• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

JeanPaul

Membro Attivo
Proprietario Casa
ciao a tutti
Il conduttore, dopo i primi mesi, è stato sempre in ritardo nel pagare l'affitto, fino a raggiungere un debito di tre mesi.
A gennaio mi ha prospettato una soluzione per risolvere: la moglie avrebbe pagato l'affitto regolarmente e nel frattempo "Lui" avrebbe cercato di recuperare gli arretrati.
In effetti la moglie è sempre puntuale, ma il debito (ott-nov-dic 2018) è rimasto tale.
Il problema è che non riesco più a comunicare con Lui, e mi sorgono alcuni dubbi:
- non è che dopo un certo periodo il debito va in prescrizione
- essendo che da gennaio, a parte il debito pregresso, gli affitti vengono pagati regolarmente, non è che sto perdendo il diritto di sfratto?
grazie per quasiasi aiuto
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Dovresti sempre scalare i canoni più arretrati. Selinquilino specifica le mensilità avresti dovuto farglielo presente.
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

asana

Membro Attivo
Proprietario Casa
ciao Gianco, non capisco il messaggio. Chiunque può pagare l'affitto per un altro basta che indichi la causale nel versamento. Se paga con bonifico, poi, non sono necessarie ricevute.
 
  • Mi Piace
Reazioni: uva

Gianco

Membro Storico
Professionista
ciao Gianco, non capisco il messaggio. Chiunque può pagare l'affitto per un altro basta che indichi la causale nel versamento. Se paga con bonifico, poi, non sono necessarie ricevute.
Certo, ma deve risultare a quale titolo viene corrisposta quella cifra e chi sia il conduttore. Altrimenti potrebbe essere interpretata come una cifra pervenuta senza riscontro ed andrebbe emessa una fattura o una ricevuta per regolarità contabile.
 

alberto bianchi

Membro Storico
Proprietario Casa
Altrimenti potrebbe essere interpretata come una cifra pervenuta senza riscontro ed andrebbe emessa una fattura o una ricevuta per regolarità contabile.
Si presume che esista un regolare contratto registrato presso l'Agenzia delle Entrate, oltre al fatto che la maggior parte dei locatori sono dei soggetti (privati) che non hanno alcun obbligo di emettere fatture.
 
Ultima modifica:

Gianco

Membro Storico
Professionista
Si presume che esista un regolare contratto registrato presso l'Agenzia delle Entrate, oltre al fatto che la maggior parte dei locatori sono dei soggetti (privati) che non hanno alcun obbligo di emettere fatture.
Avevo scritto:
Certo, ma deve risultare a quale titolo viene corrisposta quella cifra e chi sia il conduttore. Altrimenti potrebbe essere interpretata come una cifra pervenuta senza riscontro ed andrebbe emessa una fattura o una ricevuta per regolarità contabile.
Ecco perché sostengo che dovrebbe essere un pagamento inequivocabile.
 

uva

Membro Senior
Proprietario Casa
dopo un certo periodo il debito va in prescrizione
Il credito per canoni di locazione non incassati si prescrive in 5 anni (art. 2948 Cod. Civ.). Puoi comunque interrompere la prescrizione inviando un sollecito al debitore.

A mio parere hai fatto male a non opporti alla soluzione indicata dal tuo inquilino. E' opportuno imputare i pagamenti ai canoni scaduti più vecchi.
Se non hai ancora accettato formalmente quella soluzione, puoi inviare una raccomandata ar al/ai conduttore/i (non è chiaro se il contratto di locazione è intestato anche alla moglie), dicendo che trattieni i pagamenti effettuati da gennaio in avanti a saldo dei canoni arretrati.
Se tutto il debito non viene sanato velocemente e il conduttore non è più rintracciabile, io inizierei la pratica di sfratto per morosità.
 

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
La moglie paga da gennaio regolarmente, pertanto hai rifatto un contratto di locazione? se è si? e come dici tu ossia tu hai un termine per recuperare i soldi dal marito, se invece il contratto è intestato al marito è come hanno già specificato, ossia quando ti arriva un pagamento non è da considerarsi per il mese in corso ma come acconto sul totale dei mesi già scaduti in precedenza.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Le richieste non devono essere pubblicate nel box. Questo box può essere utilizzato per indicare una frase di accompagnamento ai messaggi.
Mi auguro che tutto questo un giorno finirà e che ci butteremo alle spalle questa triste vicenda.
Sognatrice '80
Alto