• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
che assurdità dover adire a vie legali per una questione di questo tipo!
figuriamoci poi se l'assemblea, nella quale ci saranno anche i proprietari in questione, accetterà la revisione e chi ha fatto le variazioni accetterà di sostenere anche delle spese!
come al solito chi commette degli abusi l'ha sempre vinta!
a me sembrava giusto rifare i millesimi visto che qs signori si ritrovano con una stanza in più e che i loro millesimi di proprietà dovrebbero appunto corrispondere allo stato reale della situazione....
Sei poi sicuro che una stanza ricavata dalla chiusura di un balcone/terrazzo rappresenti un incremento superiore di 1/5 del'unità coinvolta?

Salvo sia un terrazzo da m. 16 mq. e l'unità fosse inferiore ad 80 mq. inizi una causa inutilmente.

L'amministratore non ha il compito di contestare gli abusi edilizi dei singoli partecipanti al Condominio...ma può (come ha fatto) inserire in OdG un punto per discutere sulla revisione delle Tabelle Millesimali...indipendentemente che vi siano state modifiche o meno.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Aggiungerei che se la chiusura del balcone è fatto con una soluzione mobile ed apribile e non fissa, oggi urbanisticamente potrebbe essere tollerata e la veranda non costituirebbe nemmeno un aumento di cubatura
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Deve segnalarli ai vigili
In base a quale norma?
Un amministratore di condominio non è uno "sceriffo" e le uniche cose che deve sorvegliare sono le "parti comuni".

Fare causa al Condominio e/o all'amministratore per la veranda abusiva del vicino è come imitare Don Chisciotte.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Un amministratore di condominio non è uno "sceriffo" e le uniche cose che deve sorvegliare sono le "parti comuni".
L'installazione di verande abusive altera il decoro architettonico dello stabile, perché non sono invisibili. Su queste l'amministratore di condominio dovrebbe vegliare, e invece fa spallucce e si gira da un'altra parte.
Esistono anche precisi divieti di chiusura balconi (e si sottintende anche divieto di chiusura parziale, anche se molti hanno finto di non capire bene), da regolamento di condominio contrattuale, e l'amministratore dovrebbe essere tenuto a farlo rispettare.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Il balcone è proprietà privata...il Condominio non ha potere sulle parti private e l'amministratore non ha dovere di denunciare questioni di "decoro".

Solo un RdC "contrattuale" potrebbe contenere vincoli sulle parti private ...ma anche se così fosse solo l'assemblea potrebbe optare per sanzionare con le dovute modalità in primis la presenza in RdC di norma sanzionatoria.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto