• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

GianfrancoElly

Membro Attivo
Proprietario Casa
Si è verificata un'infiltrazione d'acqua in un box sotto il giardino condominiale. Per la suddivisione delle spese di scavo giardino, eliminazione dell'infiltrazione e ripristino giardino i condomini si sono divisi in 2 "partiti": alcuni dicono di suddividere le spese per millesimi di proprietà generali degli appartamenti (non tutti hanno i box); altri secondo il criterio dei lastrici: 1/3 tra tutti i proprietari degli appartamenti e 2/3 tra i proprietari dei box. Chi ha ragione?
 

paolo ferraris

Nuovo Iscritto
...direi la prima ipotesi...il giardino non è un "lastrico Solare" e seppure fa da copertura ai proprietari dei Box e anche vero che "serve" a tutto il condominio come spazio verde, ecc...ecc...quindi è a godimento di tutti....inoltre chi ha previsto i Box sottostanti spero abbia fatto ua tabella millesimale per le spese relative se il corpo di fabbrica è in parte staccato dal resto oppure se è previsto che ci siano proprietari "esterni", padroni solo dei Box...percui in questo caso a maggior ragione valgono tutti i millesimi di proprietà generali per sanare il danno ai box dovuto dal giardino condominiale...più p meno calpestabile poi dai bambini del condominio...eheheh
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto