1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. craonf sotiosp

    craonf sotiosp Membro Ordinario

    Salve,vorrei chiedervi gentilmmente se potreste dirmi sommariamente quali potrebbero essere le spese di un rogito notarile per l`acquisto del 50 per 100 di quota di un immobile ereditato da due eredi,l`immobile ha un valore catstale di euro
    1160.vi ringrzio tutti in attesa delle solite vostre preziose delucidazioni
     
  2. erwan

    erwan Membro Attivo

    è meglio che tu chieda un preventivo direttamente ad un paio di notai...
    ;)

    fondamentalmente le spese consistono in imposte e onorario del professionista (che dipende dal prezzo).

    variabili: che tipo immobile è? hai diritto ad agevolazioni?
     
  3. FrancescoRoma

    FrancescoRoma Nuovo Iscritto

    Approssimativamente come onorario da 1.500 a 1700 oltre le due imposte di 168 euro + chiaramente la tassa di registro in funzione delle quoteacquistate
     
  4. erwan

    erwan Membro Attivo

    si può sapere su quale base avresti dato queste cifre in assenza di qualsiasi riferimento???
    questa è invece l'unica cosa che sappiamo: la quota acquistata è un mezzo, quindi sarà metà della percentuale ordinaria o agevolata sulla base imponibile calcolata rispettivamentew con coefficiente normale o ridotto sulla rendita.
     
  5. FrancescoRoma

    FrancescoRoma Nuovo Iscritto

    Il riferimento è la rendita catastale indicata per cui presumibilmente il prezzo da dichiararsi in atto...in funzione di questo ci sono delle tabelle circa gli onorari, quella che ho io dallo studio dove effetuiamo le stipule ha questi importi.E' chiaro che il costo è riferito al solo onorario per l'atto di acquisto in assenza di mutuo
     
  6. craonf sotiosp

    craonf sotiosp Membro Ordinario

    L`immobile é un classe energetica g ,però non so se avendo venduto una quota di un altro immobile avrei diritto alle agevolazioni
    Comunque grazie a tutti
     
  7. erwan

    erwan Membro Attivo

    ne dubito...
    una volta c'era l'abitudine di dichiarare come prezzo il minimo catastale, perché era sul corrispettivo che si calcolavano le imposte, ma in questo caso (ma non lo sappiamo per certo) dovrebbe applicarsi il meccanismo del prezzo valore, con la conseguenza che il corrispettivo sarà un parametro completamente slegato dalla rendita: potrebbe essere inferiore, uguale, o come uno dieci volte l'altra!
     
  8. FrancescoRoma

    FrancescoRoma Nuovo Iscritto

    Quanto detto tiene chiaramente conto del rispetto dell'articolo 1 della Finanziaria 2006 che dispone che ''gli onorari notarili sono ridotti del 20 per cento''.
    Per ottenere la riduzione occorre, che la parte acquirente all’atto della cessione renda al notaio apposita richiesta (che dovrà risultare nell’atto notarile) chiedendo che la base imponibile ai fini delle imposte di registro, ipotecarie e catastali sia costituita dal valore catastale dell’immobile e non dal corrispettivo pattuito, occorre inoltre che venga indicato nell'atto notarile il corrispettivo realmente convenuto tra le parti (su cui verrà calcolato il compenso del notaio).

    La riduzione può essere applicata sulle cessioni (intendendo sia gli atti traslativi del diritto di proprietà che gli atti traslativi o costitutivi di diritti reali di godimento, compresi gli atti di rinuncia a diritti reali immobiliari) aventi ad oggetto immobili a uso abitativo (anche di lusso e anche se non sussistono i requisiti per le agevolazioni 'prima casa') e relative pertinenze (beni destinati in modo durevole a servizio o a ornamento dell’immobile a uso abitativo ad esempio, garage, cantina, solaio, locali di deposito) senza limitazioni in ordine al numero e alla tipologia delle pertinenze stesse, è necessario inoltre che le parti che intervengono all'atto notarile siano persone fisiche ovvero che non agiscano nell’esercizio di attività commerciali, artistiche o professionali
     
  9. erwan

    erwan Membro Attivo

    la norma è nel frattempo cambiata, ma non è questo il punto: il punto è che non ci sono nemmeno gli elementi per sapere su quale base una (eventuale) riduzione percentuale possa essere calcolata.

    né sappiamo se tutte le condizioni che elenchi trovano o no applicazione...
     
  10. craonf sotiosp

    craonf sotiosp Membro Ordinario

    Grazie,speriamo che non ne esca dissanguato
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina