• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

robertob.

Nuovo Iscritto
Io sono entrato da più di un anno in un appartamento che si collega ad una colonna dell'acqua condominiale più vecchia di quella a cui sono allacciati la maggior parte dei condomini. Il motivo è - ovviamente al momento dell'acquisto non sapevo - il vecchio proprietario non voleva pagare le spese per il nuovo allacciamento.

Ora il tubo dell'acqua si è ghiacciato durante l'ondata di freddo il 20 dicembre (ora per fortuna si è sgelato). Devo chiedere il permesso al condominio per l'allacciamento. Ma se loro me lo negassero oppure mi chiedessero di pagare al condominio cifre eccessive, come mi posso comportare?

Grazie e buona giornata.
 

GianfrancoElly

Membro Attivo
Proprietario Casa
Mi sembra che questo problema sia simile a quello che si presenta quando un condomino vuole utilizzare un ascensore montato successivamente alla costruzione dell'edificio e che inizialmente non aveva voluto partecipare alla spesa: si calcola la spesa che avrebbe dovuto sostenere al momento dell'installazione (in base ai suoi millesimi di proprietà) e la restituisce ai condomini che a suo tempo l'avevano sostenuta.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto