1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. mario62

    mario62 Nuovo Iscritto

    buongiorno,ho un problema sull'adeguamento istat,ho stipulato un contratto 8+8,l'adeguamento istat si ferma nei primi 8 anni per poi ricominciare da 0, o prosegue ininterrottamente per tutti e 16 gli anni ? grazie
     
  2. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Prosegue ininterrottamente per tutti e 16 gli anni, compatibilmente col disposto dal contratto.
    Se il contratto è "commerciale" la percentuale utilizzabile è il 75 % dell' indice ISTAT.
    :daccordo:
     
  3. carlor

    carlor Nuovo Iscritto

    Mai sentito parlare di un contratto 8+8. Di un contratto 4+4 (abitativo) o 6+6 (commerciale) invece sì.
     
  4. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    oppure 9+9 alberghiero..... ma anche io 8+8 non l'ho mai sentito.:confuso:
     
  5. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    La L. 431/98 prevede una durata "minima" dei contratti di locazione abitativa.
    Vedi l' art. 2 :
    comma 1. Le parti possono stipulare contratti di locazione di durata non inferiore a quattro anni...ecc.
    comma 3. In alternativa a quanto previsto dal comma 1, le parti possono stipulare contratti di locazione, definendo il valore del canone, la durata del contratto, anche in relazione a quanto previsto dall'articolo 5, comma 1, nel rispetto comunque di quanto previsto dal comma 5 del presente articolo, ed altre condizioni contrattuali sulla base di quanto stabilito in appositi accordi definiti in sede locale fra le organizzazioni della proprietà edilizia e le organizzazioni dei conduttori maggiormente rappresentative, che provvedono alla definizione di contratti-tipo. Al fine di promuovere i predetti accordi, i comuni, anche in forma associata, provvedono a convocare le predette organizzazioni entro sessanta giorni dalla emanazione del decreto di cui al comma 2 dell'articolo 4. I medesimi accordi sono depositati, a cura delle organizzazioni firmatarie, presso ogni comune dell'area territoriale interessata.
    :daccordo:
     
  6. carlor

    carlor Nuovo Iscritto

    Sono i contratti a canone concordato, del tipo N + 2, con N = 3, 4, 5 ...., ma non N + N !
     
  7. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Un "anche" diviede le opinioni.....:daccordo:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina