• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

ralf

Nuovo Iscritto
Buongiorno, debbo ristrutturare un bagno, l'impresa mi ha chiesto un pagamento in tre rate, un terzo ad inizio lavori,un terzo a metà lavori ed un terzo a lavori ultimati. E' regolare o le modalità sono diverse nella norma?
 

Stefano Mariano

Membro dello Staff
Ciao Brenda, la regolamentazione delle pattuizioni viene lasciata alle Parti, la modalità proposta è, secondo la mia esperienza, quella maggiormente diffusa, come suddivisione generale; PERO' è fondamentale che al termine dei lavori, certificati "a regola d'arte" da un tecnico, oltre la garanzia sui lavori in oggetto prevista contrattualmente e secondo le norme giuridiche vigenti, tu trattenga una certa percentuale sull'intero importo dovuto (circa il 7-10%) da versare 60 gg naturali successivi al termine dei lavori, al fine di verificare l’esistenza di eventuali vizi nascosti o non immediatamente rilevabili nella realizzazione delle opere in oggetto.
Saluti
 

ralf

Nuovo Iscritto
Molto interessante il quesito di Brenda e la risposta di Stefano :daccordo: E'veramente utile trattenere una quota per potere verificare con il tempo necessario la perfetta esecuzione dei lavori. :D
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto