1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ste770

    ste770 Nuovo Iscritto

    salve a tutti

    spero di essere chiaro su quello che mi sta' succedendo visto che è una situazione un po' particolare e complessa
    a maggio ho acquistato un appartamento con gia' un inquilino a cui scade il contratto di affitto tra 2 anni.
    pochi giorni fa' mi telefona l'amministratore dicendomi che dovevo ritirare un raccomandata con un verbale di una riunione ordinaria fatta a giugno dove erano state approvate anche spese straordinarie.
    morale della storia mi ritrovo che devo pagare 14 mila euro per varie spese ,balconi,grondaie, caldaiette(anche se la mia è nuova) facciata e alte cose!
    telefono all'amministratore dicendo che non ero stato avvertito di tale riunione ma lui mi risponde che aveva fatto come al solito mettendo un foglio di convocazione nella cassetta delle lettere dell'inquilino.
    io attraverso email avevo gia' comunicato i mie dati per il recapito della corrispondenza.
    i lavori sono gia' iniziati senza aspettare che si avesse pagato almeno un 50%delle rate(3) e i votanti alla riunione coprivano piu' del 50%dei millesimi dell'appartamento.
    io cheido ma possono agire cosi'? e il rimborso è veramente del 36% o ci puo' essere qualcosa al55%?per la caldaietta dovrebbe essere il 100% di consensi per cambiarle o sbaglio?per ora non ho ancora pagato la prima rata ma non so' cosa fare .
    il vecchio propetario non ha ricevuto mai nessuna convocazione nemmeno lui,io penso , visto il bel modulo per un finanziamento con una banca e visti i nomi(sempre i soliti)di chi fa' i lavori che qui' la stanno facendo un po' losca!

    spero di essermi spiegato

    grazie in anticipo.
     
  2. Manuela Fragale

    Manuela Fragale Nuovo Iscritto

    L'art. 66 disp. att. del Codice civile stabilisce che l'avviso di convocazione dell'assemblea deve essere comunicato al proprietario e non anche al conduttore e che sarà compito del proprietario informare l'inquilino.
    La mancata comunicazione agli aventi diritto, cioè ai proprietari, comporta la nullità assoluta e insanabile della deliberazione, ma spetta al condomino dimostrare il mancato ricevimento della comunicazione. Tranne nel caso in cui sia il Regolamento di condominio a stabilire le modalità di convocazione, si ritiene valido l'avviso dato "con qualsiasi forma idonea al raggiungimento dello scopo". Nel caso in esame, purtroppo, si evince la mancanza di un documento che possa attestare l'effettivo ricevimento dell'avviso (raccomandata A/R, foglio firmato da ciascun condomino per avvenuta consegna). Le consiglio, comunque, di inviare tramite raccomandata A/R all'amministratore una comunicazione riguardante: tutti i suoi recapiti, la comunicazione di mancato ricevimento dell'avviso di convocazione (anche in considerazione del fatto che la cassetta postale è usata dal conduttore), la nullità delle deliberazioni.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina