• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

G

Guest

Ospite
vivo all'estero e non sono a conoscenza delle normative italiane, per cui vi sarei grata se mi informaste quali pratiche e documenti sono necessari per richiedere il cambio d'uso di un appartamento da abitativo a uso uffici. Premetto che l' appartamento in questione si trova nel comune di Udine. Grazie e saluti Dorina
 

Adriano Giacomelli

Membro dello Staff
Proprietario Casa
Re: Quali pratiche e documenti occorrono per richiedere il cambi

Buongiorno Dorina,
In Udine mi è capitata, anni or sono, una vicenda del genere. Ho dovuto lottare ma si trattava di centro storico. Dovrebbe esserci una norma con cui è possibile fare richiesta di variazione di destinazione d'uso anche in assenza di opere. Se è il tuo caso vado a vedere il mio carteggio. Mi preme avvisarti che un domani, qualora volessi ridestinare l'immobile ad abitativo, ti verrà chiesto di asservire un posto auto. Ti possa aiutare, questa informazione, per valutare il tuo tornaconto economico dell'operazione.
Adriano Giacomelli
 

Ennio Alessandro Rossi

Membro dello Staff
Professionista
A mio parere:
La variazione da Abitazione ad Ufficio non dovrebbe comportare oneri . Semmai il contrario. Per avere informazioni preliminari , interpellare il Comune andando all'ufficio dell' "edilizia privata" pare sicuramente opportuno.
Ma voglio portare ragioni che motivano l'opportunità di fare approfondimenti: In linea del tutto teorica il cambio di destinazione non dovrebbe darsi per scontato: si pensi ad una zona che il PRG aveva concepito come residenziale ( asili, scuole,ambulatori, etc.) che piano piano se si lasciasse fare potrebbe venire rimpiazzata da uffici ( perchè per esempio ben collegata ad una Metrò o vicina ad un Palazzo di Giustizia). In questi casi progressivamente una zona residenziale e tutti i servizi collegati ed a essa funzionali potrebbero essere snaturati. Se questa è la concezione , il Comune ha diritto di intervenire con assensi o dinieghi.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho comprato una casa e nel giardino si trova un palo del Enel "morto", nel senso che nessun cavo elettrico è attaccato e secondo me nessun cavo era mai stato attaccato, il precedente proprietario non lo dava fastidio, ed io vorrei togliero ,
vorrei un consiglio a chi devo contattare per rimuoverlo,
al comune o al enel
grazie
Salve ho in comproprietà una strada privata i miei dirimpettai hanno l'accesso pedonale di servizio possono entrarci anche in macchina tengo a precisare che hanno il passo carrabile è l'ingresso principale con numero civico su altra strada
Alto