Funziona come le ritenute d'acconto dei professionisti o le ritenute che effettuano i condominii nei confronti dei loro fornitori.
    Saluti.

    Messaggio per gugu.
    I bonifici on line per godere di agevolazioni sono ammessi solo dal 10% delle banche che hanno una apposita applicazione che permette loro di inserire la lunghissima causale e che poi indirizza i suddetti bonifici in apposito archivio sui quali le banche stesse effettueranno le ritenute del 4%(e poi invieranno la certificazione ai chi l'ha subita).
    Chiedi al numero di assistenza della tua banca.
    La maggior parte delle banche purtroppo richiede il bonifico presso filiale con commissioni notevolmente aumentate.
    Saluti.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina