• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Stoppin

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Ho presentato proposta irrevocabile di acquisto al prezzo richiesto per un immobile comprensivo di un campo, allegando assegno circolare come caparra
Ora vengo a conoscenza che un terzo ha presentato offerta di pari importo ma comprensiva di campi con metratura piu ampia di quello da me richiesto.
Praticamente pare che ora vogliano giocare al rialzo.
Ma a che gioco stanno giocando???
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Ma stai partecipando ad un asta? Generalmente la proposta d'acquisto viene firmata attraverso l'agenzia incaricata la quale ti fa firmare il contratto che poi firmerà il venditore e ritira l'assegno della caparra. Per cui se l'agenzia aveva l'esclusiva, non capisco perché intervenga un altro acquirente che fa una proposta migliore. Mi sa tanto che l'agenzia non si stia comportando secondo la deontologia. In tal caso se tu hai e dovresti avere copia del documento sottoscritto dalla stessa, potrai rivalerti su essa chiedendo i danni.
 

Franci63

Membro Assiduo
Proprietario Casa
un terzo ha presentato offerta di pari importo ma comprensiva di campi con metratura piu ampia di quello da me richiesto.
Praticamente pare che ora vogliano giocare al rialzo.
un altro acquirente che fa una proposta migliore.
Se ha presentato offerta identica come cifra, ma per campi più estesi, il venditore preferirà la tua, direi. A meno che non voglia liberarsi dei campi, e sia disposto a venderne di più, prendendo uguale.
Mi pare offerta al ribasso, più che al rialzo.

In ogni caso non dici se l’altra offerta è più recente della tua o il contrario, se l’agenzia ha l’esclusiva o no, cosa era in vendita di preciso ( cioè per cosa ha incarico l’agenzia), se la tua offerta era alla cifra richiesta...
Insomma , mancano molti elementi per capire cosa succede.

Tieni però presente che a volte è il venditore che chiede di far sottoscrivere più proposte, per poi scegliere quale accettare. È un modulo operandi che non condivido, ma finché non c'è accettazione non è scorretto.
Certo sarebbe meglio essere informati da subito di questa possibilità, per decidere se partecipare o meno a trattative così...aleatorie.
Ma alla fine è il venditore che “guida il gioco”.
la proposta d'acquisto viene firmata attraverso l'agenzia incaricata la quale ti fa firmare il contratto che poi firmerà il venditore e ritira l'assegno della caparr
La proposta è un atto unilaterale; finché il venditore non avrà accettato ( e la sua accettazione sarà comunicata al proponente), non esiste ancora alcun contratto, quindi nessun vincolo per nessuno, tantomeno per il venditore , che potrà accettare proposta di altri.
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

Stoppin

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Ma stai partecipando ad un asta? Generalmente la proposta d'acquisto viene firmata attraverso l'agenzia incaricata la quale ti fa firmare il contratto che poi firmerà il venditore e ritira l'assegno della caparra. Per cui se l'agenzia aveva l'esclusiva, non capisco perché intervenga un altro acquirente che fa una proposta migliore. Mi sa tanto che l'agenzia non si stia comportando secondo la deontologia. In tal caso se tu hai e dovresti avere copia del documento sottoscritto dalla stessa, potrai rivalerti su essa chiedendo i danni.
La vendita è in mano ad un avvocato che sta seguendo la successione in quanto trattasi di una eredità
Ho offerto esattamente la cifra richiesta con proposta irrevocabile con scadenza fine novembre.
 

Stoppin

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Se ha presentato offerta identica come cifra, ma per campi più estesi, il venditore preferirà la tua, direi. A meno che non voglia liberarsi dei campi, e sia disposto a venderne di più, prendendo uguale.
Mi pare offerta al ribasso, più che al rialzo.

In ogni caso non dici se l’altra offerta è più recente della tua o il contrario, se l’agenzia ha l’esclusiva o no, cosa era in vendita di preciso ( cioè per cosa ha incarico l’agenzia), se la tua offerta era alla cifra richiesta...
Insomma , mancano molti elementi per capire cosa succede.

Tieni però presente che a volte è il venditore che chiede di far sottoscrivere più proposte, per poi scegliere quale accettare. È un modulo operandi che non condivido, ma finché non c'è accettazione non è scorretto.
Certo sarebbe meglio essere informati da subito di questa possibilità, per decidere se partecipare o meno a trattative così...aleatorie.
Ma alla fine è il venditore che “guida il gioco”.

La proposta è un atto unilaterale; finché il venditore non avrà accettato ( e la sua accettazione sarà comunicata al proponente), non esiste ancora alcun contratto, quindi nessun vincolo per nessuno, tantomeno per il venditore , che potrà accettare proposta di altri.
La vendita è in mano ad un avvocato che sta seguendo la successione in quanto trattasi di una eredità.
Praticamente ha detto che non gli interessano i campi ma la casa. Aumentare il prezzo della casa. Sta giocando al rialzo.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
La proposta è un atto unilaterale; finché il venditore non avrà accettato ( e la sua accettazione sarà comunicata al proponente), non esiste ancora alcun contratto, quindi nessun vincolo per nessuno, tantomeno per il venditore , che potrà accettare proposta di altri.
La proposta è un contratto aperto che viene firmato dall'acquirente tramite agente immobiliare che diventa definitivo nel momento in cui lo firma il venditore intascando la caparra.
Probabilmente, non è che il venditore preferisce vendere allo stesso prezzo la casa ad un acquirente che gli prende tutto il terreno. Se avesse voluto disfarsene l'avrebbe dato in omaggio o l'avrebbe direttamente incluso nella proposta di vendita. Evidentemente se l'altro acquirente lo prende deve avere un suo valore. Altrimenti se fosse un peso, avrebbe offerto qualche euro in più e glielo avrebbe lasciato.
 

Franci63

Membro Assiduo
Proprietario Casa
La proposta è un contratto aperto
No. Non è un contratto.
Sta giocando al rialzo.
Come si vede è il venditore (in questo caso l’avvocato, che rappresenta la proprietà), a voler ricevere più proposte.
Accetterà quella migliore secondo le sue valutazioni; se non vuoi rischiare di perdere l’immobile, devi valutare se alzare la tua offerta.
Oppure aspetti fine novembre in attesa di risposte che potrebbero non essere positive.
Non vedo altre possibilità.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Corretto quanto spiegato da @Franci63 ... e non vedo motivi di cui lamentarsi.
Una "offerta irrevocabile" impegna chi la fa e non chi non l'ha ancora accettata.
Il venditore è libero di aumentare le "pretese" o anche di vendere a chi gli sta più simpatico anche se pagherà un prezzo inferiore.
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Concordo con @Franci63 : la proposta di acquisto non è un contratto; diventa contratto preliminare quando il venditore la accetta e l'accettazione viene comunicata alla controparte.

Recentemente ho venduto un appartamento tramite un'Agenzia a cui avevo conferito mandato in esclusiva.
L'Agenzia mi ha sottoposto due proposte di acquisto nel giro di pochi giorni, perché la prima non era ancora decaduta (il termine per l'accettazione era di 15 giorni) e io non l'avevo ancora accettata.
Ho poi accettato la seconda.

Ritengo che questo comportamento da parte dell'Agenzia sia stato corretto: finché la proposta di acquisto non è accettata dal venditore, il mediatore può continuare le visite dell'immobile e raccogliere un'altra proposta se si fa avanti un nuovo aspirante acquirente.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
La proposta è un contratto aperto che viene firmato dall'acquirente tramite agente immobiliare che diventa definitivo nel momento in cui lo firma il venditore intascando la caparra.
No. Non è un contratto.
Concordo con @Franci63 : la proposta di acquisto non è un contratto; diventa contratto preliminare quando il venditore la accetta e l'accettazione viene comunicata alla controparte.
E' quello che ho scritto io!
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
Non bisogna leggere solo quello che uno vuole: la frase va letta da punto a punto.
Infatti l'ho letta da punto a punto.
E ribadisco: la proposta di acquisto non è un contratto.
Pensa pure che sia un "contratto aperto", ma poi accetta che gli altri notino il tuo errore.
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
se la proposta viene sottoscritta da entrambi, diventa un contratto.
Infatti è ciò che ho scritto
diventa contratto preliminare quando il venditore la accetta e l'accettazione viene comunicata alla controparte.
Per essere precisi, diventa contratto con l'avvenuta conoscenza da parte del proponente dell'accettazione.
Ossia quando l'Agenzia comunica all'acquirente che il venditore ha firmato per accettazione la proposta.
A quel punto la somma pagata dall'acquirente diventa caparra confirmatoria, con le relative conseguenze in caso di inadempimento di una delle parti.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
se la proposta viene sottoscritta da entrambi, diventa un contratto.
Il contratto è l'accordo di due o più parti per costituire, regolare o estinguere tra loro un rapporto giuridico patrimoniale.
Finché non c'è l'accordo di almeno due parti, non esiste un contratto (aperto o no).
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

Gianco

Membro Storico
Professionista
Il contratto è l'accordo di due o più parti per costituire, regolare o estinguere tra loro un rapporto giuridico patrimoniale. Ovviamente deve essere sottoscritto dalle parti.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

rpi
Buonasera, un fondo parte magazzino e parte garage è stato adibito ad abitazione, tramite CILA, avendo denunciato l'abuso al comune, questo ci ha dato ragione mantenendo le originarie categorie C/6 e C/2. Nonostante ciò il proprietario lo ha affittato ad una famiglia. A chi dobbiamo rivolgerci, Vigili urbani o denunciare il proprietario alla Magistratura?. Grazie, cordiali saluti.
buongiorno a tutti ho stipulato un contratto preliminare per l acquisto di un immobile definito chiavi in mano con scritto che sarebbe stato finito il giorno 31 maggio 2019 ovviamente d accordo con l imprenditore.Ad oggi 22 giugno 2019 la casa non e ancora finita ed ora l'imprenditore vuole una proroga del contratto a fine luglio 2019 qualcuno sa cosa mi comporta questa proroga?cioè dovrei firmarla?e perché la vuole?
Alto