• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

matja

Nuovo Iscritto
Conduttore
Ciao a tutti, mi trovo alle prese con la mia prima dichiarazione dei redditi ed ho un grosso dubbio.
Premesso che sono un lavoratore dipendente che negli anni passati non ha mai fatto 730 ..quest'anno mi trovo obbligato a farlo per unificare i due CU derivanti dal cambio lavoro.

Utilizzando il modello precompilato vedo che è tutto perfettamente calcolato e riportato ma... oltre all'atteso conguaglio sull'IRPEF, mi viene richiesto un acconto IRPEF per l'anno 2019 salatissimo!!


La domanda è: considerando che nell'anno in corso non cambierò nuovamente lavoro, tale acconto è consigliabile comunque versarlo o posso tranquillamente decidere di non farlo compilando l'apposita sezione? Perché dovrei versare un acconto per l'anno 2019 se il mio nuovo datore di lavoro provvede già ad applicare le giuste aliquote?

grazie.
 

alberto bianchi

Membro Storico
Proprietario Casa
La domanda è: considerando che nell'anno in corso non cambierò nuovamente lavoro, tale acconto è consigliabile comunque versarlo o posso tranquillamente decidere di non farlo compilando l'apposita sezione?
Se avessi consegnato il CU del vecchio datore di lavoro al nuovo, quest'ultimo ti avrebbe fatto il conguaglio a dicembre 2018 e oggi non dovresti fare nemmeno il Mod. 730 (se non hai immobili o altri redditi extra).
Pertanto, con la situazione da te descritta, con il metodo previsionale non ti conviene versare l'acconto "pre-calcolato" . Se poi hai delle spese detraibili o deducibili con la successiva dichiarazione (nel 2020 per l'anno 2019) avresti un ulteriore credito.
 

matja

Nuovo Iscritto
Conduttore
grazie mille per la risposta.
purtroppo ho avuto modo di accedere al cu del vecchio lavoro solo in questi ultimi giorni.. probabilmente per mancanza di una esplicita richiesta da parte mia.

comunque.. se ho ben capito mi consigli di non versare alcun acconto IRPEF o add comunale.. così facendo tutto dovrebbe filare liscio senza rischi di dover poi pagare penali o interessi, giusto?
attualmente lavoro per un’azienda pubblica e per quanto riguarda il versamento dei giusti contributi per l’anno in corso dovrei essere tranquillo..
 

alberto bianchi

Membro Storico
Proprietario Casa
attualmente lavoro per un’azienda pubblica
Se sei un lavoratore dipendente, hai un contratto che arriverà alla fine dell'anno, e hai pertanto un Sostituto d'Imposta, e...non hai altri redditi extra (es. da locazione, etc) puoi tranquillamente non versare l'acconto, perché sarebbe inutile in quanto ti verrebbe rimborsato fra un anno.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
puoi tranquillamente non versare l'acconto
Ne sei sicuro?
Io ho inteso che lo scorso anno l'OP ha avuto due datori di lavoro: ma il secondo non conoscendo la situazione pregressa ha considerato solo la quota relativa all'ultimo stipendio.

Ora non so esattamente come procedere nel caso di dipendenti con sostituto d'imposta: ma il nostro direi che è debitore oggi di un saldo IRPEF 2018 maggiore, e conseguentemente anche di un maggior acconto 2019: ora se lo debba versare in proprio o debba comunicarlo al suo sostituto, non saprei; ma che in qualche modo debba anticiparlo all'erario lo darei per certo..
L'unico caso a me noto di variante rispetto all'acconto su base storica, è previsto quando uno sa di avere certamente nell'anno corrente un reddito inferiore: ma deve stare attento, a non scendere a sua volta al di sotto della percentuale finale prevista.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
che in qualche modo debba anticiparlo all'erario lo darei per certo..
Sbagli. Se nel 2019 avrà un unico sostituto d'imposta, con il quale ha avuto un rapporto di lavoro per l'intero 2019, e se non ha altri redditi da dichiarare, dalla dichiarazione non risulterebbe un importo "Differenza" a debito. Quindi risulterebbe a credito dell'acconto (inutilmente) versato nel 2018.
 
Ultima modifica:

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Grazie per avermi corretto: ho riletto il primo post. Che appunto specifica che la precompilata gli evidenzia un saldo IRPEF (salatissimo..) che in qualche modo dovrà essere versato. Per curiosità poichè non conosco la dinamica del 730 e del sostituto, chi versa formalmente questo saldo? l'OP o il suo datore di lavoro attuale, tramite future trattenute?

Quanto all'acconto 2019, poichè ha un sostituto d'imposta, credo che farà le trattenute periodiche, per cui capisco che l'OP non deve versare in autonomia nulla.
 

alberto bianchi

Membro Storico
Proprietario Casa
Per curiosità poichè non conosco la dinamica del 730 e del sostituto, chi versa formalmente questo saldo? l'OP o il suo datore di lavoro attuale, tramite future trattenute?
IL datore di lavoro attuale a Luglio trattiene l'importo dell'IRPEF a debito dell'anno 2018, se capiente, altrimenti può effettuare fino a 4 trattenute parziali, che verserà all'Erario
 

matja

Nuovo Iscritto
Conduttore
ragazzi approfitto ancora della vostra competenza per un’ultima domanda: il modello 730 compilato e confermato online sul sito dell’agenzia dell’entrate.. deve essere poi stampato e consegnato direttamente al sostituto di imposta (azienda per la quale lavoro) o tutto viene trasmesso/notificato al sostituto di imposta per via telematica?

grazie ancora.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Già il nome "sostituto" suggerisce qualcosa.
Certo. Ma è scontato se non ci sono interruzioni o cambi di datore di lavoro.
Qui in effetti sembra che l'ultima precedente CU sia stata emessa dall'attuale datore di lavoro. Ma se fosse cambiato?
Es. nel 2018 ho lavorato per le società Alfa e Beta con contratto a termine.

Nel 2019 inizio una nuova collaborazione con Gamma: come viene informata Gamma della presenza di un conguaglio IRPEF relativo al 2018?
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Ma è scontato se non ci sono interruzioni o cambi di datore di lavoro
Il fatto che nel precedente anno ci siano state interruzioni o cambi di datore di lavoro è ininfluente. Se all'epoca in cui devono essere versate le imposte esiste un sostituto, che riceve il prospetto di liquidazione del Mod. 730, questo si "sostituisce" al contribuente nel versare quanto dovuto, o provvede al rimborso.
Nel 2019 inizio una nuova collaborazione con Gamma: come viene informata Gamma della presenza di un conguaglio IRPEF relativo al 2018?
Forse da quanto sopra (prospetto di liquidazione del Mod. 730)? ;)
 
Ultima modifica:

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
questo si "sostituisce" al contribuente nel versare quanto dovuto o a rimborsarlo.
Quello che mi interessava sapere è "come" questo sostituto può sostituirsi senza che l'interessato lo informi delle sua precedente situazione. Ad esempio della presenza di un conguaglio a saldo IRPEF. Da chi viene edotto?
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
Come si poteva capire dagli interventi precedenti, il sostituto riceve dal contribuente stesso (se il contribuente vuole) nel corso d'anno, la CU relativa al precedente rapporto di lavoro. Così facendo, sarà in grado di effettuare le ritenute sul reddito complessivo. E il contribuente, così facendo, potrebbe evitare di dover presentare la dichiarazione.
In ogni caso, se c'è un saldo IRPEF che scaturisce dalla dichiarazione Mod. 730, ed esiste un sostituto, chiunque esso sia, è il sostituto che provvede al pagamento.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve ho un problema molto grave; ho affittato ad una persona la mia abitazione come ospite dato che c’erano da fare del lavori avrei scalato sul mensile tutto i lavori effettuati in più ha lasciato 1000€ di cauzione ma dato che è entrato da soli 15 giorni ed ancora non ha pagato nessun affitto non ha residenza ed ha spaccato dei mobili buttandoli fuori casa ora come posso fare per mandarlo via???
Buongiorno, chiedo aiuto per il 730 precompilato riguardo la cedolare secca. Il locatore ha lasciato l'appartamento a fine maggio. Ho variato il periodo di pagamento adeguandolo ai 5 mesi di possesso. Tutto ok per i 5 mesi di cedolare 2019 ma nell'esito dei calcoli è sparito il saldo della cedolare 2018.Qualcuno può aiutarmi.
Alto