1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. akillea

    akillea Ospite

    salve al forum,faccio una domanda di carattere generale: è proprio vero che se un privato vuole vendere il proprio immobile senza rivolgersi alle agenzie,riesce perfettamente a barcamenarsi tra tutte le carte che bisogna fare? ovvero può arrangiarsi da solo a concludere l'affare davanti ad un notaio? e chi redige l'atto di compravendita,il notaio o il privato previo contatto col notaio? grazie
     
  2. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    il compromesso si fa solo dal notaio.
    meglio se trascritto.;)
     
  3. akillea

    akillea Ospite

    mi pare la trascrizione sia d'obbligo...dunque i documenti che servono è il venditore che deve procurarli tipo dati catastali ecc?
     
  4. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    la trascrizione non e' un obbligo.
    di solito e' l'agenzia che fa i controlli.
    il proprietario deve consegnare l'atto di provenienza all'agenzia.
    io consiglio all'acquirente prima di firmare qualsiasi cosa di far
    fare i controlli da un suo tecnico di fiducia tipo geometra e se invece si vuole proprio fermare la casa di mettere una clausola sospensiva nella proposta per i controlli con scadenza un mese.
    se dai controlli non emerge niente di negativo tipo abusi edilizi o donazione allora si va avanti con il contratto, se invece ci sono magagne troppo grosse, ci si saluta, non si paga la provvigione e la caparra viene restituita.
     
  5. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    io so di persone che l'hanno fatto. il contrtatto di compravendita è stato, ovviamente, come sempre anche in caso di agenzia, redatto da un notaio. altrimenti perchè pagarlo?
     
  6. Bonats

    Bonats Nuovo Iscritto

    Il contratto preliminare non lo faccio mai redigere dal notaio.. lo faccio sempre io... altrimenti perchè pagare l'agenzia? :)

    Diciamo che se una persona vuole arraggiarsi può farlo tranquillamente.. Se la trattativa è semplice, priva di condizioni ecc ecc, non dovrebbero esserci grosse difficoltà.. Se le trattative cominiciano ad avere problemi legati a tempistiche, ipoteche, gravami vari, mutui ancora non concessi ecc ecc allora è bene affidarsi ad un Agente Professionale che ti può cmq aiutare a districarti nell'immenso mare di burocrazia che questo paese ci condanna ad affrontare quotidianamente
     
  7. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    come un malato che si cura da solo, può guarire ma forse dal medico guarisce prima e evita molte sofferenze?
     
  8. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Solo se l'agenzia immobiliare è seria, sennò la malattia si aggrava .....
     
  9. akillea

    akillea Ospite

    tengo per buono che anche il compromesso/preliminare tra privati va fatto dal notaio ?
     
  10. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    sempre meglio trascriverlo e questo si fa da un notaio. soprattutto se e' un contratto fatto fra privati.;)
     
  11. akillea

    akillea Ospite

  12. gcaval

    gcaval Nuovo Iscritto

    La risposta è no. Il preliminare è una scrittura privata, sempre e comunque. C'è l'obbligo della registrazione, e può farla tranquillamente una delle parti.

    Il consiglio di Acquirente è da seguire se una persona non ha esperienza, ed è buona norma trascrivere il preliminare (in questo caso è necessario il notaio) se al rogito (è sempre necessario il notaio) passa molto tempo.
     
  13. akillea

    akillea Ospite

    ammettiamo allora che uno sappia arrangiarsi a redimere un preliminare,si ricevono dei soldi,cifre cospicue,e si appongono delle firme,io mi impegno a vendere e ricevo somme di denaro,come posso essere tutelato da possibili truffe (assegni falsi,non copertura bancaria ecc) senza avere un rappresentante legale che funga da garanzia?
     
  14. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Con un assegno circolare.
     
  15. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    ci sono cose peggiori.....................
    come primo assegno quello che va in deposito al mediatore e che ti viene consegnato se accetti la proposta che diventa subito preliminare, devi pretendere un assegno bancario con la dicitura SBF, salvo buon fine.
    se per disgrazia l'assegno dovesse risultare non coperto e tu hai gia' firmato per accettazione e quindi la proposta e' diventata preliminare, sei a posto perche' con la dicitura SBF, se l'assegno non e' coperto, il contratto si annulla.
    quando firmi l'incarico all'agenzia, chiedi di volere solo assegni bancari SBF.
    per il saldo al rogito solo assegni circolari.
    certo anche i circolari possono essere falsi ma li' si va nel penale........................
    e cmq si puo' anche controllare prima................
     
  16. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    Mi e' stato fatto notare che forse mi sono espresso male, anzi sicuramente rileggendo con calma.
    intendevo che sul contratto è opportuno indicare il SBF dell' assegno medesimo, come normalmente si fa sulle ricevute per pagamenti fatti con assegni.....
    la condizione di salvo buon fine è posta su un'operazione (contratto) che comporta l'accredito sul conto corrente del presentatore dell'importo rappresentato da un titolo di credito prima che l'istituto bancario abbia provveduto all'effettivo incasso dell'importo stesso.
    se nel momento della sua presentazione all'incasso sul conto corrente non ci sono sufficienti fondi per raggiungere l'importo dell'assegno, l'assegno (che si definisce "scoperto" o "a vuoto") non verrà onorato.
    In questo ultimo caso il contratto sara' nullo.
     
  17. akillea

    akillea Ospite

    meglio optare per un assegno circolare come summenzionato....salvo nuove disposizioni con le riforme adottate dal governo.....in caso di mutuo da parte dell'acquirente, la banca paga il venditore con assegno bancario o circolare?
     
  18. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto


    mmmmmmh la prima caparra confirmatoria e' sempre in assegno bancario, difficile il circolare.
    se dopo, nella scrittura integrativa o ripetitiva, si chiede una integrazione della caparra confirmatoria, per quella essendo cifra piu' consistente, e' meglio optare per circolare.
    sempre specificandolo nell'incarico dato all'agenzia. nero su bianco.
    al saldo al rogito, chiedere che il saldo sia con assegno circolare contestualmente al rogito.
    specificarlo perche' magari se c'e' di mezzo un mutuo, qualcuno si presenta con un bonifico bancario irrevocabile. :sorrisone:
    al saldo MAI assegno bancario.
     
  19. gcaval

    gcaval Nuovo Iscritto

    Dipende dagli accordi, non c'è alcun problema tecnico, però. Tipicamente si usa un assegno bancario perché il venditore ha ancora la proprietà dell'immobile dalla sua, ed è evidente che in caso di assegno scoperto, è possibile, con alcune difficoltà, evitare di proseguire con l'acquisto.

    Se le somme date a titolo di caparra sono consistenti, comunque, secondo me vale sempre la pena chiedere un assegno circolare. La banca lo rilascia immediatamente, quindi, se l'acquirente è persona seria, non avrà alcun motivo per rifiutare.
     
    A meri56 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina