• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

ralf

Nuovo Iscritto
ciao a tutti,mi sono imbattuto nella figura del "Terzo Responsabile" e... non ho capito bene la" figura",il ruolo e le responsabilità.qualcuno del forum può dare qualche spiegazione o indicazioni dove trovare informazioni al riguardo?grazie
 

cdxhle@hotmail.com

Nuovo Iscritto
vuoi sapere effettivamente chi e' la figura del terzo responsabile? vedo ti spiegartelo in parole povere. Una volta nei condomini esisteva l'omino che in collaborazione con l'ammistratore mandavano avandi l'impianto, naturalmente nessuno fa nulla per nulla, l'ividia e una cosa fuori del normale, nel nostro paese cosi e stata fatta una legge dove ci anno obbliati a togliere il famoso omino e ci anno rifilato il terzo responsabile dove il suddetto deve condurre l'impianto, fare le analisi fumi, tenere il libretto di centrale, a un costo totalmente diverso da quello che era prima. quindi la parola terzo vuol dire tu propretario sei il primo responsabile,il secondo e l'amministratore,il terzo la ditta che conduce o gesisce. spero di esserti stato d'aiuto. buon anno
 

Gatta

Membro Attivo
Io preferisco essere più "tecnico" per il Forum,fermo restando quanto espresso in "parole povere" da cdxhle.
Questo è quanto dalle mie ricerche che virgoletto:"L'esercizio e la manutenzione degli impianti termici sono generalmente affidati al proprietario, o per esso a un terzo avente determinati requisiti. Nasce così la figura del terzo responsabile,nel momento in cui un privato, un amministratore, un'azienda o comunque il proprietario dell'impianto termico non se la sente di prendersi le responsabilità relativamente al proprio impianto. Al terzo responsabile sono affidate la manutenzione e la conduzione della centrale termica e, nel caso di cattiva conduzione, i decreti attuativi della legge 10, DPR 412 e 551, prevedono sia sanzioni civili sia penali, in base alla tipologia del "problema".
Il terzo responsabile è un soggetto che deve essere in possesso di determinate capacità tecniche, economiche e organizzative;
è unico, per quel che riguarda l'esercizio, la manutenzione ordinaria e quella straordinaria di un impianto. Non è possibile cioè attribuire queste tre differenti funzioni a soggetti diversi.
Per impianto individuale si intende sia quello relativo ai fabbricati unifamiliari, sia quello delle cosiddette caldaie autonome da appartamento.
Il responsabile dell'impianto è l'occupante a qualsiasi titolo (proprietario o inquilino) dell'alloggio.
Il responsabile dell'impianto risponde per legge dell'impianto termico a lui affidato e della sicurezza. Deve inoltre rispettare il periodo annuale e l'orario di esercizio e mantenere il limite della temperatura ambiente (20° C + 2° C di tolleranza).
Il responsabile può delegare un "terzo responsabile", cioè un'impresa o un tecnico qualificato e abilitato iscritti negli elenchi professionali o di categoria e rispondenti a requisiti di idonea competenza tecnica.
La legge impone al responsabile di un impianto termico di potenza inferiore ai 35 KW l'obbligo di fare eseguire una manutenzione ogni anno e un'analisi di combustione ogni due anni.
Per quanto riguarda l'esercizio e la manutenzione degli impianti dotati di centrale termica il responsabile può essere:
l'amministratore (nel caso di proprietà condominiali); il proprietario dello stabile (se non esiste l'amministratore); un terzo responsabile da essi delegato.
E' compito dell'amministratore informare i propri condomini su modalità, tempi di attuazione dell'operazione e sui benefici economici e ambientali attesi.
L'amministratore deve comunque decidere se assumere tale responsabilità in proprio; in caso contrario deve proporre all'assemblea di condominio la nomina di un "terzo responsabile", cioè un'impresa o un tecnico qualificato e abilitato iscritto negli elenchi professionali o di categoria, e rispondenti a requisiti di idonea competenza tecnica.
Nel caso di impianti di potenza uguale o superiore a 350 KW il terzo responsabile deve possedere ulteriori qualificazioni, quali la certificazione di qualità a norma ISO 9000.
La stessa responsabilità vale per il proprietario dello stabile, che può anch'egli avvalersi di un c.d. terzo responsabile.
Inoltre, per ogni impianto di riscaldamento centralizzato deve essere individuato un responsabile dell'esercizio e della manutenzione; esso deve apporre la sua firma sul libretto di centrale, risponde dell'impianto termico a lui affidato e della sicurezza dello stesso."
Gatta
 

Jrogin

Fondatore
Membro dello Staff
Professionista
Grazie Gatta del tuo prezioso contributo :D .
Come sempre d'altronde.... ;)
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho comprato una casa e nel giardino si trova un palo del Enel "morto", nel senso che nessun cavo elettrico è attaccato e secondo me nessun cavo era mai stato attaccato, il precedente proprietario non lo dava fastidio, ed io vorrei togliero ,
vorrei un consiglio a chi devo contattare per rimuoverlo,
al comune o al enel
grazie
Salve ho in comproprietà una strada privata i miei dirimpettai hanno l'accesso pedonale di servizio possono entrarci anche in macchina tengo a precisare che hanno il passo carrabile è l'ingresso principale con numero civico su altra strada
Alto