1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Tizio

    Tizio Nuovo Iscritto

    Ciao a tutti...
    Non so se è normale oppure è un eccesso di preoccupazione da parte mia.
    Il mese scorso ho comprato casa (1°) chiedendo un mutuo di 178.000 euro. Le nostre
    entrate (mie e della mia ragazza) sono di circa 2.700 / 2.800 al mese a cui bisogna togliere la
    rata della macchina di 321 euro. Al momento, la rata del mutuo è sui 626 euro al mese ma,
    essendo un variabile, non è detto che rimanga sempre così.

    Facendo due conti, ce la facciamo tranquillamente a pagare la rata del mutuo + quella della
    macchina ma, sono un pò di giorni che un cattivo pensiero mi passa per la testa e cioè quello di
    non farcela ad arrivare a fine mese (specie in caso di spese impreviste).

    Secondo Voi, sono esagerato io - come dice anche la mia ragazza - ??

    Un'altra cosa..... se, "alle brutte", decidessi di affittarla, si può fare anche se è prima casa? Mi
    sembra di aver letto nei vari post che, non conviene venderla prima dei 5 anni bensì affittarla.
    In questo caso, l'unica "fregatura" è che non ci si può detrarre gli interessi del mutuo. Giusto??

    Signori x favore datemi Voi una parola di conforto :)

    C'è qualche altra coppia che si trova nella mia stessa condizione?

    Grazie in anticipo.
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Caro Tizio, il pessimismo è nemico del bene!
    Ti posso dire che davanti ad un imprevisto, tu che avrai la fortuna di avere una casa e potrai anche venderla, all'occorrenza, se lo farai prima dello scadere dei 5 anni, rischi solo una giusta tassa del 20% sulla plusvalenza.
    Esempio: Hai pagato la casa 200.000,00 € e la rivenderai a 230.000,00 €. In tal caso avrai conseguito una plusvalenza di €*30.000,00 dalla quale è tuo diritto scalare tutte le spese che hai operato, ovvero i notaio, l'agenzia, lavori edili, e mettiamo che risulti una plusvalenza al netto delle spese di € 20.000,00. A quel punto con una tassazione fissa del 20% presso il Notaio pagherai € 4.000,00 e il resto è tuo. Vedi che non è terribile?
     
  3. Tizio

    Tizio Nuovo Iscritto

    CiAo Adriano e grazie per avermi risposto.. Si lo so... Il pessimismo è una brutta bestia ma, a volte, mi sembra di aver preso un impegno troppo grosso per le ns tasche.
     
  4. antonio pierno

    antonio pierno Nuovo Iscritto

    Tizio, stai attento perchè oltre al 30% sulla plusvalenza (e non 20) ti tocca pagare anche la differenza sulla tassa di registro del 4% sul valore dell'immobile rogitato. Pertanto la vendita prima dei 5 anni ti costa dal 10 al 12%.
     
  5. Tizio

    Tizio Nuovo Iscritto

    Vabbè dai... L'ho appena comprata. Non dico di rivenderla domani (almeno spero).
    C'ho solo un po di ansia da mutuo... Ripeto.. Con le nostre entrate ce le dovremmo fare tranquillamente.
    Considera che siamo 2 ragazzi senza troppe pretese. Ci basta anche una pizza un sabato si e l'altro no. Almeno per i primi tempi finche non ci abituiamo alla rata del mutuo..
     
  6. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Caro Antonio, il 30 non è giusto. Tu ti riferisci al portare in dichiarazione dei redditi, la plusvalenza e in dichiarazione dei redditi tu paghi con l'aliquota marginale che uno ha, potrebbe essere il 33 o 43%. Ma come ho detto, è riservata la possibilità di pagare secco il 20 % direttamente dal Notaio.
    Quindi confermo 20%.
     
    A Marco Giovannelli piace questo elemento.
  7. ralf

    ralf Nuovo Iscritto

    Ho un dubbio riguardo la risposta di Giacomelli, la plusvalenza non viene sommata ai redditi per cui l'aliquota dipenderà dall'ammontare di questi ultimi?
     
  8. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Buongiorno ragazzi. Cerchiamo di fare chiarezza sulla rivendita della prima casa nei 5 anni dall'acquisto.
    Due sono le problematiche: a) plusvalenza; b)benefici ottenuti.
    Vediamo le possibilità:
    a) Plusvalenza: se si rivende entro 5 anni, come regola generale la plusvalenza viene tassata a scelta del contribiente con un imposta sostitutiva del 20% o va a cumularsi con i redditi (redditi diversi).
    Una delle eccezioni però è questa: se l'immobile è stato adibito ad abitazione principale del proprietario o dei suoi familiari per più del 50% del tempo intercorso tra l'acquisto e la vendita, la plusvalenza NON viene tassata.
    b) Benefici: chi rivende entro 5 anni dall'acquisto, e non ricopmra un immobile dadestinare ad abitazione principale, entro un anno dalla vendita, deve restituire i benefici ottenuti, maggiorati di una sanzione del 30%, più gli interessi di mora.
    Se invece riacquista entro un anno, non solo non deve restituire i benefici, ma addiruttura ha un credito d'imposta pari alle imposte pagate con il primo acquisto e comunque non superiore a quelle da pagare con il secondo.

    Buon proseguimento di giornata a tutti.:D
     
    A Adriano Giacomelli, ralf, PROVO e 1 altro utente piace questo messaggio.
  9. milofore

    milofore Nuovo Iscritto

    caro Tizio, non vorrei aggiungerti troppa ansia ma quello che avresti dovuto fare è una simulazione della rata rispetto ai tassi di interesse... non dimentichiamoci che i tassi attualmente sono ai minimi storici pertanto possono solo salire rispetto agli attuali livelli. Ai primi segnali di risalita, devi essere pronto eventualmente a passare al tasso fisso. L'errore che va evitato è prendere un tasso variabile che ti porta a pagare una rata quasi al limite delle proprie capacità di spesa, quando i tassi sono ai minimi... in bocca al lupo comunque!!!
     
    A ralf piace questo elemento.
  10. Tizio

    Tizio Nuovo Iscritto

    Ciao Milo...
    Al momento, togliendo tutte le spese fisse che ci sono durante il mese, rimangono a disposizione altri 1300 euro. Secondo i miei studi, il tasso del variabile in media storica è intorno al 3% e in questo caso rimarrebbero a disposizione 1100 euro.
    Poi tra 3 anni ho finito di pagare la macchina e a quel punto sono altri 320 euro di spese fisse in meno.
    Spero solo che i tassi si mantengano bassi per un altro bel pò di tempo. Voi che ne pensate?
     
  11. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Tieni conto che gli interessi sono oggi, molto bassi, il costo de denaro è da un anno al 1% tasso BCE. Oggi sul giornale si fa una previsione che nel 2014 sarà 3%. Quindi hai davanti a te una serena prospettiva. Tieni presente che se dovessero alzarsi i tassi, puoi sempre andare in banca e ricondizionare il mutuo. Insomma affronterai i problemi se e quando succederanno. Intanto hai abitato gratis casa tua che ti avrà dato una innegabile gioia a viverla e a godertela. Hai fatto la mossa giusta, poi ricordati che i debiti spingono a lavorare di più e a guadagnare meglio.
     
  12. cflm67ez

    cflm67ez Nuovo Iscritto

    ora siete te e lei, e se fra poco vi sposerete, iniziano i problemi, credimi, i figli costano
     
  13. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Ma sono la cosa più bella che si possa avere, sono la continuazione di un'esistenza diversamente vacua.
    Ragazzi le case si comprano per se stessi ma soprattutto per i figli.
    Diamo il giusto valore alle cose.
     
    A Tizio piace questo elemento.
  14. alec

    alec Membro Ordinario

    attenzione

    beh ti parlo per la mia esperienza, richiesta tasso fisso per 40 % valore immobile, ci hanno proposto un tasso al 4,5%
    sai che ci hanno detto sul variabile...? beh signori i tassi variabili son ai minimi storici, tra max 2 anni ci aspettiam una risalita, pensa come ti sentiresti se tu avessi del denaro in banca e non ti dessero nulla come rendimento in fin dei conti son solo due prospettive diverse ma l'oggetto è lo stesso.
    il problema per come lo vedo io, è riusciresti a stere in un fisso come rata ? beh allora prendi un variabile con possibilità di uscita al fisso e appena l'aria cambia esci-
    ps mia esperienza: 12 anni addietro io feci un mutuo al 5%, beh se adesso il, tasso fisso è al 4,5 direi che i tassi son saliti, abbassati ma alla fine son tornati dove erano o no ? e alla fine chi fa i migliori affari son solo le banche
    ciao
     
  15. PROVO

    PROVO Nuovo Iscritto

    Buon giorno,permettimi di proporre un dubbio che ho,avendo comprato una casa circa un anno fa,non come prima casa,ed avendola rivenduta dopo un anno all'inquilino,che nel frattempo non ha mai pagato nessun fitto,con un quadagno di circa 9.000,00 euri,posso usare la somma ricavata per comprare unaltra casa senza pagare tassazione sul quadagno?chiaramente usando tutta la somma ricavata dalla vendita,anzi di piu,grazie e complimenti per le sue risposte. buona giornata a tutti e buon fine settimana.
     
  16. Tizio

    Tizio Nuovo Iscritto

    GRAZIE ADRIANO...... E' PROPRIO QUELLO CHE MI VOLEVO SENTIR DIRE!!!

    Grazie anche a tutti gli altri per aver partecipato a questa discussione. D'altra parte, penso sia normale per chi fino a ieri non era abituato ad avere impegni fissi e si "bruciava" lo stipendo tra cavolate varie!
     
  17. robertcan

    robertcan Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    A proposito di Plusvalenza.
    Ho ereditato con testamento olografo da mio fratello un immobile acquistato nel 2007 come seconda casa. Se adesso io lo volessi vendere, sarei soggetto a pagare la plusvalenza?
     
  18. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    No. Gli immobili provenienti da successione non sono sottotposti a tassazione sull'eventuale plusvalenza.
     
  19. robertcan

    robertcan Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    grazie gentilissimo:)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina