• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Gianco

Membro Storico
Professionista
si tratta di modificare una finestra, non mi sembra così semplice, sembra però che sia un errore nella rappresentazione grafica del progetto quindi una banalità
Come scrivevo, è sufficiente che ripristinino la situazione indicata nel progetto e, se necessario, rettifichino la planimetria catastale.
 

griz

Membro Storico
Professionista
Come scrivevo, è sufficiente che ripristinino la situazione indicata nel progetto e, se necessario, rettifichino la planimetria catastale.
infatti, però modificare una finestra mi sembra una cosa tutt'altro che semplice, abbattere un tavolato o spostare un porta si potrebbe fare più facilnete
 

ginore

Membro Attivo
Non ho ancora capito come vuoi risolvere il tuo problema, le risposte le hai avute mi sembra
Infatti ringrazio tutti per le risposte, ora ho il quadro, però ho capito che dipenderà dal promittente acquirente.....
...la mia paura era (ed è) quella di vedermi risolto il preliminare per inadempienza non avendo "sanato" l'errore entro il termine fissato per il rogito......
 

BJMAKER

Nuovo Iscritto
Professionista
L'immobile è tuo e prima di metterlo in vendita avresti dovuto fare i controlli. Non affidandoti ad una agenzia immobiliare che non ne capisce niente ma ad un tuo tecnico. Con qualche centianio di euro avresti verificato quello che adesso è il tuo problema.
 

ginore

Membro Attivo
L'immobile è tuo e prima di metterlo in vendita avresti dovuto fare i controlli. Non affidandoti ad una agenzia immobiliare che non ne capisce niente ma ad un tuo tecnico. Con qualche centianio di euro avresti verificato quello che adesso è il tuo problema.
Nella vita tutto si impara......
... però ora la situazione è questa descritta! Rischio o no l'inadempienza?
 

BJMAKER

Nuovo Iscritto
Professionista
Nella vita tutto si impara......
... però ora la situazione è questa descritta! Rischio o no l'inadempienza?
Ovviamente si
Ti abbiamo scritto tutti la stessa cosa e tu continui a chiederlo. Parla con l'acquirente e proponi uno sconto di 2000 euro. Altrimenti fa come vuoi
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
torno alla mia intarpretazione: è un errore grafico sul progetto, interpretarlo come un abuso mi sembra folle e con un po' di buon senso dovrebbe essere rimediabile
Se è vero che è un errore sul progetto, sarebbe stato necessario e sufficiente presentare una variante in corso d'opera, per rimediare immediatamente.
 

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
Non parlerei di banalità se nel prospetto vi è la porta ma è stata realizzata una finestra, ma di una difformità prospettica da sanare
 

griz

Membro Storico
Professionista
Non parlerei di banalità se nel prospetto vi è la porta ma è stata realizzata una finestra, ma di una difformità prospettica da sanare
sopra è scritto che la portafinestra che è rappresentata fisicamente non può esistere in quanto non ci sta, credo che il anche il prospetto non sia tanto fedele, nei progetti datati la grafica non sempre è puntuale
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
A questo punto risulterebbe che il progetto non rappresenti la realtà. Quindi non è solo un problema di finestra. Il problema è o il progetto spagliato o la realizzazione errata. Probabilmente dovrai presentare un progetto in accertamento di conformità ed i tempi salteranno.
 

ginore

Membro Attivo
Aggiornamento del 20/09/20

1. la difformità è urbanistica, non catastale: porta finestra sulla facciata nei disegni, finestra nella realtà di fatto, rappresentata sia sulla piantina sia sul prospetto. La FACCIATA in oggetto è condominiale.

2. sentito il tecnico proponiamo al venditore la seguente soluzione:
- richiesta protocollata al comune di semplice rettifica (che difficilmente verrà accettata) e di sanatoria per "intervento eseguito in parziale difformità dal permesso di costruire" art. 206 L.U. Regione Toscana 65/2014 (in pratica si sana pagando una sanzione di circa 2000 e.)
- scrittura privata nella quale mi impegno a procedere a mie spese
- rilascio a erzo di comune fiducia di mio assegno quale garanzia in attesa di conclusione della pratica (3-6 mesi)

3. la controparte dice "ni" perchè teme "non sia sufficiente per il comune" perchè potrebbero esserci (non si sa mai!) altre difformità che interessano l'inteo fabbricato: ma in tal caso l'amministratore dovrebbe chiedere lui le verifiche, convocare l'assemblea se cisono difformità e richiedere sanatoria per l'intero sabile (con tempi, ammesso che nessuno dei condomini abbia da ridire sule eventuali quote sanzioni da pagare, che potrebbero protrarsi di mesi se non anni....)

Le mie considerazioni in attesa del vostro illuminato parere:

1. Potrei fin da subito interessare i condominio essendo la difformità interessare direttamente il mio appartamneto ma di fatto di pertinenza condominiale: mi accollo io le spese pur di arrivare al rogito!

2. 3. Io vendo l'appartamento, non l'intero condominio!!!!! Devo anche preouccami di evenutuali difformità condominiali? se così fosse nessuno vendere più case....

INFINE:
la data ultima del 30 settembre quale termine ultimo per la stipula del rogito incombe.
Se la controporte non mi convoca entro tale data al rogito, pur mettendo nero su bianco (@pec) il punto 2, posso legittimamente considerare inadempiente i compratore e quindi trattenere la caparra confirmatori + riseva di eventuale azione legale?
 

griz

Membro Storico
Professionista
sentito il tecnico proponiamo al venditore la seguente soluzione:
- richiesta protocollata al comune di semplice rettifica (che difficilmente verrà accettata) e di sanatoria per "intervento eseguito in parziale difformità dal permesso di costruire" art. 206 L.U. Regione Toscana 65/2014 (in pratica si sana pagando una sanzione di circa 2000 e.)
avete consultato l'UT comunale sulla procedura?
 

griz

Membro Storico
Professionista
a volte rimango preplesso sulla "timidezza" di alcuni colleghi: hai un problema particolare, e questo lo è veramente, inventi una serie di passaggi da proporre al compratore sulla transazione e non vai all'UT comunale a confrontarti. Come anticipato: essendo in pratica una discordanza grafica, un tecnico comunale un po' aperto potrebbe fartela sanare con una semplice scia in sanatoria che è vero che è riservata ad opere interne ma questa è assolutamente assimilabile e l'esito sarebbe immediato senza coinvolgere nessun altro
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Se hai una buona scusa, non usarla mai.
Principia ha scritto sul profilo di Gianco.
Giaco ho letto che sei professionista che lavoro fai? Potrei contattarti telefonicamente se sei in tecnico?
Alto