1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. sky

    sky Nuovo Iscritto

    Buongiorno
    Avrei una domanda su questo argomento.
    Mi interessa la responsabilità del nuovo proprietario. Stavo vedendo di acquistare un piccolo terreno con annesso agricolo, che da 24mq accatastati è stato aumentato abusivamente di altri 24mq.
    Il proprietario ha ora accatastato la piantina del nuovo immobile...
    Acquistando successivamente all'accatastamento, sarebbe quindi evidente che l'abuso è stato commesso da lui? O rischierei io comunque?

    Grazie

    Mauro.
     
  2. Massimiliano Lusetti

    Massimiliano Lusetti Membro dello Staff

    Accatastare non significa sanare. L'immobile in oggetto è inserito al catasto fabbricati, aveva i requisiti di edificio agricolo prima o è rimasto iscritto al catasto terreni... dia un po + di infrmazioni per poter avere una risposta più attinente.

    In linea di massima se l'edificio è abusivo qualsiasi vendita è impossibile se il notaio è persona scrupolosa.

    ciao, attendo tue maggiori informazioni.
     
    A e sky piace questo messaggio.
  3. massaro tommaso

    massaro tommaso Nuovo Iscritto

    Ha ragione l'ing. Lusetti, ci vuole più chiarezza.
    Prima dichiari che è un terreno con annesso agricolo e successivamente che è stato accatastato a catasto fabbricati.
    Se ne può dedurre che trattasi di terreno di limitata superficie e che Tu non sia coltivatore diretto o intestatario di piccola impresa agricola.
    In tutti i casi, l'accatastamento non produce nessun effetto ai fini della commerciabilità che è competenza esclusiva dell'ufficio tecnico comunale.
    Ti consiglio quindi di non accettare ad occhi chiusi una situazione che Ti potrebbe nuocere in seguito.
    Se il terreno è agricolo (di fatto ma specialmente di diritto), sarà difficile sanare la parte abusiva e quindi Ti comporterebbe la demolizione oltre che spese, ecc.
    Geom. Tommaso Massaro
     
    A sky piace questo elemento.
  4. sky

    sky Nuovo Iscritto

    Grazie all'Ing. Lusetti e al Geom. Massaro, non sono addentro a queste complesse problematiche, e reperire informazioni (a volte contraddittorie) presso le agenzie è spesso un impresa...

    l'immobile è accatastato (al catasto fabbricati) come annesso agricolo (C2), e successivamente (poche settimane fa) è stata presentata la variazione per ampliamento.
    I lavori sono stati eseguiti un poco alla volta dall'attuale proprietario. Ne ' uscito fuori un manufatto gradevole, ed in una buona posizione. A me piaceva, ovviamente solo come punto d'appoggio, e per avere un poco di terra. Ha anche acqua potabile, pozzo ed elettricità.
    Se il prezzo scendesso forse potrebbe comunque essere una buona soluzione (eventuali spese sarebbero compensate). Anche dovendo ripristinare, 24mq mi sarebbero sufficienti, per l'utilizzo che ne farei. Ovvio che se dovessi essere coinvolto in un procedimento penale, non sarebbe il caso...

    Confermo che io non sono imprenditore agricolo, ma questo non credo rappresenti un problema in quest'ottica (o sbaglio?)

    Comunque da quanto leggo mi sento più tranquillo se ne cerco un altro con meno problemi.

    Ce ne era un altro carino, 32mq, sanato.
    Ma anche li un parente ha costruito il suo (adiacente), addirittura:
    - muro a muro
    - ingrandendolo successivamente di circa 15-20mq.
    - sopraelevandolo successivamente di 1 piano

    Siccome non credo che la situazione di questo secondo manufatto sia regolare, temo ad acquistare il primo manufatto (il solo in vendita), perché non so cosa succederebbe il giorno che dovessero prendersela con il sopraelevatore folle. Mi piacerebbe avere un consiglio anche per questo.

    Aggiunto dopo 14 minuti :

    OPS!
    Non ho finito il msg precedente e non posso più modificarlo.
    Volevo aggiungere un grazie e i saluti.

    Cordialmente.

    Mauro.
     
  5. Massimiliano Lusetti

    Massimiliano Lusetti Membro dello Staff

    Allora oltre all'accatastamento servono per la vendita dell'immobile atti a definire la leggittimità della costruzione stessa. A quanto mi pare di aver capito la proprietà era probabilmente in precedente parte di un appezzamento agricolo in cui il proprietario aveva i titoli per mantenere i requisiti di ruralità e quindi non era necesssario l'accatastamento del fabbricato al catasto urbano ma bastava la segnalazione dell ostesso al catasto terreni.
    se l'edificio è stato costruito dopo il 1967 o ancor meglio dopo il 1942 ( anno di istituzione della legge urbanistica) necessita di un titolo abilitativo - che può andare dalla sanatoria alla licenza alla concessione edilizia alla DIA...) dipende a che cosa si riferisce e a quali tempi risale la costruzione)
    Morale un notaio per "rogitare" deve aver titolo abilitativo altrimenti non è possibile la compravendita legale del fabbricato.
     
    A sky e piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina