• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

virgi

Membro Junior
Proprietario Casa
Buonasera a tutti.
Ho una domanda da porvi: siamo arrivati quasi alla fine dell'iter che porterà allo sfratto dal mio appartamento dell'inquilino moroso e che dovrebbe concludersi entro il 1 giugno.
Di recente ho avuto l'opportunità di conoscere una persona interessata ad entrare in affitto e che vorrebbe visionare l'appartamento per poter dare il preavviso al suo attuale locatario.
Nel caso in cui, dopo aver avvertito con anticipo l'inquilino moroso al fine di fissare un appuntamento per la visita, questi non dovesse permettere l'accesso ai locali oppure non si facesse trovare in casa, come devo comportarmi nei suoi confronti?
Vi ringrazio per gli eventuali suggerimenti.
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
E' una situazione in cui mi sono trovata anch'io (necessità di far visitare l'appartamento a probabili futuri inquilini mentre era ancora occupato dal moroso, in attesa dell'esecuzione dello sfratto da parte dell'ufficiale giudiziario) quindi rispondo in base alla mia esperienza.

Innanzitutto occorre che nel contratto di locazione ci sia la clausola che impone al conduttore di consentire la visita all'unità immobiliare in giorni e orari da concordare.
Se non acconsente o non si fa trovare, gli si invia una richiesta scritta ricordandogli la clausola suddetta. Aggiungendo che in caso di mancata risposta o di rifiuto, il locatore si riserva di agire nei suoi confronti ai sensi dell'art. 1591 Cod.Civ. per il risarcimento dell'eventuale danno cagionato dal suo comportamento.

Nel mio caso l'inquilino ha continuato a non rispondere e a non farsi trovare, quindi ho lasciato perdere. Insistere può essere controproducente perché l'inquilino moroso "dispettoso" potrebbe "vendicarsi" cercando di rimanere nell'appartamento più a lungo possibile (tipo inventando delle scuse per ottenere proroghe dall'ufficiale giudiziario).

Il locatore deve sapere che il risarcimento del maggior danno previsto dall'art. 1591 deve essere dimostrato. Ad esempio con una proposta di locazione di una persona interessata, che il locatore non ha potuto accettare perché l'appartamento era ancora occupato dal moroso.
E comunque nella realtà dei fatti è già difficile recuperare i canoni insoluti e l'indennità di occupazione dovuti dal moroso, difficilissimo ottenere un ulteriore risarcimento!
 

virgi

Membro Junior
Proprietario Casa
Ti ringrazio per la risposta. Purtroppo mi confermi quello che già sospettavo; che tristezza non sentirsi minimamente tutelati come locatori, dover agire tramite avvocato sborsando cifre esorbitanti, per riuscire a cacciare da casa tua una famiglia di disgraziati, che non ha voglia di lavorare, che se la spassa e se la ride alle tue spalle, aspettare i tempi biblici di una giustizia che giusta non è e infine , dopo aver perso 9 canoni di affitto, più le spese da me anticipate di riscaldamento e di acqua in comune che non recupererò mai, perdere anche l'opportunità di affittare a breve, perchè certamente per ripicca non si faranno trovare in casa il giorno prefissato. Ma quanto e fin quando si dovranno subire queste situazioni?
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Ma quanto e fin quando si dovranno subire queste situazioni?
Purtroppo fino a quando non ci saranno disposizioni di legge che possano ridurre la durata di tutta la procedura di sfratto, e soprattutto l'intenzione di svolgerla rapidamente!

Il problema spesso sono gli ufficiali giudiziari.
Qui a Torino, ad esempio, al primo accesso si limitano a lasciare un avviso all'inquilino con la data di quello successivo. Ma non è detto che il secondo accesso sia risolutivo: se nella famiglia dello sfrattato c'è un minore, o una persona anziana o malata, o altre criticità reali o inventate, allora l'ufficiale giudiziario interessa i servizi sociali e concede altre proroghe. Altri soldi e altro tempo persi per il proprietario!

Capisco che gli inquilini indigenti o in difficoltà debbano essere tutelati; ma dovrebbero occuparsene gli enti pubblici, non il locatore!

Ti auguro che a giugno riuscirai a rientrare in possesso della tua casa!
 

virgi

Membro Junior
Proprietario Casa
Da me il primo accesso dell'ufficiale giudiziario avverrà il 18 aprile, secondo il mio avvocato quello successivo sarà definitivo e dovrebbe avvenire entro fine maggio, mi sembra piuttosto sicuro. Io abito in provincia di Varese e pare che qui la procedura sia più breve, se fossimo in provincia di Milano, a detta del mio avvocato, i tempi si sarebbero raddoppiati. Inoltre secondo lui la presenza di un minore è relativa, mah staremo a vedere.
A parte questo concordo pienamente con te, soprattutto riguardo l'esigenza dell'intervento degli enti pubblici nei casi di inquilini in difficoltà, non è il locatore che si deve fare carico dei loro problemi, perchè così da un poveraccio se ne fanno due!
Ti ringrazio per l'augurio, speriamo davvero!
 

moralista

Membro Senior
Professionista
se siete hai ferri corti devi aspettare il 1° giugno se tutto va bene, non è detto che riesci a liberarlo per quella data, ti conviene vendere la pelle del lupo, quando il lupo è nel sacco
 

virgi

Membro Junior
Proprietario Casa
se siete hai ferri corti devi aspettare il 1° giugno se tutto va bene, non è detto che riesci a liberarlo per quella data, ti conviene vendere la pelle del lupo, quando il lupo è nel sacco
Certamente ormai aspetterò che siano fuori, confidando che lo sfratto vada a buon fine entro giugno
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Alto